Trimestrali Borsa Italiana: calendario conti terzo trimestre 2023 ottobre/novembre

Aggiornamento del
Inizia la stagione delle trimestrali di Borsa Italiana - BorsaInside

Anche per Borsa Italiana si sta avvicinando la stagione delle trimestrali. A partire dalla prossima settimana, infatti, saranno numerose le quotate del Ftse Mib alle prese con la pubblicazione dei conti del terzo trimestre 2023 e dei conti relativi ai primi 9 mesi dell’anno.

Le informazioni finanziarie periodiche (questa la denominazione ufficiale) dei primi tre trimestri dell’esercizio sono pesantissime in quanto consentono di avere una prima stima su tutto l’anno. Contrariamente a quello che si può quindi pensare, l’appuntamento non è a prendere sotto gamba ma anzi può essere un utile riferimento per chi è alla ricerca di azione da comprare.

Nella sessione autunnale sono più o meno tutte le quotate del mercato azionario a rendere noti i conti trimestrali. Ovviamente, per ragioni di spazio, la nostra attenzione sarà concentrata solo sulle società del Ftse Mib anche perchè è solo su questi titoli che è possibile investire mentre risulta essere più difficile farlo sulle azioni degli indici secondario.

Come fare trading sulle trimestrali in due momenti

Se dovessimo chiedere ad un investitore cosa significa fare trading sulle trimestrali, la sua risposta sarebbe: dopo la diffusione dei conti. E in effetti questo è vero perchè si prendono i conti pubblicati, li si analizzano e si decide come posizionarsi sulla quotata ossia se conviene comprare o vendere.

Vero ma incompleto perchè l’esperienza insegna che si può fare trading su una trimestrale, prima che ci sia la pubblicazione dei risultati. In tal caso parliamo di operatività sulle stime dei conti. Visto che si tratta di una modalità operativa che non è legata a risultati reali, è fondamentale conoscere bene quali sono le fonti da cui si prendono i report sulle stime dei vari conti. Solitamente le più importanti banche d’affari sono solite pubblicare stime e previsioni sulle varie trimestrali nella settimane precedenti all’appuntamento. Esse sono senza dubbio un ottimo punto di riferimento.

Tirando quindi le somme: è possibile fare trading su una trimestrale sia prima della diffusione della stessa che dopo. Di più: se i conti dovessero battere le attese, allora il titolo potrebbe apprezzarsi; se invece i risultati dovessero deluderle, allora è possibile un deprezzamento.

Insomma ogni trimestrale è un evento che si può sfruttare a 360 gradi per fare trading online. Ovviamente va trovato il giusto broker per operare. La nostra raccomandazione, visto che stiamo parlando di azioni di Borsa Italiana, è quella di usare una banca 100% italiana per investire: Fineco.

Non tutti lo sanno ma Fineco ha recentemente lanciato un conto di puro trading (senza quindi servizi bancari) che è particolarmente vantaggioso non avendo nè canone annuo e nè costi fissi.

–SCOPRI IL NUOVO CONTO TRADING FINECO>>

Torneremo a parlare di tutto questo dopo. Adesso vediamo il calendario trimestrali di Borsa Italiana.

Calendario trimestrali Borsa Italiana ottobre 2023

La stagione delle trimestrali su Borsa Italiana (Ftse Mib compreso) parte nell’ultima settimana di ottobre. E si parte subito con il gran botto visto che a pubblicare i conti del terzo trimestre e dei primi nove mesi dell’anno sono quotate molto pesanti come Unicredit, Italgas, Saipem e così via.

Ecco il dettaglio giorno per giorno:

  • 23 ottobre 2023: Unicredit
  • 24 ottobre 2023: Italgas,
  • 25 ottobre 2023: STM e Saipem
  • 26 ottobre 2023: Davide Campari, Eni, Mediobanca, Moncler
  • 30 ottobre 2023: Amplifon
  • 31 ottobre 2023: Stellantis

Calendario trimestrali Borsa Italiana novembre 2023

Nessuna pausa festiva a Piazza Affari. Anche giorno 1 novembre è infatti in programma la pubblicazione di conti trimestrali. Come si può vedere dall’elenco il mese parte il botto per poi rallentare e quindi riprendere verso la metà.

Ecco il dettaglio del mese giorno per giorno:

  • 1 novembre 2023: Iveco
  • 2 novembre 2023: Ferrari
  • 3 novembre 2023: Intesa Sanpaolo
  • 6 novembre 2023: Poste Italiane
  • 7 novembre 2023: Monte dei Paschi di Siena, Banco Popolare, Brembo, Enel, FinecoBank
  • 8 novembre 2023: BPER Banca, Buzzi Unicem, Hera, Nexi, Snam, Telecom Italia, Terna
  • 9 novembre 2023: Azimut Holding, Banca Mediolanum, Leonardo, Pirelli, Unipol
  • 13 novembre 2023: Banca Generali, ERG
  • 14 novembre 2023: A2A
  • 16 novembre 2023: Generali Assicurazioni

Come investire in azioni Italiane con Fineco

azioni FinecoBank

Attraverso Fineco, si possono negoziare azioni provenienti da una vasta gamma di mercati globali, diversificando il proprio portafoglio e sfruttando le opportunità offerte dai mercati internazionali.

Tra i tantissimi mercati disponibili c’è anche quello italiano. Per trovare le azioni che interessano (le big del Ftse Mib ci sono tutte), si può usare il pratico Motore di ricerca sul sito di Fineco, situato nella parte privata dell’account. In alternativa, si navigare nella sezione “Mercati e trading” e selezionare “Azioni” per accedere alla funzione di ricerca dei titoli. In questa sezione sono presenti informazioni dettagliate sulle azioni disponibili, compresi dati di mercato, grafici e notizie, che possono essere di aiuto per prendere decisioni di investimento informate.

La piattaforma Fineco è la NR 1 in Italia per volumi totali di azioni scambiate. Ampia varietà di azioni disponibili e effetto leva con trading in marginazione sono i punti di forza di Fineco. Inoltre grazie ai CFD è possibile fare trading solo con spread. Si può investire in CFD sui principali mercati azionari di UK, USA, Italia, Francia e Germania direttamente in euro e senza costi di informativa.

Per quello che riguarda le commissioni, esse dipendono dal tipo di conto scelto:

  • Conto Fineco (comprende i servizi di banking): 9,95 euro per ordine su Azioni ed ETF Italia, Europa e USA nel mese di apertura conto e in quello successivo
  • Conto trading (non comprende i servizi di banking): 0,19% commissione di negoziazione, niente costi fissi e niente canone mensile di gestione

A prescindere dal conto scelto, è poi possibile sempre optare per il regime fiscale amministrato visto che, in quanto banca italiana, Fineco agisce da sostituto di imposta.

–APRI UN CONTO FINECO E FAI TRADING SFRUTTANDO LE TRIMESTRALI ITALIANE>>

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading