Lira Turca: crollo inarrestabile nonostante promesse Erdogan, cross TRY a 4,77

Lira Turca: crollo inarrestabile nonostante promesse Erdogan, cross TRY a 4,77

Il grafico sull'andamento della Lira Turca TRY non cambia direzione neppure dopo le promesse di Erdogan

CONDIVIDI

Che valore hanno per il mercato dei cambi le promesse e le rassicurazioni del presidente della Turchia Recep Erdogan? Se vai a guardare il grafico relativo all'andamento della Lira Turca puoi dare da solo una risposta a questa domanda: nessuno. E' solo questo che puoi pensare dinanzi all'evidenza di quello che è avvenuto nelle ultime ore sulla Lira Turca. La quotazione TRY, infatti, ha continuato a perdere valore proseguendo la sua tendenza ribassista con il cross a a 4,77. La particolarità, rispetto ai giorni precedenti, è che oggi la caduta della Lira Turca c'è stata nonostante l'intervento molto forte del premier turco Erdogan. Il presidente ha promesso che è sua intenzione intervenire per arginare la corsa dell'inflazione con politiche serie ed incisive. Ovviamente l'intervento a cui Erdogan ha fatto riferimento dovrebbe avvenire nel caso in cui lo stesso presidente dovesse essere riconfermato alle presidenziali che si terranno in Turchia a giugno.

L'apertura di Erdogan è stata però quasi tardiva. I traders non avranno infatti dimenticato che fino all'altro ieri la posizione del presidente turco era completamente diversa. Erdogan, infatti, non aveva mai nascosto la sua contrarietà ad attuare politiche per fermare la corsa dell'inflazione. Fino all'altro ieri la posizione del presidente turco e, di riflesso, quella del governatore della banca centrale di Ankara, era una sola: il costo del denaro non si alza per non scoraggiare gli investimenti.

Le dichiarazioni rilasciate da Erdogan ieri hanno riaperto la partita anche se, fondamentalmente, si tratta di promesse da attuare dopo una eventuale (ma comunque scontata) elezione. Il fatto però che neppure queste promesse siano bastate per arginare il crollo della Lira Turca è la dimostrazione che i mercati non si fidano del Sultano di Ankara e oramai conoscono bene i limiti di autonomia decisionale a cui è soggetta la Banca Centrale Turca.

Dal punto di vista grafico, in appena due giorni la Lira Turca ha segnato un calo del 5% rispetto al Dollaro Usa. La flessione dall'inizio dell'anno è stata pari a circa il 20%, livello record dalla crisi finanziaria di 10 anni fa. Il cambio USD/TRY è quindi osservato speciale anche se sul Forex anche il cambio tra Lira Turca ed Euro prosegue il suo trend.

Il problema è fino ad un certo punto solo monetario. L'economia turca, per sua natura, dipende dai capitali esteri e presenta un disavanzo commerciale che non smette di crescere. I timing dell'andamento della Lira Turca indicano una crescente insofferenza verso le parole di Erdogan. Basti pensare che una delle fasi più delicate dell'andamento nel Forex di USD/TRY si è avuta in coincidenza con un intervento "kamikaze" dello stesso Erdogan. Il presidente turco, infatti, in una intervista a Bloomberg aveva affermato che era sua intenzione impedire ogni rialzo dei tassi da parte della Banca Centrale Turca. Le sue parole aveva determinato un crollo ancora più verticale della quotazione TRY. Oggi arriva questo cambio di rotta che potrebbe segnare la fine del braccio di ferro tra Turchia e mercati. Qualcuno ci vede dietro l'azione del vicepremier turco Mehmet Simsek, ex analista strategico di Merril Lynch nella City. Potrebbe essere stato lui ad aver riportato Erdogan con i piedi per terra.

Quello che è certo è che nel Forex i cross sulla Lira Turca continuano ad essere i più interes

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro