palazzo della BCE con simbolo dell'euro

Per un trader che deve investire in borsa oppure operare sul mercato del Forex, sapere in anticipo quale è l’orientamento di politica monetaria delle banche centrali è di fondamentale importanza per definire la sua strategia operativa.

Parlare di politica monetaria significa fare riferimento ai tassi di interesse. Fino ad adesso la Banca Centrale Europea ha sempre proceduto con continui aumenti del costo del denaro con l’obiettivo di contrastare un’inflazione che, dal punto di vista dell’EuroTower, continua a non essere sotto-controllo. Poichè da alcuni mesi con riferimento al posizionamento della FED, si parla di un possibile stop nel rialzo dei tassi, molti investitori hanno iniziano a nutrire speranza circa la possibilità che anche la BCE possa attenuare la sua foga. Il problema è che la Banca Centrale Europea ha iniziato il ritmo dei rialzi dopo la Federal Reserve e che l’inflazione negli Usa ha davvero preso la strada del ribasso.

Proprio per questo motivo pensare che nei prossimi board la BCE si possa comportare come la FED è utopistico. A stroncare ogni speranza ci hanno pensato gli stessi banchieri centrali.

Vediamo cosa hanno dichiarato in vista del meeting di giugno.

Inflazione resta una minaccia per l’Europa

In un suo recente intervento il Presidente della Banca centrale croata Boris Vujcic ha affermato che l’alta inflazione presente nell’area Euro ha iniziato ad attenuarsi ma ha anche aggiunto che i rischi di una ripresa dell’inflazione sono maggiori rispetto alla possibilità che ci possa essere una sua contrazione veloce. In poche parole, in Europaè più probabile che i prezzi al consumo possa crescere che lo scenario opposto ossia quello di un ribasso. Il banchiere ha anche motivato la sua affermazione, citando la tradizionale rigidità del mercato del lavoro e le forti pressioni sul settore dei servizi come cause alla base del rischio rialzo dell’inflazione.

Le parole del presidente della banca centrale croata Vujcic, possono essere ritenute di scarso peso ma non lo sono più se vengono confermate da successive dichiarazioni della Lagarde. La numero uno dell’EuroTower ha infatti affermato che sull’Europa continuano ad esserci forti pressioni inflazionistiche aggiungendo poi che per forza di cose i tassi non possono che salire ancora.

E per finire ci sono poi le parole del Governatore della Bundesbank, Joachim Nagel, il quale ha detto chiaramente che i tassi potrebbero continuare a salire anche oltre l’estate (quindi niente stop a partire da settembre come da più parti è stato paventato).

Insomma le dichiarazioni che sono arrivate da più membri della BCE non lasciano spazio a dubbi: tassi di riferimento BCE ancora alti e di conseguenza per i traders di adeguare le loro strategie a questo scenario.

Effetti dei tassi BCE sul cambio Euro Dollaro (forex)

Il mercato del forex è il primo ad essere condizionato dalle decisioni dell’EuroTower sui tassi BCE. In particolare è il cambio Euro Dollaro a risentire più di tutti delle mosse dell’EuroTower.

Esistono almeno 4 meccanismi attraverso i quali i tassi BCE possono avere un impatto sul cambio euro dollaro:

  1. Differenziali di tasso di interesse: I tassi di interesse influenzano la domanda e l’offerta di valuta. Se la BCE aumenta i suoi tassi di interesse o se i tassi BCE sono più elevati rispetto a quelli della Federal Reserve, potrebbe diventare più interessante per gli investitori detenere euro rispetto a dollari. Ciò potrebbe aumentare la domanda di euro e spingere al rialzo il cambio euro dollaro.
  2. Flussi di capitale: i tassi possono influenzare i flussi di capitale tra due paesi. Se la BCE aumenta i tassi di interesse, potrebbe attirare investitori stranieri che cercano rendimenti più elevati nell’area dell’euro. Ciò potrebbe comportare un aumento della domanda di euro e quindi un aumento del suo valore rispetto al dollaro.
  3. Aspettative di politica monetaria: le aspettative sulle future decisioni di politica monetaria possono influenzare il cambio euro dollaro. Se i mercati si aspettano che la BCE aumenti i tassi di interesse in futuro, ciò potrebbe portare ad un apprezzamento dell’euro rispetto al dollaro, poiché gli investitori cercano di sfruttare i rendimenti futuri più elevati.
  4. Condizioni economiche relative: i tassi di interesse riflettono anche le condizioni economiche di un paese o di un’area economica. Se l’economia dell’area dell’euro è forte rispetto a quella degli Stati Uniti, con una crescita economica solida e bassa disoccupazione, ciò potrebbe comportare un aumento della domanda di euro e un rafforzamento dell’euro rispetto al dollaro.
logo broker etoro

Tutti i migliori broker CFD consentono di fare trading sul cross Eur/Usd. Il nostro suggerimento è di usare eToro (qui la recensione), un broker che mette a disposizione anche un conto demo gratuito da 100mila euro virtuali per imparare a fare pratica senza correre il rischio di perdere soldi veri. In questo articolo abbiamo parlato di come fare trading su Eur/Usd con eToro.

Ricapitoliamo qui le principali operazioni da eseguire:

  1. Apri un conto su eToro (qui il sito ufficiale): ti basta seguire la la procedura di registrazione per aprire un conto di trading.
  2. Deposita fondi sul tuo conto: con eToro il deposito minimo per iniziare ad operare è di soli 50 dollari. Il broker inoltre accetta diversi metodi di pagamento, tra cui carte di credito, bonifici bancari e portafogli elettronici.
  3. Naviga alla sezione di trading: una volta che hai finanziato il tuo conto, puoi accedere alla piattaforma di eToro. Naviga verso la sezione “Mercati” o “Strumenti di trading” e cerca la coppia di valute “EUR/USD” o “Euro/Dollaro”.
  4. Effettua l’analisi dei grafici: prima di aprire una posizione, è necessario analizzare il grafico del cambio euro dollaro. Per aiutarti puoi utilizzare gli strumenti di analisi tecnica forniti dalla piattaforma per identificare tendenze, supporti, resistenze e altri modelli di prezzo.
  5. Apri una posizione: puoi scegliere se aprire una posizione long (acquisto) se prevedi che l’euro si apprezzerà rispetto al dollaro, o una posizione short (vendita) se prevedi che l’euro si deprezzerà rispetto al dollaro.
  6. Imposta i parametri di gestione del rischio: ricorda che puoi impostare i livelli di stop loss (per limitare le perdite) e take profit (per fissare i profitti) per gestire il rischio.
  7. Gestisci la tua posizione: mantienila aperta oppure chiudila a seconda della tua analisi

Non te la senti di fare trading con i CFD su Eur/Usd con soldi reali? Puoi aprir un conto demo gratuito con cui esercitarti senza rischi e fino a quando vuoi.

–APRI UN CONTO DEMO GRATIS CON ETORO (SITO UFFICIALE)>>

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.