Skin ADV

Azioni Generali, analisti tagliano il rating

generali

Banca Akros taglia il rating di Generali, ritenendo che l'unico elemento di rilievo del titolo sia il dividendo.

L’attesa degli stakeholders Generali è tutta per l’assemblea del prossimo mese che, salvo sorprese, dovrebbe vedere confermata la governance e i conti trimestrali. Tuttavia, nell’attesa, alcuni osservatori – come quelli di Banca Akros – hanno ritenuto esservi utili margini per poter tagliare il rating a Neutral. Ma come mai?

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Nel suo report, Banca Akros sottolinea in maniera positiva la notizia dell’accordo recentemente siglato per poter acquisire il portafoglio assicurativo Ergo in Ungheria e in Slovacchia. Lintesa prevede che il gruppo acquisisca le attività Vita e Danni di alcune controllate Ergo, ma il fatto che non siano stati forniti dettagli sulle condizioni del contratto lascia comunque aperte le porte a diverse interpretazioni.

Ad ogni modo, evidenziano ancora gli analisti di Akros, l’operazione è comunque di dimensioni piuttosto ridotte, per quanto utile per poter rafforzare la posizione dominante dell’istituto nell’area strategica dell’Europa Centro Orientale.

Fin qui, le buone notizie. Tuttavia, gli analisti Akros procedono a un taglio del rating a Neutral, sottolineando nella nota il potenziale rialzo rispetto al precedente target price di 17 euro. Di qui il passo indietro rispetto a “accumulate”, in attesa dei risultati della prima trimestrale, in programma per il 15 maggio, e dell’investor day del 24 maggio a Londra.

Gli analisti affermano inoltre che almeno per il momento l’unico elemento di concreto interesse del titolo è il dividendo. Sul bilancio 2018 è stata stabilita una cedola a 0,90 euro per azione, in rialzo di quasi il 6% rispetto a 0,85 euro pagati sul 2017, con conseguente dividend yield al 5,3%.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro