Calcolo ISEE: come fare? Documenti da presentare per la DSU - Scadenze

modello ISEE 2019
modello ISEE 2019

Modello ISEE online: Come fare per compilare la DSU e richiedere l’attestazione sul sito dell’INPS. Tutti i documenti e le procedure da seguire, passo dopo passo.

CONDIVIDI

Purtroppo non tutti sono aggiornati su quelle che sono le scadenze e gli adempimenti richiesti al fine di usufruire delle agevolazioni fiscali. Oggi quello che analizzeremo è il modello ISEE 2019, le istruzioni per richiederlo online in modo facile e veloce e quelli che sono i documenti richiesti.

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Faremo tutto questo partendo dalla base, ovvero da come fare l’ISEE online direttamente sul sito dell’INPS. Per far questo, però deve essere presentato un ulteriore documento (la DSU), ovvero la Dichiarazione Sostitutiva Unica.

Badate bene che il modello ISEE è uno dei protagonisti di questo caldo anno pieno i riforme fiscali e di inventivi per famiglie e imprese. Esso è molto importante anche per richiedere il reddito di cittadinanza ma anche per il saldo e stralcio delle cartelle.

In breve, il modello ISEE è fondamentale al fine di aver accesso alle prestazioni sociali agevolate. Per quest’anno l’INPS ha istituito un simulatore di calcolo che non ha in alcun modo valore legale ma che serve solo a farsi un’idea. Esso non potrà essere utilizzato ai fini della presentazione di domande di natura socio-assistenziale.

A questo punto, non ci resta che analizzare, nei paragrafi successivi, quali sono le istruzioni da seguire per calcolare l’Isee online e quali sono i documenti richiesti dall’INPS.

Come detto in precedenza, uno degli elementi cardini per richiedere l’ISEE e la DSU. Ad oggi ci sono tre tipologie di DSU differenti:

  1. Mini DSU;
  2. DSU integrale;
  3. DSU corrente.

Al momento ricordiamo anche che la maggior parte delle prestazioni sociali agevolate necessita solo dell’ISEE 2019 mini.

Per altri casi, invece, è richiesta anche la consegna di un modello specifico, come ad esempio l’ISEE universitaria, necessaria per tutti coloro che fanno richiesta di prestazioni per il diritto allo studio universitario.

Modello ISEE: cos'è? Definizione

L’ISEE è l’acronimo di Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Esso indica il parametro che viene utilizzato da anni al fine di accedere alle numerose prestazioni sociali agevolate.

Da quest’anno, esso servirà anche per accedere alla prestazione reddito di cittadinanza e per accedere alla pace fiscale, nonché per i bonus rivolti a neo-mamme e studenti.

ISEE Online 2019: come fare?

Al fine di effettuare il calcolo dell’ISEE 2019 e per compilare in tutti i suoi punti la DSU online è necessario:

  1. Predisporre tutti i documenti di riferimento;
  2. Essere in possesso del Pin Inps;
  3. Essere in possesso in alternativa al PIN INPS le credenziali Spid.

Questi passaggi sono importanti al fine di redigere nel migliore dei modi l’ISEE online

Non hai le credenziali INPS? Le puoi richiedere direttamente online tramite accesso alla sezione “Isee Online”.

In questo caso, devi oproseguire con l’inoltro della domanda direttamente all’INPS, il quale provvederà poi ad inoltrare il Pin dispositivo entro 7 giorni dall’inserimento della richiesta presso il domicilio indicato.

In alternativa ci si può recare presso uno sportello Inps e richiedere le credenziali Spid, il sistema di identità digitale della Pubblica Amministrazione.

Se invece sei già in possesso delle credenziali, devi accedere all’apposita pagina Isee Inps e seguire la procedura guidata.

Come compilare il modello ISEE online?

Di seguito analizzeremo la procedura da seguire al fine di giungere al termine della compilazione inerente al modello Isee 2019.

Acquisizione on-line Dichiarazione Sostitutiva Unica DSU

Il primo passo riguarda l’acquisizione della DSU. Questo è possibile farlo tramite una della modalità più idonea scegliendo tra:

  • DSU Mini;
  • DSU Integrale;

questo serve al fine di indicare tutti i dati necessari per il calcolo dell’indicatore.

Sottoscrizione della Dichiarazione Sostitutiva Unica

Questo passaggio è invece importante al fine di trasmettere i dati indicati all’INPS e allo stesso tempo permettere il calcolo dell’indicatore.

Attesa della lavorazione

Il terzo passaggio è un po’ noioso ma obbligatorio e riguarda l’attesa dell’elaborazione della Sottoscrizione della DSU. Questo passaggio oltre ad essere necessario è anche obbligatorio e serve all’INPS per acquisire i dati auto-dichiarati e i dati patrimoniali al fine di determina l’Isee. Il tutto viene reso disponibile secondo una delle modalità indicate all’atto della sottoscrizione.

In un termine max. di 15 gg dall’atto di sottoscrizione della DSU, l’INPS provvederà all’inoltro della richiesta e dunque al calcolo dell’Isee 2019.

Nel caso di imminente scadenza della prestazione di cui si vuole usufruire, sarà possibile presentare all’ente solo il documento DSU, il quale poi sarà l’ente stesso che eroga la prestazione ad integrare la documentazione richiesta con la parte mancante.

Al fine di effettuare l’Isee online è necessario avere a disposizione tutti i documenti richiesti che in seguito indicheremo.

Calcolo ISEE Online e Modello DSU: quali documenti servono per il calcolo ISEE 2019?

Al fine di richiedere il modello ISEE 2019 devono essere presentati alcuni documenti. Per comodità li suddivideremo per categorie:

Documenti ISEE relativi al nucleo familiare

  • stato di famiglia;
  • codice fiscale;
  • documento d’identità valido;
  • ultima dichiarazione dei redditi (modello UNICO o modello 730);
  • certificazione dei redditi (Certificazione Unica, ex CUD);
  • contratto d’affitto e copia dell’ultimo canone versato;
  • saldo contabile dei depositi bancari e postali;
  • estratti conto con giacenza media annuale dei depositi bancari e postali al 31/12/2018;
  • azioni o quote detenute presso società od organismi di investimento collettivo di risparmio;
  • dati patrimonio immobiliare così come risultanti da visura catastale;
  • contratto di assicurazione sulla vita.

Nel caso di soggetti esonerati dall’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi modello Unico o modello 730 si deve anche disporre della Certificazione Unica 2018 (ex Cud), sempre relativa ai redditi 2017.

Documenti per il calcolo modello ISEE 2019 e DSU

  • Certificati di invalidità;
  • documentazione attestante:
    • compensi;
    • indennità;
    • trattamenti previdenziali;
    • trattamenti assistenziali;
    • reddito esente IRPEF;
    • redditi prodotti all’estero;
    • borse e/o assegni di studio;
    • assegni di mantenimento per coniuge e figli;
    • compensi erogati per prestazioni sportive dilettantistiche.

Documenti ISEE patrimonio mobiliare e immobiliare

Per calcolare e compilare la DSU necessaria poi per calcolare l’ISEE online è necessario essere in possesso anche dei dati relativi al patrimonio mobiliare e immobiliare con scadenza al 31/12/2018.

Nello specifico i documenti necessari sono:

  • titoli di stato;
  • buoni postali;
  • partecipazioni azionarie;
  • obbligazioni;
  • BOT;
  • CCT;
  • buoni fruttiferi;
  • fondi d’investimento;
  • forme assicurative di risparmio, ecc.;
  • saldo e giacenza media annua di
    • estratti conto correnti;
    • depositi bancari e postali;
    • libretti postali e simili;
  • mutui (Certificazione della quota capitale residua dei mutui stipulati per l’acquisto e/o la costruzione degli immobili di proprietà);
  • case di proprietà (Certificati catastali, atti notarili di compravendita, successioni);
  • assicurazioni sulla vita;
  • targa o estremi di registrazione al P.R.A. e/o al R.I.D. di autoveicoli e motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500cc;
  • navi e imbarcazioni da diporto;

Questi ultimi devono essere posseduti alla data di presentazione della dichiarazione.

