Acconto dividendo Enel e Snam 2019: oggi lo stacco, come guadagnare con le cedole

Le azioni Enel e le azioni Snam oggi 21 gennaio saranno alle prese con lo stacco del rispettivo acconto sul dividendo 2019 relativo all’esercizio 2018. In entrambi i casi la cedola in stacco oggi sarà poi messa in pagamento il prossimo mercoledì 23 gennaio. La procedura per lo stacco del dividendo (e quella relativa all’incasso della cedola) è ovviamente la medesima. Gli importi delle cedole che Enel e Snam oggi staccheranno sono già noti da tempo. Enel, infatti, aveva comunicato l’ammontare dell’acconto sul dividendo in occasione della presentazione dei conti dei primi nove mesi dell’esercizio 2018. In quella circostanza il consiglio di amministrazione della società dell’energia elettrica aveva deciso di mettere in stacco a titolo di acconto un dividendo pari a 0,14 euro per ogni azione posseduta.

Rispetto alla cedola riconosciuta a titolo di acconto nell’anno precedente (e quindi relativa all’esercizio 2017) c’è stato un leggero aumento. L’acconto sul dividendo Enel 2018 (ossia riferito al 2017) fu infatti pari a 0,105 euro. In relazione all’esercizio 2017 il consiglio di amministrazione di Enel riconobbe poi un saldo sul dividendo pari a 0,132 euro portando il dividendo totale a 0,237 euro. Rispetto a un anno fa, quindi, l’acconto sulla cedola Enel è stato aumentato di 0,035 euro per azione. 

L’acconto sul dividendo Snam 2019, ossia riferito all’esercizio 2018, che sarà oggetto di stacco oggi 21 gennaio, è pari a 0,0905 euro. Anche in questo caso si tratta di un anticipo della cedola complessiva che la società pagherà poi in primavera secondo quanto stabilito in sede di approvazione dei conti trimestrali (quarto trimestre) e dell’esercizio 2018. Un anno fa Snam staccò un dividendo relativo all’esercizio 2017 pari a 0,0862 euro per poi pagare un saldo pari a 0,1293 euro nel mese di giugno e portare la cedola complessiva di Snam per il 2017 a 0,2155 euro. 

Acconto dividendo Enel e acconto dividendo Snam: come incassarli oggi 21 gennaio

Per ottenere il dividendo Enel e il dividendo Snam (in proporzione alle azioni di cui si è titolari) è neecessario che le rispettive azioni siano nel dossier titoli degli azionisti alla data di stacco della cedola medesima. Quindi solo chi ha inserito le azioni Enel e le azioni Snam nel proprio portafoglio di investimento alla data del 18 gennaio (quindi entro lo scorso venerdì) potrà beneficiare oggi dello scacco del rispettivo acconto. I dividendi verranno poi pagati a partire dal prossimo mercoledì. Fondamentalmente, quindi, non serve fare grandi operazioni per incassare l’acconto sui dividendi Enel e Snam. A poter guadagnare con lo stacco dei rispettivi acconti potranno essere anche quegli investitori che preferiscono investire in azioni Eni e Snam attraverso il CFD Trading. 

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.