rendimento

Sono due le ragioni per cui un investitore è spinto a comprare azioni. Tanto per iniziare c’è la possibilità di guadagnare con le differenze di prezzo. E in secondo luogo c’è il guadagno derivante dal dividendo.

Nel primo caso si specula sull’apprezzamento del valore delle azioni: Se il valore delle azioni possedute aumenta nel tempo, si ottenere un guadagno nel momento in cui le azioni vengono vendute a un prezzo superiore a quello di acquisto iniziale. Tecnicamente questo guadagno si chiama “plusvalenza” o “profitto in capitale”. Ovviamente poichè il valore delle azioni può anche diminuire, c’è anche il rischio di subire una perdita se il titolo viene venduto ad un prezzo inferiore a quello di acquisto.

Nel secondo cosa, il guadagno è proporzionale al numero di azioni possedute. I dividendi possono essere pagati in contanti (come solitamente avviene) oppure in azioni aggiuntive che gli azionisti ricevono in proporzione alle azioni che possiedono. Il pagamento dei dividendi può essere periodicamente, come trimestralmente o annualmente. Rispetto alla prima leva, quella dell’apprezzamento, i dividendi possono anche rappresentare una fonte di reddito regolare per gli investitori.

Quando si pensa ai dividendi, il pensiero non va solo all’ammontare della cedola ma anche al dividend yield ossia al rendimento da dividendo. E’ questo il valore che fa davvero la differenza.

In questo articolo parleremo proprio di due quotate che garantiscono un bel dividend yield….addirittura un rendimento da dividendo a doppia cifra (che non è assolutamente da tutti).

Cosa è il dividend yield?

Il rendimento dei dividendi è un parametro usato per valutare il rendimento finanziario di un’azione in termini di dividendi. Rappresenta la percentuale dei dividendi distribuiti da una società rispetto al prezzo attuale dell’azione.

Il calcolo del dividend yield è molto semplice e si basa sulla formula seguente:

Dividend Yield = (Dividendo annuale per azione / Prezzo attuale dell’azione) x 100

Il dividendo annuale per azione è il totale dei dividendi distribuiti dalla società in un anno diviso per il numero di azioni in circolazione. Il prezzo attuale dell’azione è il prezzo di mercato al quale l’azione viene negoziata al momento del calcolo.

Ecco due titoli con dividend yield a doppia cifra

Enterprise Products Partners e Innovative Industrial Properties sono due titoli citati in un report di Motley Fool in cui parla appunto di rendimenti da dividendo molto consistenti.

Vediamo nel dettaglio.

Dividend yield di Innovative Industrial Properties: a quanto ammonta

Innovative Industrial Properties è un REIT quotato a Wall Street che è focalizzato sull’industria della cannabis. I numeri della società sono interessanti: Innovative Industrial ha in mano 108 proprietà in 19 stati diversi. Il segreto del business è nei dettaglio: la società, infatti, affitta gli immobili di sua proprietà agli operatori di cannabis.

Grazie proprio ai pagamenti ricevuti per l’acquisto, REIT non solo riesce stabilmente a pagare un dividendo molto interessante ma addirittura è stata capace di aumentarlo di ben il 620 per cento negli ultimi cinque anni.

Il rendimento del dividendo di Innovative Industrial Properties non è aumentato in modo significativo solo perchè la società negli ultimi anni ha sempre incrementato la cedola.

Altro fattore di cui tenere conto è la performance di borsa della quotata. Il prezzo delle azioni ha infatti evidenziato un crollo del 70 per cento da inizio 2022. Il ribasso si giustifica con il fatto che, a causa dei problemi economici, molti inquilini non hanno pagato i canoni di locazione o comunque hanno dei ritardi.

Non si sono tanti broker che coprono Innovative Industrial Properties. Quei pochi che lo fanno hanno assegnato un rating buy sul titolo. Il prezzo obiettivo della migliore copertura implica un potenziale di upside del 70 per cento per i prossimi mesi. Ma anche il target price più basso presenta un potenziale di rialzo molto interessante: quasi il 20 per cento!

Dividend yield di Enterprise Products Partners

E adesso parliamo del rendimento da dividendo di Enterprise Products Partners. Si tratta di una società che ha in gestione oltre 50.000 miglia di condutture a cui si aggiungono tutta una serie di risorse energetiche midstream come ad esempio gli impianti di stoccaggio di liquidi e quelli per il trattamento del gas naturale.

Secondo le stime della US Energy Information Administration il consumo globale di combustibili fossili è destinato a salire ancora fino al 2050. Saranno il gas naturale liquido e il gas di petrolio liquefatto a sostenere una crescita che, solo a prima vista, potrebbe dare l’impressione di andare contro tutti i paradigmi visto che è opinione comune che l’uso dei combustibili fossili sia destinato a calare a tutto vantaggio delle fonti non rinnovabili.

Si tratta di una situazione che potrebbe essere un asso nella manica per realtà come Enterprise Products Partners. I ricavi della società, infatti, non sono legati nè alla quotazione petrolio e nè tantomeno al prezzo del gas naturale. Questo significa che l’andamento dei prezzi delle materie prime non condiziona i fondamentali della quotata. Il dividendo di Enterprise Products Partners è molto goloso ma soprattutto la società lo ha aumentato per 24 anni di fila e questo è un vero e proprio record considerando il settore in cui opera la società americana ossia quello energetico.

E per quello che riguarda il rendimento da dividendo? Con Enterprise Products Partners siamo attorno al 7,7 per cento. Molto interessante per chi punta ad avere delle entrate costanti nel corso dell’anno.

Come investire sulle azioni ad alto dividend yield

Iniziamo col dire che tutti i migliori broker permettono di fare trading sulle azioni e che inserire in portafoglio titoli ad alto dividend yield è sempre un metodo attivo per diversificare il proprio portafoglio.

Premesso questo, dal nostro punto di vista i broker più focalizzati sull’azionariato sono:

logo broker etoro

eToro per comprare azioni reali, possibilità di copiare i traders più bravi grazie al social trading e deposito minimo richiesto pari a soli 50 dollari (tra i più bassi del settore). Inoltre con eToro è anche possibile fare trading con i CFD sulle azioni, speculando sia al rialzo che al ribasso >più informazioni sul sito eToro<

azioni FinecoBank

Fineco Bank: 50 ORDINI GRATUITI, 12 mesi a zero canone e consulenti 100% sempre disponibili anche online. Inoltre con Fineco fai trading su Azioni (ma anche su obbligazioni, ETF e Certificati) in Italia e in Europa con una commissione fissa a partire da 19€ riducibili fino a 2,95€ per ordine. E se vuoi fare trading puoi provare i CFD con sottostante azioni USA e UK> Maggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.