Perchè azioni Saipem e Tenaris crollano su Borsa Italiana oggi?

Il crollo di Saipem e di Tenaris è uno degli eventi clou su Borsa Italiana oggi. I due titoli sono i peggiori del paniere di riferimento registrando ribassi decisamente superiori al passivo del Ftse Mib. Mentre è in corso la redazione del post, il prezzo delle azioni Saipem segna un ribasso del 3,6 per cento a quota 4,007 euro mentre la quotazione Tenaris è in calo del 2,9 per cento a quota 11,7 euro.

La corsa a vendere azioni Saipem e Tenaris è un effetto dell’andamento negativo del prezzo del greggio. Con una quotazione petrolio in calo dello 0,8 per cento a quota 70,42 dollari al barile, per quello che riguarda il Brent, e dello 0,68 per cento a 61 dollari al barile, per quanto concerte il WTI, è ovvio che le azioni oil siano esposte a vendite anche molto forti. L’altro titolo petrolifero quotato sul Ftse Mib, Eni, registra, dal canto suo, un calo dell’1,75 per cento a quota 14,16 euro che completa il quadro negativo del settore oil.

La flessioni dei titoli oil non è iniziata oggi. Già nella seduta di ieri, infatti, vendite anche molto forti si era abbattute sulle azioni del settore petrolifero. Come sempre avviene in questi casi il sell-off si traduce, ovviamente, in una occasione di trading.

Tra le due azioni peggiori sul Ftse Mib oggi, sono le Saipem ad offrire gli spunti più interessanti per operare e provare in questo modo a trarre profitto. Le azioni Saipem oggi 23 maggio hanno toccato un minimo intraday a quota 3,989 euro per poi risalire sopra i 4 euro (ma neppure più di tanto). Il fatto che il muro dei 4 euro sia crollato suggerisce la possibilità che le quotazioni possano scivolare ancora. Dal punto di vista dell’analisi tecnica, il titolo Saipem è molto lontano dai massimi raggiunti nella prima parte di aprile a quota 5,05 euro. E’ dalla seconda metà del mese di aprile che le azioni Saipem hanno dato vita ad una correzione che non solo dura anche oggi ma che risulta essere ancora più accentuata a partire dalla prima metà di maggio.

Tutto questo conferma la fragilità del quadro tecnico di Saipem con ulteriori ribassi che sono molto possibili. Il livello da monitorare per capire quale direzione potrebbero prendere le azioni Saipem è quello dei 4 euro. In caso di allunghi delle azioni fino a quota 4,25 euro, è ipotizzabile una chiusura della fase di correzione e una possibile salita fino al livello successivo, quello posto a 4,5/4,6 euro.

In caso di ulteriore consolidamento dello scenario ribassista, invece, il livello da monitorare sarebbe quello collocato a 3,85 euro.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Italiana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.