Dove può arrivare il prezzo delle azioni Saipem? Nel 2011-12 scambiavano oltre i 100 euro

JP Morgan resta positiva sulle azioni Saipem - BorsaInside

Tra le quotate italiane più frizzati in questo mese di ottobre c’è Saipem. Il titolo del colosso engineering scambia a 1,53 euro, il 4 per cento in meno rispetto ad un mese fa. Ma il dato rilevante, in realtà, non è quello su base mensile. La vera variazione che interessa agli investitori è quella anno su anno e su questo fronte le azioni Saipem, con il loro apprezzamento del 140 per cento, hanno ben pochi eguali.

Un numero simile potrebbe spingere gli investitori più giovani a lasciarsi andare all’euforia. In realtà le quotazioni attuali di Saipem sono lontanissime da quelli che sono stati i massimi storici raggiunti in passati dalla quotata.

Guardando allo storico si possono fare interessanti osservazioni. Ad esempio saranno in pochi coloro che ricordano quello che era il valore di Saipem nel 2019 (11-12 euro) e ancora di meno saranno coloro i quali rammenteranno i 20 euro del 2015. E per finire dovrebbero essere pochissimi coloro i quali rammentano quanto Saipem prezzava nel lontano 2011-2012. Allora i prezzi erano superiori ai 100 euro. Insomma va benissimo mettere in risalto il balzo segnato dalle Saipem da un anno a questa parte ma niente a che vedere con i massimi del titolo engineering.

Fatta tutta questa premessa veniamo adesso alla cronaca attuale. Quali sono le prospettive di Saipem? Fin dove si possono spingere le quotazioni? E quali sono i principali drivers che possono dare sostegno al titolo del settore oil?

Proprio dai catalizzatori (veri e presunti) partiamo poichè sono essi poi a determinare le possibilità di apprezzamento.

Trimestrale Saipem in primo piano

La stagione delle trimestrali di Borsa Italiana è ormai alle porte e tra le prime quotate che saranno alle prese con i conti del terzo trimestre c’è proprio Saipem. La quotata renderà noti i risultati il 25 ottobre ed è quindi inevitabile che gli investitori abbiano l’attenzione rivolta a questo appuntamento. Chi è pratico di investimenti in borsa sa perfettamente che sulle trimestrali si può speculare in due occasioni: prima della pubblicazione dei conti (cavalcando le stime) e dopo la pubblicazione stessa confrontando i risultati reali con quelle che erano le previsioni (a conti deludenti solitamente corrisponde un apprezzamento mentre a conti migliori fa spesso seguito un rialzo del titolo).

Oltre alla trimestrale, l’attenzione degli investitori sembra essere ancora rivolta al maxi contratto che Saipem si è aggiudicata negli Emirati Arabi Uniti e di cui è arrivata notizia ad inizio di questo mese. In consorzio con National Petroleum Construction Company, la società italiana ha siglato una letter of award con Adnoc, la società petrolifera di Abu Dhabi, avente ad oggetto un nuovo contratto relativo al pacchetto 1 del progetto Hail and Ghasha Development Project negli Emirati Arabi Uniti. 

La notizia importante per Saipem è essenzialmente questa: la competenza del gruppo è pari a circa 4,1 miliardi di dollari.

Fin dove si possono spingere le azioni Saipem?

E adesso veniamo alla domanda che dà il titolo a questo post: fin dove possono salire le azioni Saipem?Stiamo parlando di un titolo che è cresciuto tanto negli ultimi 12 mesi e quindi, spesso, si tende ad essere un pò più scettici circa le probabilità di ulteriore crescita. Non c’è nulla di “personale” in questo ragionamento: si tratta di una semplice constatazione derivante dalla probabilità.

Eppure gli analisti non sono per nulla negativi. Gli esperti di JP Morgan, ad esempio, hanno recentemente confermato il rating overweight sulle azioni Saipem.

Una raccomandazione overweight implica che un titolo sia più attraente rispetto agli altri nel suo settore o nell’intero mercato. In altre parole, il aring overweight suggerisce che gli investitori dovrebbero considerare di allocare una percentuale maggiore del loro portafoglio a questo titolo rispetto alla media di mercato oppure ai titoli concorrenti.

Questa valutazione si accompagna ad un target price rivisto al rialzo da 2,75 euro a 3 euro. Rispetto alle quotazioni attuali di Saipem c’è quindi un forte potenziale di upside.

Nella loro nota gli analisti della banca d’affari Usa segnalano come la recente consistente raccolta ordini di Saipem e un altro trimestre di risultati corposi dovrebbero portare a un re-rating.

Chi volesse comprare azioni Saipem per cavalcare l’indicazione overweight di JP Morgan può operare con una di queste piattaforme (entrambe molto valide):

logo broker etoro
  • eToro: si tratta di un broker che permette di comprare azioni frazionate e di fare CFD trading operando a leva finanziaria sia al rialzo (long trading) che al ribasso (short trading). Il deposito minimo richiesto per operare è di soli 50 dollari, tra i più bassi del settore. Inoltre si può sempre usare la demo gratuita per imparare ad operare senza rischi.

Incrementa fin da subito tue capacità di trading con un account eToro virtuale da $100.000 più informazioni sul sito eToro <

azioni FinecoBank
  • FinecoBank: è la conosciutissima piattaforma NR 1 in Italia, scelta da migliaia di clienti per fare trading su tantissimi asset diversi. Per rispondere alle esigenze dei piccoli trader (o dei principianti) è stato recentemente lanciato un conto trading Fineco senza canone e costi fissi con sui può investire a condizioni vantaggiose su tanti asset. Fineco, in quanto banca italiana, opera da sostituto di imposta ma solo per i clienti che hanno la residenza in Italia.

Scegli la piattaforma NR 1 in Italia per fare trading sulle azioni > Maggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading