A due settimane dalle elezioni presidenziali americane in programma il 3 novembre, gli investitori sembrano essere decisamente incerti sulla posizione da adottare sui vari asset tanto che, come messo in evidenza da molte ricerche, in molti avrebbero deciso di non fare puntate consistenti o addirittura di restare a guardare. Il motivo è semplice: i sondaggi sull’esito del voto sono molto incerti e, a differenza di circa un mese fa, la vittoria di Biden non può essere più considerata scontata. 

Dinanzi a questo contesto, quali sono gli scenari con cui deve fare i conti il trader che ha deciso di investire sull’oro e punta a mantenere o ad aumentare la posizione? Prima di affrontare questo argomento, ricordo che chi non ha mai fatto trading online ma punta ora a sfruttare il driver rappresentato dalle elezioni Usa, dovrebbe evitare di esporre a rischio il suo capitale a causa di errori dovuti alla scarsa conoscenza del trading e iniziare ad operare in modalità demo. Un broker affidabile come eToro (qui la recensione) mette a disposizione la demo gratuita da 100.000 euro per imparare a fare trading senza rischiare soldi. 

Trading CFD sull’oro: demo gratis eToro da 100.000€ >>> clicca qui

Premesso questo, si possono individuare dei fattori che sono in grado di condizionare l’andamento della quotazione oro a prescindere da quello che sarà l’esito del voto in Usa. Un catalizzatore di questo tipo è rappresentato dal possibile accordo tra il Segretario al Tesoro Steven Mnuchin e la Presidente della Camera dei Rappresentanti Nancy Pelosi. Se tale intesa ci dovesse essere, il prezzo dell’oro potrebbe subito registrare un movimento al rialzo da sfruttare con opportune posizioni long (qui la demo ufficiale eToro per imparare a fare long trading)

Ad essere onesti sul mercato non sembra esserci poi tanta fiducia in merito ad un possibile accordo tra le parti e infatti il contratto di dicembre sul gold è in ribasso in area 1900 dollari l’oncia (grafico in basso). 

Secondo Jeffrey Halley, analista di OANDA a New York, i mercati finanziari, in vista delle elezioni americane, sembrano essere bloccati in modalità “cane che morde la coda”. Questo starebbe avvenendo perchè le voci su esito delle elezioni in Usa e seconda (terza negli States) ondata di coronavirus, stanno facendo così tanto rumore da recare disturbo a quello che davvero conta. 

Guardando i grafici, Halley ha messo in evidenza che il gold continua ad essere scambiato attorno ai 1900 dollari l’oncia in un contesto per nulla entusiasmante per il volume di scambi. Considerando questo andamento è ovvio che il gold si stia “muovendo su sfumature in altri mercati e non solo sui suoi fondamentali”. Dal punto di vista tecnico, range che sono sempre più stretti “formazione a triangolo che suggerisce l’arrivo di un enorme breakout, con il potenziale di muovere oltre 100 dollari l’oncia“.

Al vertice di tale triangolo si trova quota 1920 dollari mentre alla base c’è quota 1.890 dollari con una media mobile su 100 giorni che è pari a 1.875 dollari l’oncia. 

Se reputi interessante questo scenario sul prezzo del gold, puoi investire in oro attraverso i CFD. Per imparare ad operare segnalo un secondo broker: Plus500 (qui trovi la recensione). Anche Plus500 ti mette a disposizione la demo gratuita per imparare a fare trading sull’oro con i CFD. 

Demo gratis Plus500 per comprare/vendere CFD petrolio>>>clicca qui

Tornando al punto di vista di Halley sull’oro, l’analista ritiene che una chiusura giornaliera sopra o sotto tali livelli sarebbe il segnale che il breakout stia finalmente partendo. E’ però probabile che il fattore di innesco arrivi da un’altra parte e quindi la linea dell’attendismo potrebbe essere la migliore. “Aspettare di capire da che parte cadrà l’albero rappresenta forse la strategia migliore per ora” ha concluso l’analista. 

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.