Materie prime previsioni 2023: target di oro, petrolio, ferro, rame e platino

materie prime

Come si muoveranno i prezzi delle materie prime nei primi mesi del nuovo anno? Con la tensione geopolitica alle stelle, il rialzo inarrestabile dell’inflazione e un rischio recessione che è sempre più concreto, fare previsioni di medio termine sui prezzi delle materie prime più importanti (oro, petrolio, ferro, rame e platino) non è semplice. Allo stesso tempo, però, avere un’idea dei target che che le quotazioni delle commodities potrebbero raggiungere diventa fondamentale per impostare la propria strategia trading.

Ad occuparsi del tema sono stati gli analisti di Deutsche Bank. Secondo l’esperto Liam Fitzpatrick i prezzi, esclusi quelli dell’energia, dovrebbero raggiungere un floor nel primo semestre del prossimo anno contrariamente a quanto in precedenza indicato (ovvero nel terzo trimestre del 2023). Per l’analista dovrebbero essere due i fattori alla base del raggiungimento del floor: la ripresa sostenuta del settore edile cinese e il raggiungimento del picco da parte del dollaro Usa.

In generale, ha quindi aggiunto l’analista, è evidente che l’incertezza sia destinata a restare alta ma, al tempo stesso, c’è l’evidenza che l’offerta sia strutturalmente molto ristretta. Liam Fitzpatrick si è detto inoltre convinto che la produzione globale sia alle prese con una serie di nodi: gli alti costi energetici, i permessi, le condizioni meteorologiche, sono tutti fattori che hanno reso debole l’offerta nel corso di questo ciclo. La conclusione di Fitzpatrick è la seguente: nel momento in cui ciclo globale si dovesse riprendere allora il mercato dovrà fare i conti con scorte basse e con un’offerta molto risicata. In questo contesto i prezzi delle materie prime potrebbero riprendere la loro ascesa verso livelli che l’analista tedesco definisce interessanti.

Una situazione favorevole da punto di vista dei trader. Questi ultimi possono fare trading sui prezzi di tante materie prime attraverso i CFD. Tra l’altro, scegliendo il broker eToro, è possibile avere subito la demo gratuita da 100 mila euro per imparare a fare CFD trading su molte commodities senza correre il rischio di perdere soldi veri.

Apri un conto demo eToro e impare a fare trading CFD sulle materie prime>>>è gratis

demo etoro

Prezzo rame previsioni 2023: i target

La prima materia prima di cui si sono occupati gli analisti di Deutsche Bank nel loro report è il rame. Secondo gli esperti lo stimolo infrastrutturale cinese dovrebbe spingere i prezzi nel quarto trimestre 2022 fino a quota 7.800 dollari contro i 7.824 attuali. Tuttavia una crescita globale più debole nel corso del 2023 potrebbe spingere al ribasso i prezzi il prossimo anno. Non è da escludere che nel 2024/2025 possano anche emergere deficit strutturali sostenuti con il rame dovrà fare i conti.

>>>Consulta il grafico sulla Quotazione rame

Prezzo ferro previsioni 2023: i target

Secondo l’analista di Deutsche Bank, il ferro rappresenta l’esposizione più difensiva per i prossimi 3/6 mesi. La flessione della domanda di acciaio cinese è sempre più contenuta e si vedono segnali di ripresa. Per Deutsche Bank si è vicini al picco stagionale delle esportazioni di minerale di ferro. I target sono 121 dollari a fine anno e a 110 nel primo trimestre 2023.

Prezzo petrolio previsioni 2023: i target

La decisione dell’OPEC+ di tagliare la produzione di ben 2 milioni di barili al giorno ha avuto un impatto sulle previsioni petrolio di fine anno. Molti analisti hanno già rivisto al rialzo le loro stime e Deutsche Bank non è da meno. Secondo gli esperti tedeschi, il Brent dovrebbe salire fino a 100 dollari al barile nel primo trimestre del 2023. Nel corso dell’anno, però, a causa della crescita più debole della domanda, i prezzi potrebbero attestarsi nel range compreso tra gli 80 e i 90 dollari al barile.

Questi numeri, suggeriscono che il prezzo del petrolio possa restare molto volatile nel corso dei prossimi mesi. Una situazione che può essere sfruttata per fare trading attraverso i CFD. Ricordiamo che scegliendo il broker eToro è possibile avere sempre la demo gratuita da 100 mila euro virtuali per fare pratica senza correre il rischio di perdere soldi veri.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro e fare CFD Trading sul petrolio>>>

Prezzo oro previsioni 2023: i target

Secondo Deutsche Bank, con una inflazione ancora alta l’oro sarà preferito ai Treasury americani. Una buona notizia per il gold è che la domanda asiatica di oro sta dando l’impressione di essersi ricalibrata su un prezzo nominale dell’oro più elevato. Per quello che riguarda le previsioni, l’analista tedesco vede il gold a 1782 dollari l’oncia negli ultimi tre mesi del 2022 mentre nel 2023 il prezzo dell’oro si dovrebbe attestare a quota 1700 dollari l’oncia.

Volatilità discreta anche sul prezzo dell’oro, quindi, con possibilità di aprire posizioni interessanti attraverso uno strumento derivato come i CFD (qui il link alla demo gratuita eToro).

Prezzo platino previsioni 2023: i target

Anche il platino viene citato nelle previsioni di Deutsche Bank sui prezzi delle materie prime nell’ultimo trimestre 2022/primo trimestre 2023. Secondo gli esperti tedeschi, non è da escludere che la quotazione platino possa riuscire a superare quella del palladio nel medio termine. Per fine 2022 il prezzo del platino si dovrebbe attestare a quota 932 dollari mentre a fine 2023 dovrebbe essere pari a 950 dollari.

Materie prime previsioni inizio 2023: conclusioni

Come si può evincere da questa rapida carrellata le previsioni di fine 2022/inizio 2023 delle materie prime più importanti sono in costante evoluzione. Sicuramente, però, la discreta volatilità favorisce un posizionamento dinamico sui prezzi.

Ricordiamo che scegliendo il broker eToro è possibile fare trading CFD su tante materie prime operando da una sola piattaforma che si può testare in modalità demo per non correre il rischio di perdere soldi veri.

Apri un conto demo eToro e impara a fare CFD Trading su tante materie prime da una sola piattaforma

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100€
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Americana Oggi in Tempo Reale - Wall Street

Copia dai migliori traders

Trading senza commissioni

Trading senza commissioni

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.