Borsainside.com

Coronavirus: gli impatti sull’area euro secondo S&P Global Ratings

s&p

S&P aggiorna i propri dati sulle conseguenze economiche della pandemia del coronavirus.

S&P Global Ratings ha diramato una nota sull’impatto del coronavirus sull’area euro, illustrando in che modo l’economia europea sta subendo l’effetto di numerosi shock determinati dalla crisi del COVID-19 in modo diretto e indiretto.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

In particolar modo, secondo la nota di S&P, il ritardo e le misure di contenimento del coronavirus potrebbero spingere l'economia dell'eurozona in una recessione tecnica nella prima metà di quest'anno. Tuttavia – ed è questo il focus più interessante della nota – sarà un apprezzamento disordinato dell'euro, se dovesse persistere, ad essere la più grande minaccia alla crescita nel 2021.

Leggi anche: Forex trading per islamici: lecito o no?

Per la società di analisi, la riduzione della differenza tra l'euro e i tassi di interesse statunitensi sta esercitando una pressione al rialzo sull'euro, e l’effetto delle precedenti operazioni di carry trade destinate agli Stati Uniti gioca un ruolo importante in questo contesto. Nei prossimi mesi tutto ciò potrebbe portare a flussi di capitali piuttosto volatili mediante l'Atlantico, e a un considerevole flusso di denaro verso l'Europa.

"I mercati azionari ribassisti e le forti fluttuazioni dei prezzi del petrolio si aggiungono a questo quadro, che appare sempre più come la tempesta perfetta per l'economia europea", ha precisato detto Sylvain Broyer, Chief Economist di S&P Global Ratings EMEA, nel report "Disorderly Appreciation Of The Euro Might Inflict Longer-Lasting Economic Harm Than COVID-19".

Leggi anche: Media mobile nel Forex, cos’è e quali segnali di trading ottenere

"Le incertezze sulla tempistica del picco del virus, i possibili effetti secondari sulla solvibilità, l'efficacia delle risposte di politica fiscale e monetaria e la propagazione del coronavirus a un maggior numero di partner commerciali europei e soprattutto agli Stati Uniti rappresentano un rischio considerevole per le prospettive economiche dell'Europa" – prosegue la nota. Se COVID-19 dovesse diffondersi tra la popolazione europea seguendo la stessa curva della Cina o della Corea del Sud, allora le attività economiche potrebbero riprendersi entro la fine del secondo trimestre, e una ripresa del PIL a forma di U sarebbe lo scenario più probabile.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS