L’evento più atteso dai crypto-investitori di tutto il mondo è avvenuto. Da oggi l’halving Bitcoin appartiene già al passato e va ad allungare l’elenco dei dimezzamenti che le ricompense dei miners hanno subito negli ultimi anni. Dopo essere stato oggetto di discussione e di indiscrezioni di ogni tipo, l’halving Bitcoin si è finalmente concretizzato facendo tirare un sospiro di sollievo a tutti. 

Oggi le domande che gli investitori si pongono sono le solite del giorno dopo e quindi spazia dal cosa è avvenuto concretamente durante l’halving al cosa potrà ora succedere ai prezzi del BTC. Fondamentalmente è soprattutto la direzione che i prezzi del Bitcoin prenderanno nei prossimi giorni ad interessare ai traders. In questo post parleremo proprio delle conseguenze che il dimezzamento delle ricompense riconosciute ai miners potrebbe provocare. 

Prima di scendere nel dettaglio del post, consiglio di aprire un conto demo trading per imparare a investire in Bitcoin attraverso i CFD. I Contratti per Differenza sono uno degli strumenti più alla portata di tutti per speculare sull’andamento delle criptovalute. Essendoci molte truffe sulle criptovalute, consiglio di usare solo i migliori broker Forex e CFD come ad esempio eToro. Tra l’altro con questo broker non solo avrai la demo gratuita per imparare ad innvestire senza perdere soldi veri ma potrai anche copiare le strategia dei traders più bravi grazie al Copy Trading (puoi provare anche questo in modalità demo). 

Trading CFD su Bitcoin: copia le strategie dei traders più bravi >>> clicca qui

Halving Bitcoin concluso ma cosa è successo? 

Nei giorni scorsi si era tanto parlato della possibile data dell’operazione. Nell’articolo su cosa è l’halving Bitcoin avevamo messo in evidenza che l’importante appuntamento non si sarebbe tenuto in una data precisa ma in un intervallo temporale. Ieri avevamo poi fatto riferimento alla possibilità che il dimezzamento potesse avvenire oggi 12 maggio. E invece l’halving Bitcoin ha anticipato i tempi ed è iniziato ieri sera alle ore 21:23 italiane. E’ stato in quel momento che AntPool ha minato il blocco numero 630.000 della rete e quindi l’halving ha avuto inizio. 

Nel momento in cui è stata eseguita questa operazione è scattato in automatico il dimezzamento delle ricompense riconosciute ai miners che sono passate dai precedenti 12,5 BTC a 6,25 BTC. L’evento clou dell’halving è stato appunto questo: il taglio dei premi spettanti ai miners. 

Come certamente avrai imparato nel corso di questi ultimi mesi che hanno preceduto l’halving, non è la prima volta che le ricompense riconosciute ai miners sono tagliate. Inizialmente la il premio riconosciuto ammontava a 50 BTC ma poi, a seguito del primo dimezzamento, si era passati a 25 BTC e quindi, dopo il secondo taglio, ai 12,5 BTC rimasti in vigore fino a ieri sera. 

Questo, in estrema sintesi, cosa è avvenuto nel corso dell’halving di ieri. Adesso l’attenzione è giù rivolta al prossimo dimezzamento (il quarto) che dovrebbe avvenire tra altri 210.000 blocchi quindi a quota 840.000. Al termine del quarto halving, la ricompensa riconosciuta ai miners subirà un altro dimezzamento scendendo fino a 3,125 BTC (siamo lontanissimi dai 50 BTC iniziali). Come nei casi precedenti, anche in questo caso non sarà possibile indicare date precise in cui l’operazione avverrà essendo automatica. 

Halving Bitcoin chiuso: cosa succederà adesso? 

Il prezzo del Bitcoin oggi 12 maggio si muove attorno ai 9000 dollari, in rialzo dopo il grande scivolone dello scorso fine settimana. Le quotazioni a 10.000 dollari sono lontane ma le previsioni della stragrande maggioranza degli analsti sono positive. 

Nel grafico sottostante puoi analizzare l’andamento del cross BTCUSD in tempo reale.

Dopo la conclusione dell’halving qualcosa di molto importante non sarà più come prima. Cosa? Essendo l’halving un dimezzamento, i miners che estrarranno un blocco riceveranno come ricompensa per la loro attività 6,5 BTC.

Arrivati a questo punto una domanda spontanea potrebbe essere la seguente: ma se gli effetti dell’halving riguardano solo i miners, che interesse hanno gli investitori a seguire questo argomento? Questo dubbio parte da presupposti completamente sbagliati in quanto, come ha dimostrato la cronaca dei giorni scorsi, l’halving Bitcoin ha interessato soprattutto gli investitori, altrochè!

Non solo ma l’avvenuta realizzazione dell’halving interessa tanto chi sceglie di investire in criptovalute in modo tradizionale quanto chi preferisce operare attraverso i Contratti per Differenza e quindi comprare e vendere CFD Bitcoin usando broker affidabili come ad esempio Plus500 (se vuoi sapere di più leggi la nostrra recensione)

Prova il CFD Trading su Bitcoin con la Demo gratis Plus500 per >>>clicca qui

A partire da oggi calerà la ricompensa riconosciuta ai miners (e questo è un dato di fatto) ma calerà anche la creazione di Bitcoin. E’ questo l’elemento che più di tutti interessa agli investitori poichè se fino a ieri ogni giorni erano creati 1800 BTC, adesso verranno creati non più di 900 BTC e quindi ci sarà una riduzione dell’offerta di Bitcoin sul mercato. Offerta più bassa, in linea di principio, significa rialzo dei prezzi se la domanda dovesse restare alta.

Ecco perchè l’halving di Bitcoin, prima e dopo la sua esecuzione, ha suscitato un forte interesse da parte degli investitori. 

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.