trader al lavoro con accanto gettoni d'oro
Torna l'appuntamento con gli stacchi dei dividendi del Ftse Mib dopo il dividend day del 20 maggio scorso - BorsaInside

Su Borsa Italiana oggi è giornata di stacchi di dividendi. A partecipare all’appuntamento sono anche 7 quotate di primissimo piano del Ftse Mib. Dopo una lunga assenza, quindi, i titoli del paniere di riferimento di Piazza Affari tornano a egemonizzare l’attenzione sul fronte dividendi (il 20 maggio scorso fu l’ultima volta in cui le quotate del paniere di riferimento staccarono dividendi in massa nell’ambito del cosiddetto dividend day 2024).

Il clima su Borsa Italiana nel giorno dello stacco delle cedole è positivo (al netto, ovviamente, dell’effetto dividendo). Come si può vedere dal grafico in basso, infatti, il paniere di riferimento di Piazza Affari segna una progressione di oltre un punto percentuale. Tutto merito del rally del settore bancario con BPER Banca e Monte dei Paschi che guidano il principale indice azionario, la prima con una progressione del 4,8 per cento e la seconda in rialzo del 3,9 per cento. In una seduta caratterizzata da una netta prevalenza di segni verdi, il solo rosso di una certa rilevanza è quello di Hera. L’utility, oggi alle prese con lo stacco di un dividendo 2024 pari a 0,14 euro per azione, sta segnando un ribasso dell’1,4 per cento.

Questo è il quadro generale che caratterizza il Ftse Mib. Vediamo ora come sta andando ad i singoli titoli che hanno staccato la cedola. Essendo complessivamente 16 le quotate alle prese con questo appuntamento, la nostra attenzione sarà concentrata solo su quelle cedole che garantiscono il maggiore rendimento (alla luce del prezzo di chiusura nella seduta di borsa dello scorso 21 giugno).

Le azioni del Ftse Mib che oggi staccano il dividendo

Come messo in evidenza nell’articolo dedicato agli stacchi di dividendi in programma il 24 giugno 2024, tra le quotate del Ftse Mib alle prese con questo appuntamento ci sono tantissimi volti noti di Piazza Affari. Si tratta di titoli che, spesso, sono presenti nei portafogli di investimento di molti trader italiani.

Detto questo, accanto alla già citata Hera, ad aver staccato oggi il dividendo sono state Leonardo (0,28 euro), Pirelli (0,198 euro), Poste Italiane (0,563 euro a saldo), Snam (0,1692 a saldo), STM (prima tranche da 0,084 euro) e Terna (0,225 euro a saldo).

Vediamo come si stanno muovendo queste quotate in borsa. Poste Italiane, il cui saldo rende il 4,48 per cento, sta segnando una progressione dello 0,3 per cento a quota 12,04 euro. Segno verde anche per Snam (dividend yield del saldo pari al 3,94 per cento) che avanza dello 0,47 per cento. Sempre tra i dividendi con i più alti rendimenti c’è da segnare Pirelli (si tratta della cedola totale). Con un dividend yield del 3,4 per cento, il colosso degli pneumatici nel giorno dello stacco della cedola sta mettendo in cassaforte il 2,78 per cento a quota 5,76 euro.

Anche altre 9 quotate di altri indici hanno staccato la cedola

Sempre oggi 24 giugno, a staccare la cedola a Piazza Affari sono state anche altre 9 quotate. Tra quelle con il maggior rendimento da dividendo ci sono Acea (cedola di 0,88 euro e yield del 5,37 per cento), Unieuro (cedola pari a 0,46 euro e dividend yield di poco inferiore al 5 per cento) e Powersoft (cedola pari a 0,85 euro e rendimento del 5,25 per cento). Ebbene, in merito alla reazione in borsa nel giorno dello stacco, le azioni Acea sono in ribasso del 3,67 per cento a quota 14,94 euro, Unieuro è in ribasso dello 0,46 pe cento a quota 8,7 euro e Powersoft sta cedendo l’1,95 per cento a quota 15,10 euro.

Questo è il bilancio tra le azioni che staccano il dividendo.

Cosa è a cosa serve il dividend yield

Il rendimento da dividendo, in inglese dividend yield, è un indicatore finanziario che misura il rapporto tra il dividendo annuo per azione pagato da una società e il prezzo corrente dell’azione stessa. In pratica il rendimento, esprime quanto un investitore guadagna dai dividendi in relazione al prezzo dell’azione.

La formula per il calcolo del dividend yield è la seguente: dividendo annuo per azione / prezzo corrente moltiplicato per 100.

Facciamo un esempio per meglio capire: se una società paga un dividendo annuo di 2 euro per azione e il prezzo corrente dell’azione è 40 euro, il rendimento da dividendo sarà del 5 per cento ossia 2/40 moltiplicato per 100.

In pratica un investitore avrà un ritorno del 5 per cento sul prezzo dell’azione attraverso i dividendi. Il dividend yield è un indicatore molto importante per i trader e in particolare per quelli interessati a generare reddito dalle proprie partecipazioni azionarie.

Per investire sulle quotate che sono alle prese con lo stacco della cedola nella giornata di oggi si possono usare sia i broker come eToro che le banche con piattaforma trading come Fineco.

  • eToro: è uno dei broker più usati in tutto il mondo e consente di comprare azioni reali e sempre dalla stessa piattaforma di fare trading attraverso i CFD azionari operando a leva. Con eToro si può sempre usare il copy trading con cui replicare le strategie dei trader più bravi.
Unisciti alla community di eToro Etoro
Prova Demo Gratuita Sul sito di Etoro
  • Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading
  • ETF - CRYPTO - CFD
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Avviso: il tuo capitale è a rischio

  • Fineco: viene considerata la banca con la migliore piattaforma trading in Italia e permette di comprare azioni, fare trading con i CFD e fare trading con i super CFD. Novità recente è il lancio di un nuovo conto di solo trading senza costi fissi (non ha i servizi bancari).
La qualità del trading N.1 Fineco
SCOPRI DI PIÙ Sul sito di Fineco
  • 100% trading, senza compromessi
  • N.1 in Italia
  • Regime Fiscale Amministrato
  • 0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
Avviso: il tuo capitale è a rischio

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.