investitore con mazzo di dollari in mano e grafico a candele
Mosse di FED e BCE tra i principali catalizzatori per Euro Dollaro anche a luglio - BorsaInside

Se stai prendendo in considerazione la possibilità di investire sul cambio Euro Dollaro con l’inizio del mese di luglio, forse conoscere i driver che i trader con esperienza stanno attentamente monitorando prima di fare trading su EurUsd, potrebbe aiutarti.

Come si può vedere dal grafico in basso, il cross Euro Dollaro aprirà la settimana a quota 1,0708. Si tratta di un livello che conferma la fase di estrema pressione che la coppia forex più liquida al mondo sta attraversando. Una fase che oramai durata dall’inizio della seconda metà di giugno. Rispetto al valore top del cambio Euro Dollaro nella prima quindicina del mese, la flessione è di circa il 2 per cento. La coppia, infatti, aveva raggiunto il picco massimo il 4 giugno quando i valori si erano spinti fino a 1,0908. Siamo quindi lontanissimi da quel livello. La contrazione stimola ovviamente l’appeal presso i trader. Gli investitori si dividono tra chi ritiene che il cross Euro Dollaro sia destinato a salire e chi invece è convinto che l’attuale fase laterale in atto da un paio di settimane sia destinata a proseguire.

Sicuramente a spingere il cambio in una direzione invece che nell’altra saranno una serie di drivers molto pesanti: dalle elezioni in Usa e in Francia, fino alle prossime mosse di politica monetaria della BCE e della FED con, sullo sfondo, l’andamento dell’economia dell’area Euro e degli Usa. Proprio questi tre fattori, così dissimili tra loro, sono i tre temi caldi molti discussioni tra i traders con una certa esperienza.

Elezioni in Usa e in Francia e impatto sul cambio Euro Dollaro

Il primo dibattito tra Trump e Biden ha impattato anche sull’andamento del cambio Euro Dollaro. Il confronto tra i due candidati alle prossime elezioni presidenziali Usa si è tenuto il 27 giugno e proprio quel giorno, il dollaro si è molto rafforzato sull’euro. Tenendo conto che a stravincere il dibattito è stato il candidato repubblicano, è chiaro quello che il segnale che arriva dal mercato delle valute. Con Trump presidente, il dollaro è destinato ad essere più forte. I trader hanno già compreso tra una vittoria di Trump significherebbe una politica fiscale più accomodante e un quasi certo inasprimento della tensioni commerciali (in primis contro la Cina). Secondo Carol Kong, stratega della Commonwealth Bank of Australia, una svolta di questo tipo potrebbe riportare il dollaro alla sua condizione di valuta rifugio.

Per quello che riguarda invece le elezioni anticipate in Francia esse vengono viste come un segnale di tensione finanziaria per tutta l’area Euro. Qui non ci sono grandi calcoli da fare e segreti da rivelare perchè è sufficiente considerare quale sia stata la reazione dei mercati europei all’esito delle elezioni europee per avere un’idea di quello che potrebbe essere lo scenario in caso di affermazione populista. Come messo in evidenza da alcuni analisti si tratta di capire se una eventuale vittoria della Le Pen porterà la Francia a ridimensionare o meno i tagli fiscali. Ad ogni modo, calendario alla mano, se anche dovessero vincere i populisti, fino a settembre non accadrà nulla. Dopo l’estate, però, Parigi è tenuta a comunicare a Bruxelles come intende affrontare il suo eccessivo deficit di bilancio.

Sul tema trattato in questo paragrafo – voto francese e voto americano – ti potrebbero interessare questi approfondimenti:

Le mosse della BCE e l’economia dell’Euro Zona

Il secondo driver che i trader con esperienza stanno considerando prima di investire sul cambio Euro Dollaro riguarda le scelte di politica monetaria della BCE. Nel board di giugno l’EuroTower ha tagliato i tassi di 25 punti base. Se la BCE dovesse continuare a tagliare e la FED, al contrario dovesse restare ferma, il cambio Euro Dollaro sarebbe proiettato ad un ulteriore indebolimento.

