9 azioni italiane solide e col dividendo in crescita ideali per il secondo semestre 2023

Aggiornamento del

Per molti investitori che operano su Borsa Italiana, il primo semestre 2023 appartiene già al passato. L’attenzione di costoro, infatti, è già rivolta al secondo semestre dell’anno ossia al periodo compreso tra luglio e dicembre.

Questo articolo è espressamente rivolto agli investitori che guardano ai prossimi 6 mesi. La domanda è semplicemente una: ci sono azioni italiane che vale la pena considerare in ottica investimento e in vista di un autunno che, secondo molti analisti, si annuncia caldo dal punto di vista economico e sociale?

In realtà l’interrogativo è retorico perchè di titoli di considerare non ve ne sono pochi ma ben 9! Insomma per chi è alla ricerca di spunti su quali azioni italiane inserire in portafoglio nel secondo semestre 2023 non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Ad occuparsi della questione sono stati gli analisti di Banca IMI che, proprio recentemente, hanno stilato la lista delle loro top picks che contiene i 9 titoli di Borsa Italiana più interessanti per quello che riguarda la solidità finanziaria e la crescita del dividendo.

Ci occuperemo delle azioni preferite da Banca IMI nel prossimo paragrafo. Adesso, invece, visto che stiamo parlando di quotate italiane, ci sembra giusto ricordare che con il broker eToro (lo abbiamo recensito qui) ora si possono comprare anche le azioni italiane.

–COMPRA AZIONI ITALIANE CON ETORO (SITO UFFICIALE)>>

Come scegliere le azioni italiane su cui investire nel secondo semestre 2023

Se c’è un aspetto sul quale gli analisti di Banca IMI non hanno fatto sconti nella composizione della loro top pick delle azioni italiane, questo è il criterio con cui è stata condotta la selezione dei titoli a dimostrazione di quanto importante sia la questione punto di vista.

Nella nota della società controllata da Intesa Sanpaolo, si afferma che le top pick dovranno essere in grado di resistere in un contesto sfidante sia dal profilo macroeconomico che dal punto di vista degli utili. Secondo Banca IMI le quotate italiane che riescono a soddisfare entrambi i requisiti possono farlo solo perchè vantano una spiccata capacità di determinare i prezzi dei prodotti e dei servizi riuscendo in questo modo ad affrontare l’inflazione dei costi.

Ma questo non basta. Per gli analisti top pick potranno essere solo quelle società che vantano una struttura finanziaria che non le espone al rischio di “releverage” ma permette anzi di dare una forte visibilità sulla crescita dei dividendi, una questione, quest’ultima, che è sempre più importante visto che gli investitori sono sempre più interessati a selezionare asset che sono in grado, almeno in parte, di compensare gli effetti dell’inflazione.

Insomma le direttrici per scegliere le azioni italiane su cui investire nel secondo semestre 2023 sono sempre le stesse: la solidità finanziaria e il posizionamento sul dividendo.

E’ proprio sulla base di questi criteri che Banca IMI ha rastrellato le 9 azioni di Borsa Italiana potenzialmente più interessanti per il secondo semestre 2023.

Quali sono le azioni top pick per il secondo semestre 2023

Ed ecco l’elenco dei 9 titoli azionari da tenere d’occhio. Si tratta di titoli che oggi sono spesso su massimi relativi. Chi non è la prima volta che decide di comprare azioni (a prescindere dalla tipologia) sa perfettamente che quando un titolo è sui massimi è meglio lasciar perdere.

Ci sono tantissime occasioni per acquistare un titolo ma non sicuramente quando i prezzi sono su alti livelli. E’ preferibile attendere una discesa prima di aprire una posizione al rialzo. Ad ogni modo chi è solito investire con un orizzonte temporale di medio termine, non può non apprezzare le due qualità indicate da Banca IMI vale a dire il carattere anti-inflazione del titolo e il rendimento da dividendo decisamente consistente.

Nella lista in basso, oltre a riportare il nome del titolo, c’è anche un’informazione in più che per alcuni investitori può essere molto utile: la data di stacco del prossimo dividendo.

  • Banca Mediolanum: prossimo dividendo novembre 2023
  • ENAV: prossima cedola ottobre 2023
  • Enel: prossimo dividendo a gennaio 2024
  • Assicurazioni Generali: prossima cedola a maggio 2024
  • Interpump Group: prossima cedola maggio 2024
  • Inwit: cedola sempre a maggio 2024
  • Moncler: prossimo dividendo maggio 2024
  • Prysmiam: appuntamento con il dividendo ad aprile 2024
  • Unicredit: cedola ad aprile 2024

Per comprare tutte le azioni indicate in ottica investimento, ci sono tanti broker che possono fare al caso dell’investitore. Dal nostro punto di vista, due sono le piattaforme più interessanti per motivi diversi.

logo broker etoro

eToro: possibilità di copiare i traders più bravi grazie all’innovativo strumento del copy trading e deposito minimo richiesto pari a soli 50 dollari (tra i più bassi del settore). Inoltre con eToro si può anche investire con i CFD azionari e avere così la possibilità anche di speculare al ribasso >più informazioni sul sito eToro<

azioni FinecoBank

Fineco Bank: 50 ORDINI GRATUITI, 12 mesi a zero canone e consulenti 100% sempre disponibili anche online. Inoltre Fineco, in quanto banca italiana, funge anche da sostituto di imposta e questo significa nessun problema fiscale > Maggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading
Non perdere le nostre notizie! Vuoi essere avvisat* quando pubblichiamo un nuovo articolo? No Sì, certo