L’appuntamento clou dell’agenda macro di oggi 12 gennaio 2023 è la pubblicazione del dato sull’inflazione Usa. Si tratta di un market mover fondamentale in quanto capace di condizionare le prossime decisioni di politica monetaria della FED. Per farla breve: se il dato dovesse risultare troppo alto, ci sarebbero buone probabilità che la Federal Reserve possa proseguire con i rialzi duri del costo del denaro; se invece il dato dovesse essere contenuto, allora i mercati potrebbero continuare a sognare (come stanno facendo in queste prime sedute del 2023) un allentamento del ritmo di rialzo del costo del denaro.

Insomma, da qualsiasi punto di vista si guardi l’appuntamento, esso rappresenta un assist significativo per investire in borsa. Già ma come posizionarsi? In questo articolo parleremo delle due strategie trading che possono essere attuate per sfruttare la pubblicazione del dato sull’inflazione Usa. Sceglierne una anzicchè l’altra non è frutto di casualità ma di precise scelte. Ovviamente nella definizione delle modalità operative che si intendono adottare, un peso non indifferente sarà svolto delle previsioni degli analisti.

Vediamo quindi subito cosa si attendono gli esperti. Tanto per iniziare, per quello che riguarda il dato sull’inflazione core, vale a dire l’inflazione che ingloba anche gli elementi più volatili del paniere come cibo ed energia, le attese sono per un rialzo mensile (+0,3 per contro il precedente +0,2 per cento) e per un calo su base annua (+5,7 per centro contro il precedente 6 per cento). Inglobando anche il cibo e l’energia, è prevista una lettera annuale del 6,5 per cento contro il precedente 7,1 per cento, mentre su base mensile le attese sono per un aumento dell0 0,1 per cento identico a quello del mese precedente.

A voler essere precisi, il dato macro che più condiziona la scelte di politica monetaria della FED è il consumer price index. E’ questo indicatore che è necessario guardare per investire oggi in borsa.

Prima di fare riferimento alle due modalità operative a disposizione dei trader che oggi vogliono investire per cavalcare il dato sull’inflazione Usa, ricordiamo che uno dei modi più agevoli per speculare sugli indici è attraverso i CFD. Grazie a questo strumento di tipo derivato è possibile fare trading al rialzo e al ribasso e in questo secondo caso poter quindi guadagnare se il prezzo dell’asset è in calo (short trading). Un broker che permette di fare trading con i CFD sugli indici di borsa è eToro (leggi qui la recensione). Questa piattaforma, affidabile e autorizzata, può essere testata in modalità demo grazie all’account dimostrativo da 100 mila euro virtuali.

–APRI UN CONTO DEMO ETORO E IMPARA A FARE CFD TRADING SUGLI INDICI DI BORSA>>

app etoro

Ecco i due modi per investire in borsa in attesa della pubblicazione del dato sull’inflazione Usa (uscita market mover ore 14,30):

  • dato superiore alle aspettative
  • dato inferiore alle aspettative

Investire in borsa con dato sull’inflazione Usa superiore alle stime

Se il dato sull’inflazione Usa dovesse battere le attese, la FED sarebbe più aggressiva nel rialzo dei tassi (scordiamoci quindi l’allentamento del ritmo). Tenendo conto di quello che è l’attuale contesto dei mercati, si può ipotizzare un deprezzamento delle obbligazioni e un apprezzamento del dollaro. Per quello che riguarda le materie prime, l’oro perderebbe di valore visto che è correlato in modo negativo al dollaro. Parallelamente anche il il mercato azionario pagherebbe un prezzo alto.

E’ sufficiente tenere conto di quello che è avvenuto per tutto il 2022 a causa proprio della FED aggressiva per comprendere quello che potrebbe accadere immediatamente nel caso in cui la Federal Reserve dovesse proseguire con i rialzi duri dei tassi. In particolare, ancora una volta, sarebbero i titoli tech ad essere esposti alle vendite. Ad ogni modo, se il dato sull’inflazione Usa dovesse essere superiore alle attese, tutto il settore growth (che comprende le quotate più sensibili ai tassi di interesse) subirebbero vendite. E per finire, ma non meno importante, l’indice VIX (indice di paura dell’S&P500) si muoverebbe verso l’alto.

Insomma con l’inflazione Usa oltre le attese, ci sarebbero effetti pesanti sull’azionario globale.

Per investire su tutti gli asset che abbiamo citato operando da una sola piattaforma si può considerare la proposta del broker Avatrade (qui la recensione completa). Questo broker consente di fare trading con i CFD su tantissimi mercati partendo da un deposito minimo di soli 100 euro. Per provare a fare trading con Avatrade è sufficiente aprire il conto demo seguendo il link ufficiale.

–SCOPRI AVATRADE, DEPOSITO MINIMO DI SOLI 100 EURO PER FARE CFD TRADING>>

Investire in borsa con dato sull’inflazione Usa inferiore alle stime

Vediamo ora lo scenario opposto. Se l’inflazione degli Stati Uniti dovesse risultare inferiore alle stime, allora non è da escludere che le borse possano continuare la loro luna di miele di inizio anno. Più nel dettaglio i rendimenti dei titoli di stato a 2 e 10 anni si muoverebbero al ribasso con apprezzamento delle stesse obbligazioni. Sul forex effetto negativo per il dollaro Usa a causa della correlazione positiva con il titolo a due anni.

Ovviamente se l’oro si dovesse deprezzare allora, la quotazione oro potrebbe salire a causa della correlazione negativa con USD. In borsa, come abbiamo già anticipato, un’inflazione più bassa delle stime significherebbe spazio per un rialzo delle azioni growth. E per finire, e questo sarebbe il segnale più concreto di un cambio di passo, l’indice sulla paura VIX non potrebbe che calare.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.