Trimestrale Poste Italiane: previsioni consensus. Come fare trading sulle azioni?

Trimestrale Poste Italiane - BorsaInside

Crescono il numero di società quotate su Borsa Italiana che, in vista della pubblicazione dei conti trimestrali (secondo semestre 2023), rendono note le stime aggiornate sui risultati. Tra le quotate più interessanti che ultimamente hanno tolto il velo dalle indicazioni del consensus c’è Poste Italiane. La società ha fornito le previsioni sul secondo trimestre 2023. In questo post ci occuperemo proprio di queste stime.

Ricordiamo che le stime del consensus si possono usare per fare trading sulle azioni fino al momento in cui non avviene l’ufficializzazione dei risultati. Da quel momento cambia invece l’approccio e solitamente c’è una reazione negativa da parte del mercato se i risultati definitivi hanno deluso le attese della vigilia e una reazione positiva se, al contrario, la trimestrale ha battuto le stime.

Insomma per fare trading online sulle azioni Poste Italiane in vista della pubblicazione della trimestrale è necessario conoscere quelle che sono le stime della vigilia.

Trimestrale Poste Italiane previsioni conti secondo trimestre 2023

Stando alle indicazioni dei principali broker che coprono il titolo Poste Italiane, la quotata gialla dovrebbe chiudere il secondo trimestre 2023 con ricavi pari a 2,9 miliardi di euro. La stima minima indicata dai broker è di 2,86 miliardi mentre quella massima di 2,95 miliardi. In pratica mal che va i ricavi di Poste dovrebbero essere pari a 2,86 mln, ben che vada a 2,95 miliardi. Scendendo nel conto economico, il risultato operativo è previsto a 666 milioni di euro e in questo caso il valore minimo è di 606 milioni e il massimo di 704 milioni di euro. Ancora stando alle indicazioni sul consensus la marginalità è prevista in area 22,9%.

Per quello che riguarda l’utile netto trimestrale esso si dovrebbe attestare a quota 474 milioni di euro. In questo caso l’estremo minimo è di 429 milioni di euro e quello massimo di 531 milioni di euro.

Come si può vedere da questi parametri, si delinea un trimestre molto interessante per Poste Italiane.

Come abbiamo già detto in precedenza, se i risultati definitivi dovessero essere migliori di queste stime, allora si può ipotizzare che il titolo Poste Italiane possa apprezzarsi. Viceversa nel caso di risultati peggiori delle attese, lo scenario più probabile è quello di un deprezzamento.

Come fare trading online sulle azioni Poste Italiane in vista della trimestrale

Per fare trading sulle azioni Poste Italiane in attesa della pubblicazione dei conti del secondo trimestre è necessario partire dall’andamento dei prezzi in tempo reale. Poste Italiane oggi scambia a 9,9 euro in ribasso dello 0,3 per cento rispetto a ieri. La performance è leggermente peggiore rispetto a quella del Ftse Mib che invece si muove attorno alla parità.

L’ultimo mese non è stato brillante per le azioni Poste Italiane che hanno fatto i conti con un calo dell’1,7 per cento. Questo però non intacca il segno verde accumulato su base annua. Il titolo giallo, infatti, oggi ha un valore superiore del 21 per cento rispetto a quello di un anno fa. Poste è quindi una quotata che è cresciuta un bel pò anno su anno. La domanda quindi è: il driver trimestrale sarà o no occasione di visibilità per il titolo?

Per tenersi la mano libera si può scegliere di operare con uno strumento derivato che consente di speculare sia al rialzo che al ribasso. Uno strumento come i CFD azionari grazie ai quali si può trarre profitto dalle variazioni di prezzo delle azioni senza possedere fisicamente le azioni stesse. Tecnicamente con i CFD se prevede che il prezzo dell’azione aumenterà, si apre una posizione long (acquisto) su quel CFD mentre se s prevede che il prezzo dell’azione diminuirà, si apre una posizione short (vendita). I Contratti per Differenza sono strumenti a leva e quindi implicano dei rischi.

Tra i migliori broker CFD ci sono:

logo broker etoro

eToro: possibilità di copiare i traders più bravi grazie al social trading e deposito minimo richiesto pari a soli 50 dollari (tra i più bassi del settore). Inoltre per imparare a fare trading con i CFD sulle azioni eToro offre la demo gratuita da 100 mila euro virtuali >più informazioni sul sito eToro<

azioni FinecoBank

Fineco Bank: 50 ORDINI GRATUITI, 12 mesi a zero canone e consulenti 100% sempre disponibili anche online > Maggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading
Non perdere le nostre notizie! Vuoi essere avvisat* quando pubblichiamo un nuovo articolo? No Sì, certo