Piazza Affari: titoli bancari in picchiata, Ubi Banca cede il 5%

Piazza Affari: titoli bancari in picchiata, Ubi Banca cede il 5%
© Shutterstock

Si intensificano le vendite sulle azioni UBI Banca travolte, come tutto il settore bancario, dalla crisi di governo

CONDIVIDI

Chiusura di settimana in difficoltà per il Ftse Mib, con i titoli del comparto finanziario che stanno facendo registrare i maggiori ribassi. Tra i rossi più consistenti ci sono quelli di Banco BPM, Poste Italiane, BPER Banca e UBI Banca. Proprio alle prospettive di UBI Banca è dedicato questo post contenente anche l'analisi tecnica sul titolo redatta dall'analista Matteo Oddi di Exante. 

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Sui titoli bancari pesa la situazione precaria che il parlamento italiano si trova ora a fronteggiare; ieri il vicepremier Matteo Salvini ha comunicato la rottura del rapporto di fiducia all’interno della maggioranza e l’intenzione di tornare quanto prima al voto. Questa mattina la Lega ha anche presentato una mozione di sfiducia nei confronti del governo Conte. Per conoscere gli aggiornamenti in tempo reale da piazza affari, l'articolo di riferimento è questo: Unicredit, BPER Banca, Banco BPM crollano: azioni Ftse Mib travolte da crisi di governo

Fra i titoli che più hanno accusato il colpo c’è Ubi banca che, dopo aver perso il 5 per cento in apertura di sessione oggi 9 agosto, ora è in ribasso del 5,93 per cento.

Azioni UBI Banca oggi: analisi del titolo a cura di EXANTE

Nelle scorse sedute il titolo di Ubi Banca era parso in grado di respingere gli attacchi dei venditori, mantenendosi con grande caparbietà al di sopra del supporto a 2.24 euro; l’ondata di vendite che sta colpendo oggi il FtseMib sta spingendo però il mercato verso i minimi annuali.

Al momento della scrittura le azioni dell’istituto di credito vengono scambiate a 2.18 euro, in calo del 5%; nelle ultime tre settimane il titolo ha ceduto oltre il 20% del proprio valore.

Il quadro tecnico attuale resta al momento precario, con tutti i principali indicatori tecnici che al momento segnalano debolezza sul titolo.

L’ultimo baluardo rimane il supporto sui livelli dei minimi annuali (2.14), dove il mercato è chiamato a reagire per scongiurare un’estensione dei ribassi.

Nello scenario attuale però solo un ritorno al di sopra della resistenza posizionata a 2.45 alimenterebbe un recupero nel breve periodo.

Le prossime resistenze segnalate sono posizionate a 2.24, 2.33, 2.40 e 2,45 euro; il prossimo supporto è posizionato a 2.145 euro.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Matteo Oddi di EXANTE ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro