Borsa Italiana oggi: perchè previsioni su apertura sono positive, assist su azioni Telecom Italia e Creval

Borsa Italiana oggi: perchè previsioni su apertura sono positive, assist su azioni Telecom Italia e Creval
© Shutterstock

Sul Ftse Mib oggi potrebbe soffiare quel vento asiatico che ha già visto la borsa cinese chiudere con un balzo del 5%

CONDIVIDI

Previsioni positive in vista dell'apertura degli scambi di Borsa Italiana. L'andamento del mercato giapponese e, soprattutto, quello della borsa cinese potrebbero aver creato le condizioni per un'apertura in rialzo del Ftse Mib oggi. La borsa di Tokyo ha infatti chiuso la prima di Ottava con il Nikkei in progressione dello 0,5 per cento mentre tutti gli indici della borsa cinese hanno registrato un balzo di oltre il 5 per cento. In particolare lo Shanghai ha chiuso a +5,44 per cento, lo SZSE Component ha rimediato un rialzo del 5,36 per cento, il China A50 ha registrato un +5,78 per cento e, per finire, il DJ Shanghai ha messo a segno un forte 5,86 per cento. Considerando la progressione più contenuta dell'azionario giapponenese, è possibile affermare che a dettare legge sui mercati ad inizio settimana sia il dragone cinese.

Conosci il Social Trading eToro ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare le loro operazioni di trading. Conto demo Gratuito da 100.000€ Clicca qui

Conosci il Social Trading eToro ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare le loro operazioni di trading. Conto demo Gratuito da 100.000€ Clicca qui

Il rialzo dell'azinariato cinese non è ovviamente un caso. La corsa a comprare azioni cinesi è stata causata delle recentissime dichiarazioni del presidente americano Donald Trump sulla guerra commerciale. L'inquilino della Casa Bianca ha annuciato, sorprendendo ancora una volta tutti, che l'aumento delle tariffe che gli Usa avrebbe imposto a Pechino dall'1 marzo prossimo nel caso in cui le trattative tra i due paesi sui dazi non fossero arrivate ad una conclusione positiva, è stato congelato. In poche parole dagli Stati Uniti, e per bocca dello stesso falco Trump, sono arrivati chiari segnali di distensione che hanno determinato il rally delle azioni cinesi. 

Le parole usate da Trump per annunciare lo stop alle nuove tariffe contro la Cina sono state: "Ritarderò l’aumento delle tariffe ora previsto per il 1° marzo. Supponendo che entrambe le parti facciano ulteriori progressi, progetteremo un vertice per il Presidente Xi e per me, a Mar-a-Lago, per concludere un accordo". Insomma al netto di eventuali (e sempre possibili con Trump) dietrofront, il clima tra Usa e Cina sembra davvero essere cambiato. Probabilmente tutti hanno capito che la guerra commerciale nel lungo termine non conviene a nessuno. 

Questi timidi segnali di fiducia potrebbero spingere in rialzo Borsa Italiana oggi ed avere un'importanza maggiore rispetto alle decisioni di Fitch sul rating Italia rese note venerdì scorso. La conferma del rating BBB e dell'outlook a negativo potrebbe infatti essere interpretata in modo neutrale dal mercato. 

Le azioni sui cui investire oggi potrebbero essere Telecom Italia e Creval. La quotazione TIM, al centro la scorsa settimana di un rally innescato dalla salita della Cassa Depositi e Prestiti al 5 per cento del capitale e dalla presentazione del piano industriale, potrebbero essere condizionate sul Ftse Mib dalla salita della partecipazione aggregata di JP Morgan dal 5,932 per cento 6,781 per cento. Le azioni Credito Valtellinese, invece, potrebbero pagare le conseguenze del possibile cambio al vertice del gruppo. L'attuale amministratore delegato Mauro Selvetti si è detto pronto a fare un passo indietro mentre il CdA ha deliberato di nominare Luigi Lovaglio alla carica di amministratore delegato e direttore generale.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro