metalli industriali in lavorazione e grafico crescita
3 migliori titoli dei metalli industriali - Borsainside

Non è stato un periodo facile per il settore dei metalli industriali. I trend positivi del 2022, sostenuti dai timori che l’inflazione potesse restare su livelli alti più del previsto, hanno ceduto il passo al pessimismo e alle preoccupazioni per una potenziale recessione. Il più grande consumatore di metalli industriali al mondo, la Cina, non sono se la passa bene e anche il più prolungato calo dell’indice PMI Usa dai tempi della Grande Recessione, ha fomentato un certo pessimismo.

Non c’è quindi da stupirsi se l‘indice Bloomberg Industrial Metals ha perso il 19 per cento dal suo picco di gennaio 2023, mentre l’ETF S&P Metals and Mining SPDR ETF è arretrato dell’11 per cento. Come sempre accade quando si parla di investimenti, la flessione crea dei margini di ingresso molto interessanti. Del resto i timori di recessione sono stati già scontati mentre sull’economia ci sono dei segnali positivi (mercato del lavoro forte e tassi elevati di costruzione di nuove abitazioni) che lasciano ben sperare per il futuro del settore dei metalli industriali.

In questo contesto saper scegliere bene i titoli su cui speculare diventa essenziale. I players del settore sono tanti ma gli investitori dovrebbero preferire i titoli che presentano fondamentali solidi.

Ecco quindi tre società di metalli industriali che potrebbero offrire agli investitori il miglior rendimento:

  • Vale S.A.
  • Anglo American
  • Ferroglobe

Come si può vedere da questa short list, si tratta di 3 quotate Usa. Per questo motivo è fondamentale scegliere un broker che abbia un’ottica copertura su Wall Steeet. Un esempio è Freedom24 che ha anche il vantaggio di non prevedere commissioni per i primi 30 giorni dall’apertura del conto. Approfondiremo le caratteristiche di questo broker nella seconda parte dell’articolo. Adesso focalizziamoci sulle migliori azioni del settore dei metalli industriali.

COMPRA AZIONI A SENZA COMMISSIONI PER 30 GIORNI SU FREEDOM24>>

Azioni Vale S.A.

Vale è il più grande produttore mondiale di minerale di ferro e il secondo produttore di nichel. L’azienda opera in due segmenti: Iron Solutions e Energy Transition Materials.

Nonostante sia il secondo maggior produttore di nichel e un attore di rilievo nel mercato del rame, circa l’80 per cento dei ricavi dell’azienda proviene dal minerale di ferro, dalle pellettizzazioni del minerale di ferro e da altri prodotti ferrosi. Come altri mercati dei metalli industriali, la produzione di minerale di ferro è sensibile ai cicli economici e dipende fortemente da settori come l’edilizia, l’automotive e l’industria pesante.

I prezzi del minerale di ferro sono diminuiti costantemente per gran parte del 2022 a causa delle preoccupazioni per una frenata nel mondo sviluppato, dell’aumento dei tassi di interesse, dell’inflazione e dei problemi legati alla catena di approvvigionamento, toccando un minimo locale di $80,0/t all’inizio di novembre. Di conseguenza, i ricavi di Vale dal minerale di ferro sono diminuiti del 24% nel 2022. Nonostante il recupero del mercato del minerale di ferro e l’aumento dei volumi di produzione, Vale ha continuato a perdere ricavi all’inizio del 2023. Nel primo trimestre del 2023, i ricavi dell’azienda nel settore del minerale di ferro sono diminuiti del 26,6% anno su anno. La differenza tra la dinamica di produzione e vendita è principalmente dovuta a restrizioni meteorologiche nel Porto del Nord e al riequilibrio della catena di approvvigionamento.

Le dinamiche dei tassi di cambio hanno rappresentato un ulteriore ostacolo per l’azienda, poiché la maggior parte delle miniere di Vale si trova in Brasile.

Tutte queste sfide si riflettono nel valore di mercato dell’azienda. Attualmente, Vale sta negoziando circa il 40 pento al di sotto dei livelli del 2021 e il 28 per cento al di sotto del massimo locale raggiunto a gennaio. Tuttavia c’è un certo ottimismo sulle prospettive di Vale. Nonostante le preoccupazioni macroeconomiche, il prezzo del minerale di ferro è aumentato di oltre il 38 per cento, passando da $80 a $111 per tonnellata, da novembre 2022. Vale genera flussi di cassa positivi a $61 per tonnellata. Pertanto, i prezzi del minerale sono dell’85 per cento al di sopra del punto di pareggio dell’azienda.

Non va inoltre tralasciato che Vale è il secondo maggiore produttore mondiale di nichel, il che rende l’azienda un importante beneficiario delle tendenze di decarbonizzazione e transizione energetica. Si prevede che il mercato globale del nichel crescerà a un tasso di crescita annuale composto (CAGR) impressionante del 10,6 per cento fino al 2027.

Con sede in Brasile, Vale ha alcuni dei migliori margini operativi e netti del settore, nonché un basso punto di pareggio, il che consente all’azienda di affrontare con fiducia le tempeste macroeconomiche.

Nel primo trimestre, Vale ha pagato $1,8 miliardi in dividendi e ha anche riacquistato azioni per un valore di $763 milioni. Le aspettative sono nella prosecuzione della distribuzione di denaro agli azionisti.

–COMPRA AZIONI VALE GRATIS PER 30 GIORNI SU FREEDOM24>>

Azioni Anglo American

Anglo American (NGLOY) possiede un portafoglio di attività minerarie e di lavorazione in vari segmenti. L’azienda è impegnata nell’estrazione e nella lavorazione di metalli come platino, diamanti grezzi e lucidati, rame, carbone per la produzione dell’acciaio e minerale di ferro.

Grazie ad una forte diversificazione, Anglo American può mantenere la leadership nei segmenti tradizionali e allo stesso tempo beneficiare della trasformazione in corso in diversi settori e industrie. Il vasto portafoglio dell’azienda include asset in segmenti come metalli del gruppo del platino, minerale di ferro, rame, diamanti, carbone per la siderurgia, manganese e nichel. Circa il 27 per cento dei ricavi di Anglo American e il 34 per cento del reddito operativo provengono dai metalli del gruppo del platino.

Stando alle previsioni, il mercato dei metalli del gruppo del platino dovrebbe affrontare una carenza di approvvigionamento nei prossimi anni a causa della diminuzione degli investimenti in nuova capacità negli ultimi anni. Allo stesso tempo, i rigorosi regimi di controllo delle emissioni stimoleranno la domanda di catalizzatori al palladio utilizzati nei convertitori catalitici. Secondo il World Platinum Investment Council (WPIC), il deficit di platino potrebbe allargarsi a 983.000 once nel 2023. Inoltre, il WPIC prevede un deficit annuale costante e in crescita fino al 2027. È importante notare che Anglo American è il maggiore produttore di metalli del gruppo del platino. Con una produzione totale di circa 4 milioni di once, l’azienda produce il 40 per cento dei metalli del gruppo del platino nel mondo. Il previsto deficit dovrebbe fornire un significativo vento in poppa all’azienda.

Anglo American è anche uno dei 10 maggiori produttori di rame al mondo. Le proprietà uniche del rame lo rendono un ingrediente vitale per la trasformazione dell’energia.

Si prevede che le vendite globali di veicoli elettrici rappresenteranno il 40 per cento delle vendite totali di veicoli entro il 2030. La produzione di veicoli elettrici richiede quattro volte più rame rispetto ai veicoli a motore a combustione interna (ICE).

Gli analisti di Goldman Sachs hanno previsioni ancora più audaci. La domanda di rame aumenterà quasi del 600 per cento entro il 2030, secondo la banca d’investimento.

Nel 2022, Anglo American ha prodotto 664.000 tonnellate di rame, di cui 562.000 tonnellate provenienti dal Cile e 102.000 tonnellate dagli asset peruviani dell’azienda. Lo scorso giugno, Anglo American ha lanciato la miniera di Quellaveco in Perù, che oggi è uno dei più grandi depositi di rame inesplorati al mondo.

Anglo American possiede l’85 per cento di De Beers, la principale azienda diamantifera al mondo. Il restante 15 per cento è di proprietà del Governo della Repubblica del Botswana. De Beers e i suoi partner producono circa un terzo dei diamanti grezzi del mondo in valore. I diamanti sono uno dei segmenti in più rapida crescita nel mercato dei minerali.

I pagamenti dei dividendi sono una delle priorità di Anglo American nell’allocazione del capitale. La politica attuale dei dividendi prevede distribuzioni del 40 per cento del reddito netto. Il rendimento dei dividendi per gli ultimi 12 mesi è stato del 6,5%. La previsione del consenso degli analisti suggerisce un rendimento futuro dei dividendi del 5,2 per cento, secondo Refinitiv.

–COMPRA AZIONI ANGLO AMERICAN GRATIS PER 30 GIORNI SU FREEDOM24>>

Azioni Ferroglobe

Infine nella lista delle migliori azioni dei metalli industriali c’è Ferroglobe. Si tratta di uno dei maggiori produttori mondiali di silicio metallico, nonché di leghe di silicio e manganese. L’azienda estrae anche quarzo e carbone da coke in Spagna, Stati Uniti, Canada e Sud Africa.

Nonostante le sue dimensioni contenute, Ferroglobe è un produttore leader di silicio metallico e un attore importante nel mercato delle leghe di manganese. Con una capacità massima di produzione di polisilicio di circa 328.000 tonnellate metriche, Ferroglobe rappresenta il 66 per cento della capacità produttiva in Nord America e circa il 25 per cento del mercato globale, escludendo la Cina.

Con una presenza globale su cinque continenti, Ferroglobe offre una vasta gamma di prodotti per servire una varietà di mercati finali, compresi quelli in rapida crescita come l’energia solare, i veicoli elettrici, l’elettronica di consumo e i semiconduttori. Il silicio metallico è il materiale semiconduttore più comune nei moduli solari perché può essere convertito in silicio ad alta purezza. Circa il 95 per cento dei pannelli solari venduti oggi sono realizzati con silicio metallico.

Secondo l’Associazione Industriale dell’Energia Solare (SEIA), l’industria dell’energia solare sta mostrando una ripresa impressionante dopo l’anno difficile del 2022, con la distribuzione dei pannelli solari che ha raggiunto un livello record nel primo trimestre del 2023. Si prevede che la capacità totale delle installazioni solari pianificate raggiungerà circa 30 GW entro la fine dell’anno.

La quotata ha intrapreso misure strategiche volte a incrementare i volumi di produzione. Tendendo conto dei favorevoli nei mercati finali, si può affermare che Ferroglobe abbia un significativo potenziale di crescita. Tuttavia, al momento l’azienda sta affrontando una debole domanda nei mercati finali a causa dell’effetto base elevato del 2022.

Lato finanziario, negli ultimi 12 mesi i ricavi di Ferroglobe sono stati 2,28 miliardi, in calo del 12,1 per cento rispetto al 2022. La dinamica negativa è dovuta a una diminuzione della domanda nei mercati finali. Il profitto lordo è quindi diminuito da 1,31 miliardi di dollari a 1,03 miliardi di dollari mentre il margine lordo è sceso dal 50,53 per cento al 45,24 per cento.

–COMPRA AZIONI FERROGLOBE GRATIS PER 30 GIORNI SU FREEDOM24>>

Perchè investire nelle azioni dei metalli industriali con Freedom24

Freedom24 logo

Se stai cercando un broker per investire nel settore dei metalli industriali, Freedom24 potrebbe essere la scelta ideale. Questa piattaforma si concentra sulle azioni e sugli ETF, ed è particolarmente adatta per coloro che vogliono esplorare le opportunità di investimento nel mondo dei metalli. Ma Freedom24 offre anche una serie di vantaggi significativi che potrebbero rendere l’esperienza di investimento ancora più interessante.

Una delle caratteristiche distintive di Freedom24 è la possibilità di ottenere rendimenti sui depositi non investiti. Attraverso il conto D (conto di risparmio), si possono guadagnare rendimenti annui sui fondi che non sono attualmente impiegati nell’investimento. Questa opzione permette di ottimizzare i rendimenti, anche sui fondi inattivi.

Inoltre, Freedom24 offre una serie di servizi esclusivi che mirano a ridurre i costi di negoziazione. Ciò può essere un fattore cruciale nel mondo degli investimenti, poiché ridurre i costi può aumentare i profitti complessivi. Inoltre, i clienti possono beneficiare dei consigli di investimento forniti dal pluripremiato team di analisti di Freedom Finance.

Chi è interessato a coprirsi dal rischio, può fare anche trading di opzioni sulle azioni statunitensi. Inoltre, la piattaforma ti offre l’accesso a oltre 1.000.000 di azioni, ETF, opzioni su azioni e futures, consentendo a tutti di costruire un portafoglio su misura in base alle proprie preferenze e ai proprio obiettivi.

Una delle caratteristiche più attraenti per i nuovi clienti di Freedom24 è l’opportunità di operare sui mercati senza commissioni per i primi 30 giorni dall’apertura del conto. Questo significa che è possibile esplorare il mondo degli investimenti senza doversi preoccuparti delle commissioni.

–COMPRA AZIONI DEL SETTORE METALLI SENZA COMMISSIONI PER 30 GIORNI SU FREEDOM24>>

Gli investimenti in titoli e altri strumenti finanziari comportano sempre il rischio di perdita del capitale. Le previsioni e le performance passate non sono indicatori affidabili dei risultati futuri. Prima di effettuare qualsiasi investimento, è essenziale compiere una propria analisi.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.