Azioni A2A e dividendo 2018 in aumento: oggi è corsa a comprare su Borsa Italiana

Azioni A2A e dividendo 2018 in aumento: oggi è corsa a comprare su Borsa Italiana

I conti 2017 di A2A scatenano gli acquisti sul titolo ma a far contento il mercato è l'importo della cedola

CONDIVIDI

C'è un rapporto di strettissima dipedenza tra le decisioni del consiglio di amministrazione di A2A sul dividendo relativo all'esercizio 2017 e l'andamento delle azioni A2A su Borsa Italiana oggi. Non appena è stato diramato il comunicato ufficiale sui conti 2017 della multiutility lombarda, infatti, gli investitori si sono precipitati a comprare azioni A2A. Mentre scriviamo il titolo segna un rialzo dell'1,64% a quota 1,519 euro. A2A è la seconda miglior società quotata sul Ftse Mib oggi collocandosi alle spalle di FinecoBank. Andando a guardare al grafico relativo all'andamento del titolo, è possibile notare come grazie alla buona progressione di oggi, la multiutility sia tornata su livelli che mancavano dalla fine del mese di gennaio. Nel successivo mese di febbraio, infatti, come pure in gran parte del mese di marzo, il prezzo delle azioni A2A ha registrato un assestamento dovuto alle numerose prese di profitto dei traders. 

L'ammontare del dividendo A2A 2018 è il grande assist fornito oggi agli investitori. Il consiglio di amministrazione dell'utility ha deciso di proporre all'assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,0578 euro per azione ordinaria posseduta. Rispetto al dividendo staccato un anno fa, ossia sull'esercizio 2016, c'è stato un aumento del 17,5% dell'importo. Complessivamente i dividendi A2A 2018 ammonteranno a 180 milioni di euro. Se la delibera del consiglio di amministrazione dovesse essere confermata dall'assemblea dei soci, il dividendo A2A verrebbe staccatto il prossimo 21 maggio mentre la data di pagamento della cedola sarebbe il 23 maggio. 

Non c'è stato comunque solo il dividendo a determinare la corsa all'acquisto di azioni A2A su Borsa italiana oggi. Anche i risultati 2017 hanno i loro meriti nel rally della multiutility. A2A ha archiviato lo scorso esercizio con ricavi pari a 5,91 miliardi di euro, in aumento del 16% rispetto ai 817 milioni di euro del 2016. Il balzo del fatturato è stato favorito per una buona metà dal consolidamento del gruppo LGH dalle società che sono acquisite nel secondo semestre del 2016. Performance negativa, invece, per il MOL A2A che a fine 2017 era pari a 1,21 miliardi di euro, in ribasso dell'1,6% rispetto al 2016 mentre sia il risultato netto che l'utile sono stati positivi. In particolare il risultato netto di A2A nel 2017 è stato pari a 706 milioni di euro, in crescita di 233 milioni di euro rispetto al 2016 e l'utile netto di pertinenza del gruppo si è attestato a 293 milioni di euro, in aumento di 61 milioni di euro dai 232 milioni di euro restated del 2016.

Capitolo indebitamento netto: al 31 dicembre 2017 la posizione finanziaria netta di A2A registrava un indebitamento pari a 3,23 miliardi di euro in sensibile progressione dai 3,14 miliardi di fine 2016. Il rapporto tra posizione finanziaria netta e margine operativo lordo di A2A è conseguentemente passato da da 2,55x di fine 2016 a quota 2,66x. 

L'esercizio 2017, ha spiegato la multiutility in una nota "ha visto, oltre alla tradizionale crescita organica e al contributo delle società acquisite nel 2016 per l'intero anno (tra cui principalmente LGH), l'acquisizione di 5 società, di cui 2 attive nel settore delle energie rinnovabili (energia solare), con una potenza installata pari a circa 35MW, e le restanti 3 attive rispettivamente". 

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro