investitore che esulta con logo di TIM
Telecom Italia promossa da S&P Global - BorsaInside

Le azioni Telecom Italia sono di diritto nella lista di titoli da tenere d’occhio nella seduta odierna Borsa Italiana. Ieri l’ex monopolista aveva messo a segno un balzo di quasi 5 punti percentuali a 0,2373 euro imponendosi al vertice del Ftse Mib ed è quindi naturale che, in vista dell’avvio di contrattazioni della penultima seduta settimanale, gli investitori si interroghino sulla direzione che potrebbero prendere i prezzi di TIM. C’è ancora spazio per un apprezzamento del titolo oppure è meglio prepararsi ad un ritracciamento? La domanda è fondamentale perchè dalla risposta deriva la strategia trading da adottare che, nel primo caso, sarebbe long e nel secondo sarebbe short.

Per provare a capire se le azioni Telecom Italia oggi sono destinate a crescere ancora, è necessario inquadrare per bene sia l’andamento del titolo nel medio e lungo termine e sia le ragioni alla base del rally.

Azioni Telecom Italia a -20% da inizio anno

Come si può vedere dal grafico in alto, le azioni TIM nel corso dell’ultimo mese hanno registrato un apprezzamento di quasi 4 punti percentuali. Questo verde però tende ad annacquarsi se si allarga il frame temporale di riferimento. Da inizio anno, infatti, l’ex monopolista si è deprezzato del 20 per cento mentre anno su anno emerge un rosso del 9 per cento.

Stiamo quindi parlando di una quotata che è in ripresa nel breve termine ma che resta molto deprezzata per intervalli temporali più lunghi. Questa è una buona notizia per gli investitori perchè potrebbe implicare la presenza di un ulteriore margine di crescita.

A tal riguardo può essere utile dare un occhio a quelle che sono le indicazioni degli analisti. Proprio ieri sul titolo Telecom Italia sono intervenuti gli analisti di Equita che hanno confermato sia il rating buy che il target price a 0,34 euro. L’indicazione della sim è quindi bullish (comprare) ma soprattutto l’aspettative è per un buon apprezzamento rispetto ai valori attuali. Quel target price di 0,34 euro rispetto agli attuali prezzi inferiori a 0,24 euro implica un buon potenziale di upside. Nel report di Equita si fa riferimento alla recente mossa dell’agenzia internazionale S&P Global che proprio ieri ha migliorato il rating sul debito a lungo termine della compagnia telefonica italiana. Secondo alcuni operatori dietro al rally di TIM nella seduta di ieri ci sarebbe proprio questo upgrade.

Telecom Italia promossa a piedi voti da S&P Global

Mercoledì sera è arrivata una notizia bomba su Telecom Italia: l’agenzia S&P ha alzato di due notch da B+ a BB il credit rating di Telecom Italia per inglobare nella valutazione l’avvenuto completamento della cessione della rete. Gli esperti americani hanno anche confermato l’outlook a stabile.

Nella nota si può leggere che la forte riduzione del leverage e il solido posizionamento competitivo dell’ex monopolista sia sul mercato domestico italiano che in Brasile sono stati solo in parte compensati dalla più spiccata volatilità del gruppo TIM determinata proprio dalla cessione della rete.

Nella valutazione S&P evidenzia come il nuovo giudizio, per adesso, non incorpora le future possibili cessioni di Sparkle e Inwit e il rimborso del canone di concessione visto che tutte e tre queste operazioni non hanno ancora dettagli definiti né per quello che riguarda le tempistiche della loro esecuzione e né per quanto concerne l’impatto finanziario sui conti.

Per quello che riguarda l’outlook stabile, invece, esso rispecchia le attese degli analisti su un turnaround del business domestico. Ipotesi sostenuta anche dalla stabilizzazione della base clienti e dei ricavi medi per cliente.

Secondo gli analisti di Equita, l’upgrade sulle azioni TIM da parte di S&P Global era atteso e quindi non c’è assolutamente nulla di cui stupirsi. La promozione, hanno commentato dalla sim milanese, conferma lo standing creditizio del gruppo. Un aspetto positivo è il fatto che gli analisti americani non hanno chiuso alla possibilità di ulteriore upside in caso di esecuzione delle opzioni legate a Sparkle, a Inwit e al canone di concessione. In poche parole se ci dovessero essere passi in avanti su questi dossier, il rating di S&P su Telecom potrebbe salire ancora. E’ questa una prospettiva che, alla luce di quella che è stata la reazione di ieri all’upgrade, potrebbe portare ad una ulteriore progressione per la quotata italiana. Anche perchè, come abbiamo messo in evidenza ad inizio articolo, le azioni Telecom Italia resta sottovalutate come mostra l’andamento da inizio anno.

Una valutazione positiva dell’upgrade su TIM deciso da S&P è stata espressa anche da Mediobanca. Anche per piazzetta Cuccia l’upgrade è la dimostrazione del miglioramento del profilo creditizio di Telecom Italia possibile grazie alla riduzione del debito ottenuta con i proventi della cessione a KKR.

Chi volesse comprare azioni Telecom Italia sfruttando le indicazioni degli analisti può operare sia con broker come eToro che con banche come Fineco.

  • eToro: broker che permette di fare trading al rialzo e al ribasso attraverso i CFD azionari operando a leva e al tempo stesso di comprare azioni reali. Inoltre eToro offre lo strumento del copy trading con cui si possono copiare le strategie dei trader migliori.
Unisciti alla community di eToro Etoro
Prova Demo Gratuita Sul sito di Etoro
  • Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading
  • ETF - CRYPTO - CFD
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Avviso: il tuo capitale è a rischio

  • Fineco: banca con la migliore piattaforma trading in Italia consente di comprare azioni reali, fare trading con i CFD e anche con i più esclusivi super CFD. Due le tipologie di conto tra cui il nuovo conto di solo trading senza costi fissi.
La qualità del trading N.1 Fineco
SCOPRI DI PIÙ Sul sito di Fineco
  • 100% trading, senza compromessi
  • N.1 in Italia
  • Regime Fiscale Amministrato
  • 0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
Avviso: il tuo capitale è a rischio

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.