Cosa comprare e dove investire con le elezioni politiche del 4 marzo 2018?

Cosa comprare e dove investire con le elezioni politiche del 4 marzo 2018?
© iStockPhoto

Le elezioni politiche 2018 potrebbero offrire interessanti occasioni di investimento ma è bene avere le idee chiare

CONDIVIDI

Le elezioni politiche del prossimo 4 marzo 2018 rappresentano una occasione di investimento e di trading. Questo non tanto per la particolarità della contesto italiano, quanto in virtù di quella che può essere considerata una regola generale. Ogni qual volta ci sono elezioni e votazioni, i mercati subiscono delle variazioni che, se ben intercettate dai traders, si possono tradurre in profitti. A suggerire dove investire in vista delle elezioni politiche del 4 marzo sono stati gli esperti di Mizuho International Plc. Prima di scendere nel dettaglio dell'analisi, si reputa necessario fare una precisazione. Ad oggi 23 febbraio Borsa Italiana e tanti altri strumenti di investimento non hanno registrato oscillazioni significative. Il tema "elezioni politiche 2018", allo stato attuale dei fatti, non ha influenzato l'andamento dei mercati. Per avere prova di quello che si afferma basta andare a guardare all'andamento di Borsa Italiana oggi e, più in generale, dell'ultima settimana. Il Ftse Mib non ha mai registrato varizioni in quale modo collegabili con le discussioni sull'esito delle elezioni. E' come se una sorta di apatia stesse accompagnando i mercati negli ultimi giorni prima del voto. Vero è che c'è ancora tutta la prossima Ottava e quindi, almeno per quello che riguarda Borsa Italiana, mai dire mai.  Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Fatta questa premessa, l'analisi di Mizuho International Plc riguarda le strategie da adottare nel caso in cui l'esito delle elezioni politiche del 4 marzo crei una situazione di alta incertezza. Secondo l'analista giapponese un modo per proteggersi dalle possibili fluttuazioni di mercato derivanti dal voto è quello di puntare sull'aumento dello spread tra il rendimento del decennale italiano e quello francese. Una ulteriore strategia per restare su lidi più sicuri potrebbe anche essere quella di andare short sull'Euro nel cambio con il dollaro (Cross EUR/USD). Secondo Mizuko il cambio Euro Dollaro, nel caso in cui le elezioni politiche del 4 marzo si traducano in forte incertezza, potrebbe addirittura scendere fino a 1,18. Ma uno scenario simile è davvero possibile? Per adesso non ci sono segnali che lasciano presagire una evoluzione di questo tipo. Le elezioni italiane del 4 marzo prossimo sembrano sempre di più un non evento come ebbero modo di affermare alcuni analisti già un mese fa. Per farla breve sui mercati potrebbe non succedere un bel nulla perchè dal punto di vista politico non potrebbe avvenire nulla di rilevante. 

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro