Prezzo petrolio: segnali di rimbalzo. Conviene comprare ora?

Dopo i forti ribassi delle ultime settimane, il prezzo del petrolio è ora pronto a ripartire? Per dare una risposta a questa domanda è necessario andare a guardare ad alcuni aspetti dell’analisi tecnica. Considerando che il quadro macro è immutato, infatti, è solo dal punto di vista tecnico che si possono cogliere eventuali segnali su una possibile ripartenza della quotazione del greggio.

Mentre è in corso la scrittura del post, il petrolio WTI registra un ribasso dello 0,97 per cento a quota 52,96 dollari al barile mentre il prezzo del greggio in versione Brent è in calo dello 0,8 per cento a quota 61,48 dollari al barile. La tendenza ribassista dell’oro nero, quindi, sembrerebbe continuare ma una potenziale situazione di eccesso sembrerebbe lasciar intravedere all’orizzonte un possibile rimbalzo per le quotazioni del greggio. A causa del pesante sell-off nel corso dell’ultimo mese il prezzo del greggio ha lasciato sul terreno il 20 per cento del suo valore. Dal punto di vista dell’analisi tecnica la responsabilità per quanto avvenuto è stata della rottura della linea di tendenza che collega i minimi del 24 a quelli del 26 dicembre 2018.

Il recente ribasso potrebbe dar vita ad un rimbalzo nel breve termine che avrebbe però una durata limitata e circoscritta (a parità di quadro fondamentale di riferimento). A suggerire tale scenario è il fatto che il RSI a 14 periodi è arrivato ad una fase di forte ipervenduto. Guardando ai precedenti, l’ultima volta che si è verificata una situazione simile, la quotazione del petrolio ha messo a segno un rally molto forte. Che anche questa volta si possa assistere ad una evoluzione di questo tipo: forte ipervenduto e quindi attivazione di un rimbalzo di breve termine?

Ad aiutare il recupero del prezzo del petrolio potrebbe essere anche il ritorno di una maggiore fiducia sull’azionario globale.

In considerazione degli elementi suddetti (analisi tecnica e recupero dell’azionariato) conviene investire sul prezzo del petrolio oggi? Certamente le basse quotazioni del greggio attirano le idee di acquisto e quindi pensare di entrare a questi prezzi ad esempio usando i CFD è logico. Se si sceglie di investire sul prezzo del petrolio la resistenza di breve termine da monitorare è collocabile in area 54,60 dollari. Se il greggio dovesse raggiungere questo livello allora si attiverebbe una veloce risalirà verso l’alto dei prezzi la cui durata, però, non sarebbe poi tanto lunga. In sintesi quindi: la rimbalzo della quotazione petrolio ci sarà ma esso sarà di breve durata.

APPROFONDISCI – Analisi tecnica materie prime: previsioni prezzo petrolio e oro settimana 3-7 giugno 2019

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Americana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.