trader al lavoro e tasto buy
Equita ha ribadito il rating buy sulle azioni Enel - Borsainside

Quella di oggi non è una giornata semplice per il Ftse Mib. A causa del ribasso rimediato ieri dalla borsa di Wall Street (condizionata a sua volta da quelle che sono state le decisioni di ieri della FED, tassi fermi ma possibilità di altri rialzi in futuro), il Ftse Mib si è mosso subito in rosso scendendo immediatamente sotto ai 29mila punti. C’è un dato molto chiaro che rende esplicita quella che è la situazione in atto sul paniere di riferimento di Piazza Affari ed è l’estrema esiguità dei titoli in verde. Le sole due quotate in rialzo sono infatti Unicredit e Amplifon.

Per il resto è tutta una sequela di titoli in ribasso tra cui c’è anche Enel. La big del settore utility a metà mattinata è in calo del 2,2 per cento a quota 6,13 euro come si può vedere dal grafico in basso. Enel non è il titolo peggiore della seduta (ci sono le quotate oil che segnano cali ancora più ampi), tuttavia il suo ribasso non può non fare notizia visto che, come abbiamo spesso evidenziato anche su questo sito, le azioni della quotata del settore elettrico sono tra le più amate dagli italiani.

Ad ogni modo la tendenza a vendere azioni Enel che appare prevalente oggi non deve impensierire più di tanto e questo per due semplici ragioni: tanto per iniziare, nonostante la contrazione, la quotata resta in verde su base mensile e su base annua (rispetto ad un mese fa i prezzi di Enel sono più alti del 3 per cento mentre anno su anno siamo su un secco +28 per cento) e in secondo luogo proprio ieri è arrivata la conferma del rating buy da parte di Equita.

Per la sim milanese, quindi, le azioni Enel sono da comprare. Aggiungiamo noi che, proprio il ribasso in atto oggi, potrebbe essere un’occasione per acquistare a prezzi anche più bassi rispetto alle scorse sessioni. Insomma un possibile momento idoneo per entrare a prezzi più bassi che in passato per poi puntare a trarre profitto dalla futura crescita che è appunto implicata nel rating buy della sim milanese.

Sulle azioni Enel resta una view bullish per Equita

La “view bullish” nel trading è una prospettiva o un’opinione positiva o rialzista su un determinato asset finanziario o sul mercato nel suo complesso. Un trader ha una “view bullish” quando si aspetta che il prezzo di un asset aumenterà nel futuro o crede che le condizioni di mercato siano favorevoli a un rialzo dei prezzi.

La view bullish scaturisce da un’analisi completa che riguarda sia il lato tecnico, che quello fondamentale che quello del sentiment.

Detto questo, la views bullish su Enel che Equita possiede è implicita sia nel rating buy assegnato alle azioni dell’utility che nel target price a 6,9 euro. Un prezzo obiettivo simile, infatti, implica, alla luce di quelle che sono le quotazioni attuali, un bel potenziale di upside.

Novità sul rigassificatore di Porto Empedocle

La conferma del rating buy di Equita su Enel è arrivata come commento alle ultime indiscrezioni che hanno visto protagonista il colosso dell’elettricità. Tali rumurs hanno riguardato la questione del rigassificatore di Porto Empedocle.

Come affermato da alcuni quotidiani, la regione Sicilia avrebbe prorogato al 2028 i termini per la realizzazione del rigassificatore di Porto Empedocle. Si tratta di un vecchio progetto in mano ad Enel, e ormai fermo da anni, per un impianto da 8 miliardi di metri cubi di capacità di rigassificazione.

A causa del contesto di forte incertezza geopolitica e energetica creato dalla guerra in Ucraina, Enel potrebbe adesso essere interessata alla realizzazione dell’impianto piuttosto che limitarsi alla cessione della licenza. L’opera potrebbe richiedere 1 miliardo di euro di investimenti nei prossimi 4 anni e verrebbe comunque realizzata in partnership con un altro operatore.

Al netto delle esigenze di breve termine relative alla sostituzione dei canali russi di approvvigionamento, gli analisti di Equita si sono detti convinti che l’investimento in un nuovo terminale di rigassificazione debba ruotare intorno al riconoscimento di asset “regolato” che sarebbe quindi remunerato da Arera sulla base del capitale investito.

Proprio per questa ragione, Il Sole 24 Ore ritiene che il ministro dell’ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, possa addirittura inserire il rigassificatore di Porto Empedocle tra le opere strategiche per il paese, con tariffa regolata sulla quasi totalità dell’investimento.

Secondo una proiezione di Equita, con investimenti per 1 miliardo di euro, e assumendo come scenario di riferimento una regolazione piena con ammortamento in 40 anni, il rigassificatore agrigentino dovrebbe essere in grado di generare circa 80 milioni di euro di Ebitda una volta al 100 per cento delle sue funzioni. Per Equita è comunque necessario attendere il piano strategico che Enel presenterà a novembre 2023 per saperne di più.

Potenzialmente, quindi, la questione potrebbe rappresentare un driver per il titolo dell’utility. Chi volesse comprare azioni Enel seguendo il consiglio di Equita (rating buy) dovrebbe avere l’accortezza di operare sempre con broker autorizzati come ad esempio:

logo broker etoro
  • eToro: consente di comprare azioni Enel reali e permette anche di fare CFD trading operando a leva finanziaria sia al rialzo (long trading) che al ribasso (short trading). Investendo con i CFD non si ha il possesso fisico delle azioni Enel. Il deposito minimo richiesto per iniziare a usare eToro in modalità reale è di soli 50 dollari tra i più bassi del mercato.

Aumenta le tue capacità di trading con un account eToro virtuale da $100.000 più informazioni sul sito eToro <

azioni FinecoBank
  • FinecoBank: è la piattaforma NR 1 e consente di fare trading su migliaia di strumenti di ogni tipo. Non solo acquisto di azioni reali ma si può anche operare in massima libertà con i CFD azionari. Le commissioni applicate calano all’aumentare dell’attività di trading. Da oggi è anche possibile aprire semplicemente un conto trading Fineco (senza servizi bancari) eliminando il canone e i costi fissi. Essendo poi banca italiana, Fineco è anche sostituto di imposta per i clienti che hanno la residenza in Italia.

Scegli la piattaforma NR 1 in Italia per fare trading sulle azioni > Maggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.