Calcolo ISEE 2019 online: moduli da compilare

Come sicuramente già saprai, con la Riforma ISEE 2015 il modello di dichiarazione è stato reso modulare. Questo vuol dire che ai fini del calcolo modello Isee 2019 online si deve compilare uno specifico modulo per tute le tipologia di prestazione sociale che sono svolte in forma agevolata inserendo i dati contenuti nei documenti sopra elencati.

In merito alla procedura e al calcolo nonch alla compilazione Isee online viene richiesto di inserire la tipologia di prestazione sociale agevolata di interesse. Nello specifico devono essere inserite le prestazioni di diritto allo studio universitario, di natura sociosanitaria, prestazioni in ambienti residenziali.

Oltre a compilare i campi relativi ai redditi, tutta la situazione patrimoniale come anche la situazione inerente alla componente nucleo familiare, deve essere prese in considerazione e analizzata attentamente considerando anche che le sezioni del modello Isee più importanti sono queste.

Tieni presente che soltanto con la compilazione del corretto modulo e della giusta DSU (Mini o Integrale) si avrà diritto alle prestazioni sociali agevolate.

All’interno del sito Inps è disponibile un’informativa tecnica necessaria alla corretta compilazione del modello Isee 2019 online.

Ricordiamo anche che dal 2017 è stato reso disponibile il simulatore online Inps ideale per il calcolo Isee ordinario, grazie al quale è possibile calcolare se si ha diritto o meno alla prestazione previdenziale. Questo non ha valore legale ma solo informativo.

Si ricorda anche che in caso di errori all’interno della compilazione o in mancanza di convalida di deve accedere nuovamente alla sezione del sito Inps e compilare il modulo integrativo con i dati corretti.

ISEE 2019: novità

Una delle novità che riguardano il modello ISEE 2019 è quella legata alla scadenza. Infatti essa viene sdoppiata per le DSU presentate fino ad agosto e da settembre in poi. La validità seguendo questi parametri sarà rispettivamente fino a dicembre 2019 o fino ad agosto 2020.

Modello ISEE 2019: come presentare la DSU

Il nuovo modello ISEE 2019 prevede la presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), ovvero un documento che contiene:

  • Dati anagrafici;
  • Dati reddituali;
  • Dati patrimoniali;

questi devono essere calcolati tenendo conto del numero dei componenti e dei beni di ogni nucleo familiare.

Per quanto riguarda invece la Dichiarazione Sostitutiva Unica per il calcolo del modello ISEE 2019 essa potrà essere presentata presso uno dei seguenti enti:

  • Ente erogatore della prestazione sociale agevolata;
  • Comune di residenza;
  • Centro di Assistenza Fiscale (CAF);

è possibile richiedere tutte queste prestazioni direttamente per via telematica alla sede INPS competente per territorio o anche collegandosi al sito internet www.inps.it , tramite la sezione Servizi On-line -> Servizi per il cittadino.

Al fine di completare la compilazione della DSU è necessario essere in possesso i documenti specificati in precedenza e inerenti a tutti i componenti del nucleo familiare.

Per il calcolo dell’ISEE 2019, se non si posseggono redditi da lavoro devono presentare la Certificazione Unica dei redditi di 2 anni fa.

Documenti ISEE per i portatori di handicap

Nel caso in cui invece trattasi di soggetti portatori di handicap questi devono presentare i seguenti documenti per il calcolo del modello ISEE 2019:

  • Certificazione dell’handicap attestante la denominazione dell’ente che ha rilasciato il documento, il numero identificativo e la data di rilascio;
  • Spese pagate per l’assistenza personale e/o per il ricovero presso strutture residenziali;

Per ulteriori informazioni si consiglia di visitare il sito dell’INPS nella sezione: Come compilare la DSU e richiedere l’ISEE.

Calcolo modello ISEE 2019: come avviene?

Una volta che hai a portata di mano tutti i documenti devi procedere al calcolo dell’ISEE 2019. La richiesta di tale documento è valido solo e soltanto per l’anno di richiesta.

Premesso questo passiamo ad analizzare come effettuare il calcolo. Per far questo va sottolineato che è l’INPS, a seguito di avvenuta ricezione della DSU (compilata dal contribuente) che attinge tramite propria banca dati alle informazioni in proprio possesso.

Tramite queste l’INPS determinerà il valore dell’ISEE effettuando un rapporto tra l’Indicatore della Situazione Economica (ISE) e il parametro desunto dalla scala di equivalenza come di seguito riportata in tabella:

Numero dei componenti

Parametro

1

1.00

2

1.57

3

2.04

4

2.46

5

2.85

Sulla base del valore della scala di equivalenza, il calcolo dell’ISEE prevede l’applicazione delle seguenti maggiorazioni:

  • 0,35 per ogni ulteriore componente;
  • 0,5 per ogni componente con disabilità:
    • Media;
    • Grave;
    • non autosufficiente;
  • 0,2 in caso di presenza nel nucleo di tre figli;
  • 0,35 in caso di quattro figli;
  • 0,5 in caso di almeno cinque figli;
  • 0,2 per nuclei familiari con figli minori;
  • 0,3 in presenza di almeno un figlio di età inferiore a tre anni compiuti, in cui entrambi i genitori o l’unico presente abbiano svolto attività di lavoro o di impresa per almeno sei mesi nell’anno di riferimento dei redditi dichiarati.

Queste maggiorazioni vengono applicate anche in caso di nuclei familiari composti esclusivamente da un solo genitore per altro non lavoratore e da figli minorenni.

Ai soli fini della maggiorazione, deve essere considerato come parte del nucleo familiare anche il genitore non convivente, ovvero il genitore non coniugato con l’altro genitore ma che abbia riconosciuto i figli, a meno che non ricorrano casi specifici.

Al fine della determinazione del parametro della scala di equivalenza, il componente del nucleo familiare che fa ricorso a prestazioni sociosanitarie residenziali a ciclo continuativo o anche che si trovi in convivenza anagrafica e non sia considerato nucleo familiare a sé stante, determina un incremento della scala di equivalenza, la quale viene calcolata in sua assenza di un valore pari a 1.

Scadenza modello ISEE 2019: novità termine di validità

Se prendiamo come punto di riferimento il 2018, possiamo notare come il modello ISEE era valido dalla data di rilascio e fino al 15 gennaio dell’anno successivo.

Ad esempio se è stato prodotto il 13 Maggio 2018, esso aveva valenza fino al 15 Gennaio 2019.

Secondo quanto disposto dall’art. 10 comma 4, del decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147, si evince la modifica apportata alla validità delle DSU ai fini ISEE. Essa stabilisce che dal 1° gennaio 2019, la dichiarazione ha una valenza di 8 mesi, ovvero fino al 31 agosto 2019.

Sempre il decreto legge che anche introdotto il reddito di cittadinanza (DL n. 4 del 28 gennaio 2019) con il quale ha ulteriormente modificato il comma in oggetto e prorogando al 31 dicembre 2019 il periodo di validità.

Attenzione dunque! Cambia il termine di scadenza delle sole DSU presentate dal 1° gennaio 2019 al 31 agosto 2019. Questo vuol dire che, le DSU presentate nell’anno 2019, secondo quanto disposto dalla a legislazione vigente, sono soggette alle seguenti scadenze:

  • 1° gennaio al 31 agosto 2019

Le DSU presentate in questo periodo sono valide dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre 2019.

Esempio:

DSU presentata il 10 febbraio 2019; validità 10 febbraio 2019 - 31 dicembre 2019.

Tieni presente che le DSU attestate che recavano come data scadenza 31 agosto 2019, sono state aggiornate automaticamente sul portale con data di scadenza al 31 Dicembre 2019.

Da quanto detto in questo primo punto, ne deriva che le attestazioni ISEE (già rilasciate) che riportano scadenza del 31 agosto 2019 vengono aggiornate automaticamente e devono essere considerate valide fino a scadenza 31 dicembre 2019.

  • 1° settembre al 31 dicembre 2019

Tutte le Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU) che sono state invece presentate dal 1° settembre al 31 dicembre 2019 hanno una valenza tale che va dal momento della presentazione al 31 agosto 2020.

Esempio:

DSU presentata il 1° ottobre 2019 ha una valenza che va dal 1° ottobre 2019 sino al 31 agosto 2020.

iQOption
Tommaso Piccinni ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro