ingresso della borsa di Milano con pioggia di soldi
Poste Italiane primeggia tra le quotate che il 24 giugno staccano la cedola - BorsaInside

Nuova tornata con gli stacchi dei dividendi il prossimo lunedì 24 giugno. L’appuntamento è da segnare sul calendario perchè, dopo tante settimane, ci saranno anche diversi titoli quotati sul Ftse Mib alle prese con la remunerazione degli azionisti. L’ultima volta che le big di Piazza Affari furono impegnate in massa con lo stacco della rispettiva cedola fu lo scorso 20 maggio. In quell’occasione si tenne il cosiddetto dividend day di Borsa Italiana con ben 21 titoli del più importante indice azionario che staccarono la cedola.

Il prossimo appuntamento del 24 giugno non è neppure lontanamente paragonabile al precedente di maggio, tuttavia i 7 titoli del Ftse Mib che staccheranno il rispettivo dividendo non passeranno di certo inosservati (anche per quello che riguarda la “reazione” dell’indice di riferimento di Borsa Italiana).

Stacchi dividendi 24 giugno 2024: i numeri dell’appuntamento

Accanto alle 7 quotate del Ftse Mib alle prese con lo stacco della cedola, il 24 giugno saranno impegnate con la stessa operazione anche 3 Mid Cap, 3 titoli del segmento Star e altri 3 dell’EURONEXT GROWTH MILAN.

In tutto le quotate degli indici secondari alle prese con la remunerazione degli azionisti saranno 9 e a queste si aggiungeranno, come detto, in precedenza le 7 big del Ftse Mib.

Complessivamente lunedì 24 giugno staccheranno il dividendo 16 titoli. Come accennano in precedenza si tratterà di un appuntamento si significativo ma che non può neppure essere paragonato al quello dello scorso 20 maggio.

In tutti e 16 i casi si tratterà di cedole ordinarie relative all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2024. 3 dei 7 dividendi del Ftse Mib saranno a titolo di saldo con le relative tranche di acconto già staccate nei mesi precedenti. Sempre tra le cedole del Ftse Mib c’è poi da segnare quella di STM che è una prima tranche. Gli altri 3 dividendi del paniere di riferimento sono invece totali.

Tutti e 16 i dividendi in stacco lunedì saranno poi messi in pagamento dal successivo mercoledì 26 giugno.

Questi i numeri generali dello stacco dividendi del 24 giugno prossimo.

Nei successivi paragrafi oltre che elencare tutte le cedole, andremo anche a calcolare quale è il loro rendimento. Il dividend yield è uno dei parametri più importanti per valutare la “bontà” del dividendo stesso. I rendimenti sono stati calcolati sulla base del prezzo di chiusura delle rispettive azioni nella seduta di borsa del 13 giugno scorso.

Per comodità il tutto sarà articolato in due elenchi: il primo con i dividendi del Ftse Mib (e relativi rendimenti) il secondo con i dividendi di tutti gli altri indici messi insieme (e i relativi dividend yield).

I 7 titoli del Ftse Mib che staccano il dividendo il 24 giugno 2024

Nonostante i titoli del Ftse Mib alle prese lunedì prossimo con la remunerazione degli azionisti siano solo 7, i loro nomi sono pesantissimi. Ci saranno Poste Italiane, STM, Snam e Terna (tutte impegnate con lo stacco della cedola di saldo) e poi Hera, Pirelli e Leonardo che invece staccano il dividendo totale relativo all’esercizio al 31 dicembre 2023.

Dal punto di vista dell’ammontare, il dividendo più consistente sarà quello staccato da Poste Italiane che ammonta ad un totale di 0,8 euro per azione (di cui 0,564 euro a titolo di seconda tranche e la parte residua già remunerata).

Per quello che invece riguarda il rendimento da dividendo, a primeggiare è Snam con un dividend yield totale (quindi relativo a tutta la cedola, compreso l’acconto che è stato già scattato nei mesi precedenti) pari al 6,53 per cento. Il dividend yield di Snam vince si un soffio su quello di Poste Italiane che sarà pari al 6,46 per cento (in questo caso il rendimento fa riferimento a tutta la cedole, il saldo in stacco lunedì e l’acconto già remunerato).

In pratica nella lista dei dividendi in stacco il 24 giugno, è quello di Poste Italiane e mettersi in evidenza da entrambi i punti di vista (ammontare e rendimento).

SocietàAmmontareRendimento
Hera0,14 euro4,11 per cento
Leonardo0,28 euro1,25 per cento
Pirelli0,198 euro3,32 per cento
Poste Italiane0,563 euro come saldo
0,8 euro dividendo totale
4,54 per cento il saldo
6,46 per cento il totale
Snam0,1692 euro come saldo
0,282 euro come dividendo totale
3,92 per cento il saldo
6,53 per cento il totale
STM0,084 euro prima tranche (0,09 dollari dividendo reale)0,21 per cento
Terna0,225 euro come saldo
0,3396 euro di dividendo totale
2,96 per cento il saldo
4,46 per cento il totale

Prima di andare ad elencare quali sono gli altri 9 titoli degli indici secondari di Borsa Italiana che lunedì staccheranno la cedola, ricordiamo che, essendo ben 7 le quotate del Ftse Mib alle prese con la remunerazione degli azionisti, è altamente probabile che in apertura di contrattazioni la prestazione del paniere di riferimento di Piazza Affari possa essere influenzata dall’appuntamento. Il posizionamento dell’intero Ftse Mib nel giorno degli stacchi è quindi da monitorare.

Una buona notizia per i trader interessati a sfruttare l’appuntamento per investire sia sulle quotate coinvolte che su tutto il Ftse Mib. Ricordiamo che per operare su entrambe le classi di attivi, non è necessario usare differenti piattaforme ma è sufficiente ricorrere a strumenti derivati come i contratti per differenza.

Oggi i CFD sono disponibili sia sulle piattaforme di banche come Fineco che su quelle di broker come ad esempio Dukascopy.

  • Fineco: la banca con la migliore piattaforma trading in Italia permette di acquistare azioni, fare trading con i CFD e in più fare trading con i più esclusivi super CFD. Due i tipi di conto tra cui scegliere tra cui il nuovo conto di solo trading che non ha costi fissi ed è privo dei servizi bancari.
La qualità del trading N.1 Fineco
SCOPRI DI PIÙ Sul sito di Fineco
  • 100% trading, senza compromessi
  • N.1 in Italia
  • Regime Fiscale Amministrato
  • 0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
Avviso: il tuo capitale è a rischio

  • Dukascopy: broker ECN presenta una leva che può arrivare fino a 1:30. Punti di forza sono: l’affidabilità di una banca svizzera, la presenta di spread molto bassi e la rapidità nell’esecuzione degli ordini per non perdere alcuna occasione di trading. Demo gratuita sempre disponibile.
PIATTAFORMA ALL'AVANGUARDIA Dukascopy
APRI DEMO LIVE Sul sito di Dukascopy
  • Conto Demo ECN gratuito - data feed completo
  • Bank of Latvia
  • Forex e CFD
  • Deposito minimo: 100 dollari
Avviso: il tuo capitale è a rischio

I 9 titoli degli altri indici di Borsa Italiana alle prese con lo stacco

Accanto alle 7 quotate del Ftse Mib ci saranno poi altri 9 titoli di indici azionari secondari alle prese con analogo appuntamento. I volti noti non mancano come ad esempio le due Mid Cap OVS e Acea oppure Unieuro (quotata sul segmento Star).

Tra i 9 titoli che staccano la cedola, ad offrire l’ammontare maggiore è Powersoft, una società quotata su EURONEXT GROWTH MILAN, che stacca un dividendo pari a 0,85 euro per azione. Per quello che riguarda invece il più alto dividend yield a primeggiare è Acea il cui dividendo, tenendo conto del prezzo di chiusura nella sessione di borsa del 13 giugno scorso, sarà pari al 5,26 per cento.

In basso la tabella con tutte le informazioni sui 9 dividendi degli indici diversi dal Ftse Mib in stacco il 24 giugno prossimo.

Per ogni dividendo è indicato ammontare e rendimento.

SocietàIndiceDividendoRendimento
ACEAMid Cap0,88 euro5,26 per cento
Carel IndustriesStar0,19 euro1,09 per cento
DigitouchEURONEXT GROWTH MILAN0,025 euro1,23 per cento
FerrettiMid Cap0,097 euro3,21 per cento
OVSMid Cap0,07 euro2,61 per cento
PowerSoftEURONEXT GROWTH MILAN0,85 euro5,18 per cento
SimoneEURONEXT GROWTH MILAN0,01 euro0,65 per cento
TamburiIPStar0,15 euro1,58 per cento
UnieuroStar0,46 euro4,98 per cento

Buon stacco a tutti gli azionisti interessanti!

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.