Perchè le azioni Banco BPM, BPER Banca, UBI e Intesa Sanpaolo oggi corrono sul Ftse Mib

Perchè le azioni Banco BPM, BPER Banca, UBI e Intesa Sanpaolo oggi corrono sul Ftse Mib
© iStockPhoto

La decisione di Standard and Poor's di confermare il rating sull'Italia scatena gli acquisti sulle azioni del settore bancario

CONDIVIDI

Azioni del settore bancario sotto ai riflettori su Borsa Italiana oggi. In prima di Ottava sono le azioni delle banche a dominare il Ftse Mib. A fronte di un indice di riferimento che registra una progressione dello 0,23 per cento a quota 21788 punti, i titoli del settore bancario mettono a segno rialzi superiori ai 2 punti percentuali. Le quattro migliori azioni sul Ftse Mib oggi sono tutte appartenenti al comparto banche. Mentre è in corso la scrittura del post, la quotazione Banco BPM segna un rialzo del 2,82 per cento a quota 2,11 euro, il prezzo delle azioni BPER Banca avanza del 2,26 per cento a quota 4,3 euro e ancora UBI Banca è in progressione del 2,14 per cento a quota 2,76 euro e Intesa Sanpaolo mette in cassaforte l'1,97 per cento a quota 2,33 euro. Il rally delle azioni del settore bancario è un effetto della decisione degli analisti di Standard and Poor's di confermare il rating sovrano sull'Italia e, al tempo stesso, una conseguenza delle ultime indiscrezioni di stampa in merito al dossier fusioni tra le banche italiane

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Più che le ipotesi di M&A (ad oggi ancora allo stato di rumor) è soprattutto l'importante conferma arrivata lo scorso venerdì a condizionare positivamente l'andamento delle azioni delle banche sul Ftse Mib. Standard and Poor's ha confermato il rating BBB sul debito sovrano dell'Italia scongiurando il rischio di un downgrade che avrebbe avuto un impatto devastante sui titoli del nostro paese attivando un inevitabile incremento dello spread BTP BUND che, a sua volta, avrebbe fatto salire alle stelle la tensione sul Bel Paese. La conferma del rating sovrano sull'Italia a BBB da parte di S&P Ratings è quindi una buona notizia non solo per l'economia del Bel Paese ma anche per Borsa Italiana e, in modo particolare, per le banche italiane. Poichè la notizia della conferma del rating è arrivata venerdì sera a mercati chiusi (come il nuovo regolamento sulla pubblicazione dei rating sovrano impone), è ovvio che gli investitori con occhio più lungo hanno avuto tutto il tempo per posizionarsi sulle azioni del settore bancario che, per forza di cose, oggi erano destinate ad aprire la seduta in rialzo. A questo punto la vera sfida è quella di capire fino a dove possa durare l'apprezzamento delle azioni del settore bancario considerando anche che Borsa Italiana il prossimo 1 maggio sarà chiusa per festività.

Attenzione comunque ai dettagli. S&P Ratings ha infatti confermato il rating BBB sull'Italia ma anche ribadito l'outlook a negativo. Morale? Sull'Italia continua ad esserci una spada di Democle pronta a presentare il suo conto nei prossimi mesi.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro