Skin ADV

Prezzo petrolio previsioni: sondaggio Brent e WTI estate 2019

Prezzo petrolio previsioni: sondaggio Brent e WTI estate 2019
© Shutterstock

Un sondaggio della CNBC fa il punto sul possibile andamento della quotazione petrolio nell'estate 2019

Quali sono le previsioni sul prezzo petrolio per l'estate 2019? Se sei interessato ad investire sulla quotazione del greggio nel breve e medio termine, il sondaggio realizzato dalla CNBC tra 22 analisti fa al caso tuo. Il report elaborato dagli esperti della CNBC è molto utile per capire come posizionarsi sulla quotazione petrolio alla luce di tutti quelli che sono i fattori che compogono il contesto di fondo.

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

Il messaggio che si evince dal sondaggio tra gli esperti del mercato petrolifero è questo: il focus del settore resterà incentrato non tanto sull geopolitica quanto sulla domanda globale di greggio. E' ovvio che elementi geopolitici, a partire dal rapporto tra Stati Uniti e Iran, abbiano un loro peso ma, perlomeno nei prossimi mesi, saranno questi prettamente economiche a condizionare l'andamento del prezzo del greggio.

Secondo il sondaggio della CNBC, a fine agosto il petrolio sarà sui livelli attuali o al massimo poco sopra quelle che sono le recenti quotazioni. 

Per il 50 per cento dei soggetti intervistati, il petrolio in versione WTI si attesterà entro la fine di agosto in un range compreso tra i 60 e i 70 dollari al barile contro i 60 dollari al barile attuali. Secondo il 41 per cento degli intervistati, invece, la quotazione petrolio resterà in quella che è la forchetta attuale. In pratica per poco meno della metà degli analisti interpellati dalla CNBC non ci saranno novità sulla quotazione del greggio nell'estate 2019

Per quanto riguarda le previsioni Brent, invece, il 52 per cento degli intervistati vede i prezzi in un range compreso tra i 60 e i 70 dollari al barile mentre il 30 per cento degli intervistati ritiene che la quotazione Brent possa attestarsi in una forchetta compresa tra i 70 e gli 80 dollari al barile. 

Quotazione petrolio previsioni estate 2019: i drivers

Secondo i 22 esperti di mercato petrolifero intervistati dalla CNBC, il prezzo del greggio questa estate sarà condizionato dalla domanda e, solo in seconda battuta, dalle questioni geopolitiche. Per il 41 per cento degli intervistati l'andamento del prezzo del petrolio sarà sempre più legato alla domanda mentre per il 18 per cento degli intervistati saranno le novità sulla guerra commerciale Usa Cina a condizionare le quotazioni. Solo per il 14 per cento degli intervistati la quotazione petrolio questa estate sarà condizionata dalle tensioni geopolitiche tra Usa e Iran.

In relazione allo scontro tra americani e iraniani, ben il 52 per cento degli intervistati ritiene che un canale diplomatico tra i due paesi potrà essere aperto non prima di 6 mesi. In pratica per la maggioranza dei 22 analisti interpellati nel sondaggio sulla tensione Usa-Iran non ci saranno novità fino all'autunno inoltrato. Sempre per la maggioranza degli intervistati ossia il 36 per cento, la tensione tra i due paesi non porterà ad alcuna guerra. Un conflitto Usa-Iran è invece visto come probabile dal 18 per cento (piccole schermaglie senza vittime) e dal 23 per cento (scontro militare con attacchi missilistici limitati).

Quotazione petrolio OPEC

Nel report della CNBC non manca un riferimento al vertice OPEC dell'1 e 2 luglio 2019. Secondo la maggioranza degli analisti (ben il 93 per cento degli intervistati), il summit porterà ad una estensione dei tagli alla produzione già in atto. 

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro