Trading azionario: le azioni americane sono le migliori nel 2023. Come puoi investire

Le azioni Usa guidano i mercati globali - BorsaInside

Il 2023 è un anno che sta dando tante soddisfazioni ai trader che operano sul mercato azionario globale. Nei primi 6 mesi la stragrande maggioranza degli indici di borsa ha registrato degli apprezzamenti molto forti. Anche a luglio il trend positivo è proseguito mentre agosto sembrerebbe essere il mese del ritracciamento. Nella prima Ottava del nuovo mese, infatti, i mercati globali sono stati alle prese con forti prese di profitto. La decisione degli analisti di Fitch di tagliare il rating Usa è stata l’occasione che i trader attendevano per prendere profitto. Nonostante la flessione ovunque avvenuta, però, le azioni Usa continuano ad essere la migliore asset-class.

Se l’intenzione è di fare trading azionario nel mese di agosto, è sempre alle quotate della borsa di Wall Street che è necessario guardare. In questo post spiegheremo perchè le azioni americane continuano ad essere una valida opzione di investimento pur nel contesto di ritracciamento avviato dai mercati ad agosto, e come poter investire rapidamente su questa classe di attivi magari riservandosi anche la possibilità di speculare al ribasso (short trading).

GLI ETF dicono che le azioni americane sono le migliori del 2023

Per analizzare il comportamento delle azioni Usa in questo frangente particolare evitando di fossilizzarsi su un singolo titolo (anche perchè procedere in questo modo renderebbe il discorso molto dispersivo) vediamo come si stanno muovendo alcuni ETF proprio in questi giorni. C’è il Vanguard Total Stock Market Index Fund ETF Shares che la settimana scorsa ha segnato un ribasso del 2,1 per cento ma, rispetto ad un anno fa, continua ad essere in rialzo di oltre il 17 per cento. La performance di questo fondo a gestione passiva è nettamente superiore a quello di un altro ETF, il Vanguard FTSE Developed Markets Index Fund ETF Shares che invece nel 2023 è cresciuto dell’11,5 per cento.

Nella prima Ottava di agosto, il distanziamento che c’è tra le migliori e le peggiori fette delle più importati asset class è salito a quota 18,5 per cento dopo che molte materie prime sono state alle prese con dei contraccolpi. A proposito di materie prime, il WisdomTree Continuous Commodity Index Fund nella prima Ottava di agosto è sceso all’1,2 per cento. La flessione ha impattato sulla prestazione da inizio anno che ora è leggermente negativa.

Intanto, però, il Global Market Index (GMI) è in crescita del 12 per cento. Il GMI è un benchmark non gestito che contiene tutte le più importanti asset-class in pesi che riproducono il loro valore di mercato.

Insomma l’andamento degli ETF conferma che le azioni Usa sono alla guida dei mercati globali nel 2023 nonostante il nuovo trend che sembrerebbe essersi imposto da inizio agosto.

–COMPRA ETF iShares e Amundi/Lyxor A ZERO COMMISSIONI CON FINECO>>

Ma lasciamo perdere gli ETF e torniamo a parlare di azioni e trading azionario.

Azioni americane hanno valutazioni eque?

Secondo gli analisti di Bloomberg, le azioni Usa attualmente presentano una valutazione equa. In un loro recente report gli esperti hanno posto l’accento sul fatto che il loro paniere di oltre 700 titoli scambiati sulla borsa Usa presenta un rapporto prezzo/valore equo pari a 1,00. In dato è riferito a fine luglio e quindi tiene in scarsa considerazione il ritracciamento che si è verificato nella prima Ottava di agosto.

Sempre Morningstar ritiene che, alla luce dell’analisi sui fair value per i componenti del mercato, siano le azioni value ad essere meritevoli di una maggiore inclinazione. Scrivono gli analisti nella loro nota che, tendendo conto di quelle che sono le loro valutazioni, il consiglio è quello di continuare a sovrappesare i titoli value e invece sottopesare le categorie core e growth. Al tempo stesso la raccomandazione di Bloomberg è di sovrappesare i titoli a media e piccola capitalizzazione.

Come investire in azioni americane: i driver di breve periodo

Come è oramai noto a tutti, è la politica monetaria della FED a condizionare l’andamento del mercato azionario e quindi di Wall Street. Ora nel mese di agosto non sono previsti board del FOMC (braccio operativo della Federal Reserve). Con le riunioni di politica monetaria si dovrà attendere settembre. In realtà ad agosto scarseggia un pò tutto ed per questo che è bene non farsi sfuggire le poche occasioni di dinamismo (ossia di ingresso) che possono derivare, a questo punto, solo dai market mover.

La seconda Ottava di agosto sarà movimentata dalla pubblicazione dei dati Usa sull’inflazione. L’evento macro è in programma questo giovedì.

Secondo Econoday.com, le stime del consensus puntano su un potenziale stop nella lotta all’inflazione.Vendendo ai numeri non è da escludere che l’IPC possa anche rimbalzare leggermente al 3,3 per cento su base annua contro il 3 per cento che emerse a luglio. Il dato è comunque contenuto se si tiene conto che a metà 2022 il calo è stato del 9 per cento. Se le stime dovessero essere corrette, l’andamento molto modesto dei prezzi dimostrerà che per la prima volta in più di un anno, il tasso annuale dell’IPC principale ha subito una accelerazione.

Ma c’è anche l’altra faccia della medaglia. L’IPC core, ossia il tasso di inflazione annuo globale, dovrebbe restare stabile al 4,8 per cento ma si tratterebbe comunque di un ritmo sostanzialmente più elevato rispetto a quello che è l’obiettivo di inflazione al 2 per cento che la Federal Reserve ha fissato.

In conclusione: non è da escludere che il mercato azionario Usa possa subire delle turbolenze nel caso in cui i dati relativi all’IPC dovesse fomentare nuove preoccupazioni sulla possibilità che i rialzi dei tassi di interesse da parte della FED possano proseguire.

E allora si torna al punto di partenza: sarà la politica monetaria ad orientare l’andamento delle azioni Usa nei prossimi mesi.

Come investire su azioni e ETF con la piattaforma NR 1 in Italia

azioni FinecoBank

Tutti i broker migliori consentono di investire in azioni e in ETF. Diciamo che questo è una sorta di minimo sindacale per poter essere definita piattaforma di successo. Volendo però cercare un broker che consenta di operare su tantissimi strumenti e mercati da una sola piattaforma e non volendo rinunciare alla possibilità di speculare anche al ribasso (possibile solo con i CFD), il campo di scelta si restringe.

Farà però certamente piacere sapere che c’è una banca italiana che permette di fare trading online nel modo più completo possibile ossia potendo contare sulla possibilità di usare strumenti molto diversi tra loro. Questa banca è Fineco che, giustamente, in tanti conoscono per il vantaggioso conto corrente online che viene proposto. In realtà è presente tutta una sezione operativa dedicata al trading (parliamo di Fineco Trading per comodità) dove è possibile speculare su strumenti di tutti i tipi.

A noi interessano solo azioni e ETF (è questo l’argomento del post) e a tal riguardo Fineco offre la possibilità di accedere ai principali mercati finanziari per comprare e vendere i tuoi titoli preferiti e la possibilità di inserire in portafoglio ETF per diversificare il tuo investimento. Inoltre puoi fare trading globale a leva attraverso i CFD e in questo caso non avrai commissioni ma solo spread.

Per quello che riguarda la borsa americana, con Fineco hai a disposizione oltre 40 CFD su azioni. Tutto è gestito in euro, senza bisogno di accessi ai mercati tradizionali e senza commissioni nascoste. Le differenze di prezzo (spread) si allineano alle attuali quotazioni di mercato. Inoltre, con i CFD basati su azioni statunitensi, hai la possibilità di investire anche durante la notte, e per tutti i CFD collegati ad azioni straniere non è prevista l’applicazione della Tobin Tax.

Per quanto concerne invece gli ETF, Fineco ti consente di investire di acquisto su una selezione di ETF iShares e Amundi/Lyxor. Puoi operare su singoli fondi o impostare un Piano Replay.

Quali commissioni sono applicate da Fineco per avere accesso a tutto questo? I nuovi clienti nel mese di apertura del conto e in quello successivo pagheranno solo 9,95$ su USA per ordine. E poi più si fa trading e meno si paga.

–APRI IL CONTO FINECO E INIZIA A FARE TRADING A COMMISSIONI RIDOTTE>>

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading
Non perdere le nostre notizie! Vuoi essere avvisat* quando pubblichiamo un nuovo articolo? No Sì, certo