Skin ADV

Certificates SG, nuove emissioni Recovery Top Bonus

certificati

SocGen lancia nuovi certificati finanziari a valere su indici azionari e azioni italiane ed estere.

Societe Generale ha lanciato nuovi certificati Recovery Top Bonus, a valere su indici azionari e azioni italiane ed estere. Riconducibili alla categoria dei Certificati a capitale condizionatamente protetto, sono quotati sul mercato SeDex di Borsa Italiana. Ma con che caratteristiche?

  🔝 CONTO E CARTA GRATUITI – Conto corrente ZERO SPESE con N26 — Carta Conto con IBAN (anche prelievi e bonifici gratuiti)  + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. ✅ Ricevi la tua MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici in 19 valute. Scopri di più sul sito ufficiale >>

  🔝 CONTO E CARTA GRATUITI – Conto corrente ZERO SPESE con N26Carta Conto con IBAN (anche prelievi e bonifici gratuiti)  + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. ✅ Ricevi la tua MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici in 19 valute. Scopri di più sul sito ufficiale >>

Stando al regolamento di questo strumento finanziario, alla scadenza del certificato l’investitore potrà ottenere un bonus corrispondente al differenziale tra l’importo di liquidazione (pari a 100 euro) e il prezzo di emissione (sotto 100 euro). Il valore del premio potenziale sarà pari al 4,5% per le scadenze più brevi e al 14% per quelle più estese.

Per quanto concerne la condizione che disciplina il pagamento del premio e il rimborso del valore nominale, è necessario che alla scadenza dello strumento il prezzo del sottostante sia almeno pari a quello del livello barriera o superiore. Nel caso in cui invece alla data di valutazione finale il sottostante dovesse quotare un livello inferiore a quello barriera, l’investitore otterrà un importo di liquidazione che sarà proporzionale alla prestazione effettiva del sottostante.

A proposito di sottostanti, ricordiamo che i nuovi certificati permettono all’investitore di poter puntare sull’andamento rialzista, o moderatamente ribassista, di diversi indici europei (FTSE MIB, EuroStoxx 50, EuroStoxx Banks) e varie azioni blue chips come Unicredit, Enel, Eni o FCA.

Per quanto attiene la scadenza, alcuni certificati scadranno già nel dicembre 2019, mentre i rimanenti 11 scadranno alla fine del 2020. Si tratta dunque di un’esposizione in termini temporali piuttosto contenuta, e pari a 3 mesi per la scadenza più breve e 15 mesi per quella più estesa.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro