Solitamente ogni volta che si verifica un inasprimento nella guerra commerciale tra Usa e Cina, su Borsa Italiana va in onda il dramma delle azioni STM. A causa della particolare natura del proprio business e in considerazione delle propria esposizione, STMicroelectronics è infatti costretta a subire le conseguenze della guerra dei dazi.

Tutto questo oggi non si è però verificato nel senso che alle ultime novità sulla guerra commerciale Usa-Cina non è corrisposto alcun crollo di STM a piazza affari. Contrariamente a quanto avvenuto in tante altre occasioni, il prezzo delle azioni STMicoelectronics oggi è in forte rialzo. Mentre è in corso la scrittura del post, STM segna una progressione del 5,2 per cento a quota 14,9 euro. Come emerge dal grafico giornaliero, le quotazioni della società dei microchips hanno raggiunto un massimo intraday a 14,97 euro, prima di ripiegare leggermente. 15 euro per azione, quindi, solo sfiorati ma non toccati anche se, il forte rialzo messo a segno oggi dal titolo, ha permesso di ridurre la performance negativa su base mensile al 7,64 per cento.

Fatta questa premessa sull’andamento del titolo (da evidenziare il fatto che nonostante la forte progressione in avanti non sia STM il titolo migliore del Ftse Mib oggi ma bensì Prysmian come si può leggere qui), andiamo ora ad analizzare quelle che sono le ragioni alla base di un rally così forte. 

Due i drivers che sostengono il titolo STM oggi: le previsioni sui conti 2019 (intero esercizio) e le stime fornite sul dividendo. Nel corso dell’Investor Day che si è tenuto a Londra il management della società italo-francese ha dichiarato di stimare per l’esercizio 2019 ricavi compresi tra i 9,45 miliardi e 9,85 miliardi di dollari e una marginalità lorda che dovrebbe collocarsi nella forchetta compresa tra il 37 per cento e il 39 per cento. Restingendo ancora di più l’intervallo temporale, STM punta a chiudere il secondo trimestre 2019 con ricavi pari a 2,13 miliardi di dollari, in ribasso del 6,3 per cento nel confronto con lo stesso periodo di un anno fa.

Per quello che riguarda l’esercizio 2019, il management di STM punta a staccare un dividendo complessivo pari a 0,24 dollari per azione. 

Più nel medio termine, STMicroelectronics punta ad ottenere un giro d’affari in area 12 miliardi di dollari e una marginalità lorda compresa in un range tra il 40 e il 41 per cento. La marginalità netta di STM sempre nel medio termine dovrebbe invece attestarsi tra il 17 e il 19 per cento. 

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.