Il punto è che non c’è il minimo accordo tra gli analisti su quelle che saranno le prossime mosse dalla Banca Centrale Europea. Lo scenario più plausibile è che Francoforte lasci tutto invariato nelle prossime riunioni. Forse un ulteriore taglio dei tassi ci potrebbe essere in autunno e sempre se il ribasso dell’inflazione verso il target al 2 per cento più volte sbandierato dai banchieri centrali europei dovesse proseguire senza intoppi.

Sulla politica monetaria della BCE possono essere utili questi approfondimenti:

Il taglio dei tassi FED sempre molto incerto

Infine il terzo driver che i trader stanno considerando prima di fare trading su Euro Dollaro è l’atteggiamento monetario della Federal Reserve. Dopo tutta una serie di indiscrezioni sull’imminente taglio dei tassi FED, tutto è rimasto invariato anche perchè l’inflazione negli Stati Uniti non è sotto controllo.

C’è un indice che permette di avere il metro sulla situazione in atto. Si tratta del dollar index che, come si può vedere dal grafico in alto, proprio a fine giugno è salito ai massimi da due mesi. Nel solo secondo trimestre, l’indice del dollaro Usa è salito dell’1,5 per cento. Si tratta del secondo verde trimestrale consecutivo.

Il punto è che il nuovo rialzo del dollar index è stato un effetto di alcune recenti dichiarazioni da falco che sono arrivate da membri FED.

Come nel caso dell’EuroZona, anche in Usa impazza il dibattito su quelle che saranno le prossime mosse della FED. Le probabilità che il primo taglio del costo del denaro Usa ci possa essere nel board di settembre sono molto contenute mentre lo scenario prevalente tra gli analisti vede il ribasso dei tassi FED addirittura a dicembre. Praticamente il primo taglio dei tassi ci sarebbe nell’ultimo board dell’anno. Una prospettiva che smentisce tutte le congetture che fine a pochi mesi fa imperversavano tra gli analisti circa la possibilità che la FED tagliasse il costo del denaro anche tre volte in un anno.

Ecco alcuni approfondimenti interessanti sulle prospettive di politica monetaria in Usa:

Come investire su Euro Dollaro a luglio 2024

Per investire sul cambio Euro Dollaro non è necessario acquistare o vendere Eur o Usd. Soprattutto se sei interessati al solo aspetto speculativo, ossia a fare trading online sulle variazioni della coppia, allora sono i contratti per differenza lo strumento più appropriato. I CFD su Eur Usd ti consentono di speculare sull’andamento della coppia senza possedere nulla di fisico e con il vantaggio di poter operare con la leva finanziaria e aumentare così la portata dell’investimento (ma salgono anche i rischi). Inoltre i CFD su Eur Usd consentono di speculare sia al rialzo che al ribasso (long e short trading).

Lo strumento dei contratti per differenza per investire su Euro Dollaro lo puoi trovare sia sulle piattaforme di broker come eToro che su quelle di banche come Fineco:

  • eToro: consente di fare trading con i CFD su tante coppie forex operando a leva. Inoltre eToro propone il copy trading, strumento che consente di replicare le strategie dei trader più bravi.
Unisciti alla community di eToro Etoro
Prova Demo Gratuita Sul sito di Etoro
  • Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading
  • ETF - CRYPTO - CFD
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Avviso: il tuo capitale è a rischio

  • Fineco: è la banca con la migliore piattaforma trading e consente il trading CFD su tante valute. Due i tipi di conti proposti tra cui quello di solo trading senza servizi bancari e senza costi fissi che è l’ideale per i principianti.
La qualità del trading N.1 Fineco
SCOPRI DI PIÙ Sul sito di Fineco
  • 100% trading, senza compromessi
  • N.1 in Italia
  • Regime Fiscale Amministrato
  • 0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
Avviso: il tuo capitale è a rischio

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.