Cina, nuovo fronte di tensione con il Regno Unito

hong kong

Tra Cina e Regno Unito cresce la tensione, dopo un botta e risposta piuttosto aspro.

CONDIVIDI

Mentre tutti erano concentrati nell’analizzare i riflessi della trade war tra Cina e Stati Uniti, c’è un altro fronte di tensione da non sottovalutare: negli ultimi giorni, infatti, la guerra di parole tra Cina e Gran Bretagna per Hong Kong si è intensificata, con le due parti che si accusano apertamente l'un l'altra di comportarsi in modo inappropriato nei confronti dell'ex colonia britannica.

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

In particolare, il ministro degli Esteri Jeremy Hunt ha dichiarato che il Regno Unito sta mantenendo aperte le sue opzioni di risposta di "gravi conseguenze" se la Cina non rispetterà lo spirito di un accordo che possa garantire le libertà a Hong Kong.

Naturalmente, Hunt ha avuto il buon senso di non precisare quali sarebbero queste “gravi conseguenze”, limitandosi ad affermare di tenere aperte le proprie opzioni e dichiarando che il Regno Unito considera questa situazione molto seriamente, essendo “un Paese che ha difeso la democrazia, lo stato di diritto e i diritti civili in tutto il mondo per gran parte della storia”.

L'ambasciatore cinese a Londra, Liu Xiaoming, ha rilasciato una dichiarazione televisiva nella quale ha accusato il governo britannico di ingerenza: una risposta indiretta ai commenti del primo ministro Theresa May, che ha detto al Parlamento di essere "sconvolta" dalle scene di violenza sui manifestanti.

Liu ha affermato che il governo del Regno Unito “ha scelto di stare dalla parte sbagliata, ha fatto commenti inappropriati, non solo per interferire negli affari interni di Hong Kong, ma anche per sostenere i violenti trasgressori della legge”. Prevedibilmente, Liu è stato convocato presso il Ministero degli Esteri del Regno Unito per avere spiegazioni sui suoi aspri commenti.

Sulla vicenda è poi intervenuto il possibile prossimo leader del partito conservatore, Boris Johnson, che ha affermato di sostenere i manifestanti, che hanno il diritto di essere scettici sulle proposte cinesi per l'estradizione verso Pechino.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro