Skin ADV

Spread Btp Bund previsioni 2020: rendimento titoli di stato calerà?

Spread Btp Bund previsioni 2020: rendimento titoli di stato calerà?
© Shutterstock

Focus Unicredit sul possibile andamento dei BTP nel 2020: ecco gli scenari possibili per i titoli di stato italiani

Rendimenti dei BTP nel 2020 in primo piano nell'analisi condotta da Unicredit sul possibile andamento dei titoli di stato italiani il prossimo anno. Se il 2019 dovesse finire oggi, l'eredità che i BTP lascerebbero al nuovo anno non sarebbe affatto negativa.

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

Il fronte obbligazionario italiano nelle ultime sedute, infatti, ha manifestato segni di tranquillità che altrove in Europa (ed è questa la vera sorpresa) sono invece mancati. Insomma se l'anno si dovesse chiudere oggi, gli ultimi segnali lanciati dai BTP e dai titoli di stato italiani sarebbero certamente da apprezzare. 

Nel corso delle ultime sedute, lo spread Btp Bund ha registrato un significativo ribasso. Il calo del differenziale è stato parallelo a quello dei tassi con il rendimento del decennale che nella giornata di ieri si è attestato all'1,28 per cento con un ribasso dello 0,85 per cento. 

Come hanno messo in evidenza alcuni analisti i BTP italiani non si sono lasciati condizionare da una serie di eventi, come le ultime novità sulla guerra commerciale Usa Cina e i tanti punti interrogativi sull'implementazione di Fase 1, a differenza di quello che è invece avvenuto agli altri titoli di stato europei. 

E' alla luce di tali premesse che si può leggere l'analisi di Unicredit sulle previsioni BTP 2020. Secondo gli analisti di piazza Gae Aulenti, è innegabile che lo spread Btp Bund abbiamo segnato nel corso del 2019 una contrazione significativa. Il merito del miglioramento, questo va detto, è stato delle mutate condizioni politiche. La maggiore stabilità che il governo PD 5 Stelle sembra essere in grado di garantire rispetto alla precedente esperienza Lega 5 Stelle, ha rasserenato gli investitori contribuendo al calo dello spread. 

I numeri lo dicono chiaramente: lo spread Btp Bund è sceso dai circa 250 punti base di inizio anno a 140 punti base. Ancora meglio è andata allo spread a 2 anni che ha invece segnato una contrazione passando da 100 a 65 punti base. Insomma per lo spread è tempo di far festa e anche per i BTP.

Secondo gli analisti di Unicredit in una fase che è caratterizzata da tanta liquidità in eccesso e da rendimenti negativi, sarà sempre più difficile non prendere in considerazione i tassi che sono offerti ancora dai BTP. Questa difficoltà è destinata a diventare quasi impossibilità all'inizio del 2020 quando verranno definiti portafoglio e strategie per i 12 mesi seguenti. 

Spread Btp Bund previsioni 2020

Gli analisti di Unicredit prevedono che il quantitative easing della BCE possa essere in grado di offrire un valido sostegno ai BTP grazie all'acquisto di ben 2 terzi dell'ammontare delle emissioni. Di conseguenza è molto probabile che lo spread Btp Bund possa scendere fino a 125 punti base già all'inizio del nuovo anno.

Un ulteriore calo del differenziale di rendimento avrebbe un effetto positivo sulle azioni del settore bancario e, considerando il ruolo delle banche su Borsa Italiana, su tutto il Ftse Mib. Tra l'altro i titoli bancari potrebbero trovare anche un assist parallelo nell'ipotizzato imminente avvio del risiko tra le banche italiane

Attenzione però a non cedere ai facili entusiasmi perchè calo dello spread Btp Bund a inizio 2020 non per forza di cose significherà diminuzione del differenziale di rendimento per tutto l'anno. Secondo Unicredit è probabile che nel medio termine i fondamentali macro dell'Italia, molto deboli, possano condizionare negativamente BTP e spread. Non solo fattori domestici, però, perchè anche il calo della propensione al rischio causato dal rallentamento economico in Usa, potrebbe condizionare negativamente i BTP e i titoli di stato italiani. 

Concretamente il peggioramento del contesto di riferimento si tradurrebbe in un aumento dello spread Btp Bund che salirebbe dai 125 punti base di inizio anno a 150 punti base previsti per la fine dell'anno. Un incremento contenuto se si considerano quelli che sono i motivi indicati come responsabili del movimento rialzista tra cui, appunto, le difficoltà economiche dell'Italia.

Tutte le previsioni economiche degli ultimi mesi sono concordi nel ritenere che la crescita italiana nel 2020 sia destinata a restare su livelli bassi e inferiori alla media dell'area Euro. In particolare il rapporto deficit PIL Italia potrebbe salire al 137 per cento. 

Spread Btp Bund 2020 in rialzo?

Il quadro descritto nei precedenti paragrafi è quello base che fa riferimento ad uno scenario normale e in linea con quella che è l'eredità del 2019. C'è poi un altro scenario che trae invece ispirazione da un peggioramento del contesto attuale. Secondo gli analisti di Unicredit, infatti, se dovesse saltare la condizione che ha permesso allo spread di calare nella parte finale del 2019, ossia il ritorno della stabilità politica, allora il differenziale di rendimento tra Btp a 10 anni e Bund tornerebbe a crescere.

In particolare, secondo gli esperti, se ci dovesse essere una crisi economica a sua volta seguita da elezioni anticipate, allora lo spread potrebbe tornare a crescere anche fino a 250 punti base. Una crisi di governo, quindi, sarebbe lo scenario peggiore per l'Italia e per lo spread nel 2020. 

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro