Trimestrale Saipem e impatto sulle azioni. Come investire oggi sul titolo?

Saipem alla prova dei conti trimestrali - BorsaInside

Ieri sera dopo la chiusura delle contrattazioni, Saipem ha pubblicato i conti dei primi 9 mesi 2023. Come è logico che sia, la valutazione da parte del mercato ci sarà oggi fin dall’avvio delle contrattazioni. Chi fosse interessato ad investire sulle azioni Saipem sfruttando proprio la visibilità data dai risultati dei primi tre trimestri, non può non conoscere in modo approfondito i risultati messi a segno dalla quotata engineering.

In questo articolo concentreremo la nostra attenzione proprio sui conti dei primi 9 mesi di Saipem facendo in più anche un breve riferimento all’andamento della quotata in borsa.

Iniziamo.

Trimestrale Saipem: ecco come è andata nei primi 9 mesi 2023

I primi tre trimestri dell’esercizio 2023 di Saipem si sono chiusi con un miglioramento della redditività e del fatturato in un contesto in cui c’è stato un ritorno in positivo del risultato finale. Importante anche la conferma dei target finanziari per tutto l’esercizio in corso. Ma andiamo con ordine.

Al termine dei primi 9 mesi dell’esercizio 2023 Saipem ha evidenziato ricavi per 8,36 miliardi di euro, in aumento del 18,7 per cento rispetto ai 7,04 miliardi messi a segno nello stesso periodo dell’anno scorso e un margine operativo lordo MOL adjusted che ha segnato una progressione a quota 640 milioni di euro in salita dai 445 milioni di euro dei primi nove mesi del 2022.

Scendendo nel conto economico, il risultato netto si è attestato a 79 milioni di euro, valore che si raffronta con la perdita di 138 milioni di euro che era stata contabilizzata nei primi nove mesi del 2022. Di conseguenza anche il risultato netto adjusted è stato positivo per 79 milioni di euro.

Per quello che riguarda il debito, a fine settembre 2023 l’indebitamento finanziario netto di Saipem era sceso a 171 milioni di euro contro i 264 milioni di inizio anno. Sempre alla stessa data Saipem aveva in cassa liquidità per 2,82 miliardi di euro. Il fatto che il livello di indebitamento sia calato è senza dubbio una buona notizia.

Trimestrale Saipem: focus sul terzo trimestre 2023

Nel solo terzo trimestre 2023, Saipem ha messo a segno ricavi per 3,02 miliardi, in miglioramento del 5,6 per cento rispetto ai 2,86 miliardi di euro realizzati nel terzo trimestre di un anno fa e un margine operativo lordo adjusted in aumento a quota 30 milioni di euro. Buone indicazioni anche dal risultato netto adjusted che è risultato essere positivo per 39 milioni di euro.

Saipem previsioni esercizio 2023

Oltre ad aver approvato i conti dei primi 9 mesi dell’esercizio 2023, il consiglio di amministrazione di Saipem ha anche ribadito le stime finanziarie su tutto l’esercizio 2023 evidenziando anche la presenza di una buona visibilità sui ricavi per il biennio 2024/2025.

Nulla di cui stupirsi visto che nei primi 9 mesi del 2023 la società engineering risultava aver acquisito nuovi ordini per un ammontare totale di 11,92 miliardi di euro nettamente sopra i 6,92 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente.

Come investire in azioni Saipem dopo la trimestrale?

Il prezzo delle azioni Saipem parte oggi da 1,39 euro. Nel corso dell’ultimo mese il titolo ha perso il 5 per cento nonostante l’avanzata della quotazione petrolio. Tuttavia il calo non preoccupa più di tanto visto che, anno su anno, i prezzi di Saipem sono più alti dell’86 per cento.

Chi oggi volesse comprare azioni Saipem per cavalcare la trimestrale può operare sia in modo diretto, ovvero con l’acquisto fisico di azioni (che comporta diventare azionisti) che attraverso i CFD. Fondamentale è usare broker autorizzati per operare come ad esempio:

eToro small
  • eToro: broker di fama mondiale consente di comprare azioni frazionate ma anche di fare trading attraverso i CFD (sia al rialzo che al ribasso) operando a leva finanziaria (il che comporta dei rischi). Uno degli strumenti che più caratterizzano eToro è il copy trading grazie al quale si possono copiare le strategie dei traders migliori. Per avviare l’operatività viene chiesto un deposito minimo di soli 50 dollari.

Da ora puoi aumentare le tue conoscenze di trading con il conto demo eToro da 100.000 euro virtuali >più informazioni sul sito eToro<

azioni FinecoBank
  • FinecoBank: si tratta della piattaforma NR 1 in Italia e consente di investire su tantissime azioni italiane del Ftse Mib. Tra l’altro le commissioni applicate si abbassano con l’aumentare dell’attività di trading. Una delle ultime novità di Fineco molto apprezzate dai traders è conto 100% trading senza costi fissi e canone mensile. Da non tralasciare i vantaggi fiscali: in quanto banca con sede in Italia, Fineco opera da sostituto di imposta per i clienti con residenza in Italia.

Fai trading con la piattaforma NR 1 in ItaliaMaggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading