Azioni HP hanno un potenziale di upside di oltre il 38%. Occasione di acquisto?

Aggiornamento del
Forte potenziale di upside per le azioni HP - BorsaInside

Non c’è brand di computer che eguagli HP in termini di notorietà. In Italia intere generazioni sono cresciute con i computer portatili di HP e lo stesso discorso può essere fatto per tanti altri paesi. Ma al di là della fama del brand, quali sono le prospettive delle azioni HP? Forse potrebbe sorprendere ma il titolo della società produttrice di computer potrebbe essere tra i più promettenti tra quelli dello stesso settore. Il motivo è semplice e sintetizzabile in un solo numero: le azioni HP vantano un potenziale di upside di oltre il 38 per cento. Se a ciò si aggiunge la presenza di un buon dividend yield (siamo al 3,6 per cento di rendimento da dividendo) si può dire che ci siano sufficienti ragioni per accendere un faro sulle prospettive delle azioni HP.

Come sempre prima di parlare dei motivi per cui inserire azioni HP in portafoglio può essere una buona idea di investimento in ottica guadagno, facciamo le presentazioni.

Cosa è e di cosa si occupa HP

HP Inc. (HPQ) è una società fondata nel 1939 a Palo Alto, California e ad oggi, nonostante una concorrenza sempre più agguerrita, continua ad essere uno dei maggiori player mondiali sul mercato dei personal computer, laptop e workstation.

Nel corso degli anni HP ha sempre più incrementato il suo core business che è arrivato a comprendere apparecchiature per stampanti, soluzioni di grafica e imaging 3D. Anche il mercato di riferimento del produttore è cambiato. La clientela, infatti, non è più solo privata ma anche industriale. Fino al 2015 la società era denominata Hewlett-Packard Company per poi appunto cambiare nome in HP Inc. nell’ottobre di quell’anno.

Le azioni HP e la crisi del settore PC del 2022-2023

Il brand HP è oggi uno dei più potenti al mondo nel suo settore e questo nonostante l’andamento non proprio brillante degli ultimi anni. Il segmento di mercato in cui opera HP, la produzione di computer portatili, ha registrato un forte calo della domanda sia nel 2022 che nel 2023 da imputare all’avverso contesto macro e al rialzo dei tassi FED/BCE. Il periodo negativo ha riguardato tutti i players del settore e non solo HP che anzi, in una situazione non semplice, è comunque riuscita a mantenere il secondo posto nella classifica mondiale dei produttori di laptop.

Questa situazione è la premessa per il riscatto del titolo. Oggi potrebbe essere un buon momento per comprare azioni HP anche perchè, dopo due anni, non mancano i segnali di ripresa del settore. Ci sono infatti crescenti segnali di stabilizzazione del mercato con il tasso di calo dei volumi di vendita che sembra rallentare sempre di più. Parallelamente anche gli stessi dirigenti aziendali e gli esperti del settore hanno espresso un certo ottimismo sul futuro. Insomma il peggio potrebbe essere alle spalle e HP ha le carte in regola per recitare un ruolo di primissimo piano nella nuova fase di mercato.

In questo contesto agire per tempo potrebbe rivelarsi determinante per massimizzare il potenziale di profitto comprando azioni HP nei momenti in cui i prezzi sono più accessibili. Quel momento favorevole potrebbe essere proprio adesso visto che nel 2024 il titolo HP, a seguito proprio della correzione avviata a causa della crisi del settore dei personal computer, viene scambiato sotto ai massimi del 2022 di ben il 24 per cento.

Il prezzo è quindi più abbordabile rispetto al passato ma è necessario essere sufficientemente sicuri sulle prospettive del titolo. In altre parole non basta che sia a sconto ma è necessario che ci siano catalizzatori in grado di fare la differenza nel futuro.

Vista la notorietà del titolo non deve sorprendere se le azioni HP sono incluse nella proposta della stragrande maggioranza dei broker. Considerato che HP è un titolo Usa è meglio però preferire quelle piattaforme che sono focalizzate sulle azioni americane come è il caso di Freedom24 (qui la recensione) che ha il vantaggio di non prevedere commissioni per i primi 30 giorni dall’apertura del conto.

–FAI TRADING SENZA COMMISSIONI PER 30 GIORNI CON FREEDOM24 (SITO UFFICIALE)>>

Perchè le azioni HP dovrebbero rialzarsi?

pc HP con tazza
Uno degli ultimi modelli di PC HP – BorsaInside

I segnali di una ripresa del settore in cui opera HP sono il più importante catalizzatore della quotata. Come anticipato in precedenza HP è la seconda realtà del settore dopo la cinese Lenovo e ha in mano una quota di mercato pari al 21 per cento. Nel terzo trimestre 2023 i ricavi di HP sono calati ma la società americana è stata la sola a riuscire ad aumentare le spedizioni di PC in termini fisici con un rialzo del 6 per cento anno su anno.

Addirittura HP, su questo fronte, ha fatto meglio di Lenovo che invece, nello stesso arco di tempo, ha subito un calo delle spedizioni del 4,4 per cento. Non c’è poi paragone con le pessime performance di ASUS (ribasso delle spedizioni dell’11,5 per cento) e Apple che ha visto le spedizioni contrarsi del 24,2 per cento.

A supporto delle buone prospettive del settore, come detto catalizzatore numero uno per la ripresa di HP, ci sono le valutazioni espresse da molti analisti. Per la prima volta da molto tempo, Morgan Stanley ha rivisto al rialzo le sue previsioni per le spedizioni di PC e adesso ritiene che esse possano raggiungere quota 265 milioni di unità entro il 2024 evidenziando un rialzo dell’8 per cento anno su anno. Anche gli analisti di Gartner sono ottimisti e prevedono che il mercato globale dei PC possa crescere del 4,9 per cento nel 2024. Previsioni positive (e siamo a 3 giudizi verdi) anche dagli esperti di Goldman Sachs secondo i quali le spedizioni cresceranno del 6 per cento nel 2024 e del 4 per cento nel 2025.

Forse potrà stupire ma tra i motivi per cui le azioni HP, dopo una fase difficile, potrebbero risalire c’è anche il dossier intelligenza artificiale. Come noto il tema è stato l’assoluto protagonista del 2022 e tutto lascia intendere che possa avere un ruolo di primissimo piano anche nel 2024. Ora HP è una delle scommesse meno ovvie sullo sviluppo del settore dell’intelligenza artificiale, tuttavia non tutti sanno che la società è stata in assoluto una delle prime ad annunciare l’intenzione di creare un PC con intelligenza artificiale integrata.

Enrique Lores, CEO di HP, si è detto convinto che il lancio dei PC AI raddoppierà il tasso di crescita complessivo del segmento dei personal computer nei prossimi tre anni. Le prospettive sono ottime visto che il primo PC HP con AI integrata dovrebbe essere introdotto già nel 2024. Sviluppi sul dossier potrebbero quindi esserci già nei prossimi mesi e per questo il suggerimento di molti analisti è comprare azioni HP adesso per sfruttare proprio questo driver.

Fino ad adesso abbiamo parlato di tendenze del futuro, ma i numeri cosa dicono? Nei prossimi due paragrafi esamineremo aspetti complementari tra loro: la politica dei dividendi seguita da HP e i dati finanziari della quotata.

Forse ti può anche interessare:

Dividendi HP: investitori soddisfatti da decenni

E’ dal lontano 1989 che HP stacca dei dividendi. Dal 2020 al 2022, HP ha anche effettuato riacquisti di azioni proprie per un totale di 13,7 miliardi di dollari pagando cedole per complessivi 2,97 miliardi di dollari. Nel 2023, a causa proprio delle difficoltà del settore dei personal computer di cui abbiamo trattato nei paragrafi precedenti, la società ha ridotto significativamente il suo piano di buy-back a 100 milioni di dollari.

La crisi del settore non ha però impattato sullo stacco dei dividendi che sono rimasti in linea con i livelli del 2022 ossia 1,04 miliardi di dollari. Si tratta di una politica di dividendi di cui gli investitori possono ritenersi soddisfatti.

E per quello che riguarda il futuro delle cedole? I segnali sono incoraggianti e ci si attende che l’anno nuovo possa essere estremamente positivo per gli azionisti di HP. Questo perchè al termine dell’ultimo periodo di riferimento, il management di HP ha dichiarato dividendi trimestrali pari a 0,2756 dollari per azione ossia 5 per cento in più rispetto al trimestre precedente. La cedola di HP, quindi, dovrebbe aumentare di consistenza. Tenendo conto di quelli che sono gli attuali prezzi del titolo, il rendimento da dividendo a termine dovrebbe essere del 3,6 per cento. Anche il dividend yiell di HP non è affatto male.

Risultati finanziari HP e outlook 2024

E adesso veniamo ai conti di HP. I più recenti sono quelli del quarto trimestre dell’anno fiscale 2023 resi noti a fine novembre 2023. Ecco i più importanti parametri:

  • I ricavi sono stati pari a 53,72 miliardi di dollari, in calo del 14,7 per cento rispetto all’anno precedente.
  • L’utile lordo è diminuito da 12,34 miliardi di dollari a 11,51 miliardi di dollari
  • Il margine lordo è aumentato dal 19,58 per cento al 21,42 per cento mentre il margine operativo è passato dal 7,42 per cento all’8,51 per cento
  • l’utile netto è stato pari a 3,28 miliardi di dollari rispetto ai 3,26 miliardi di dollari dell’anno precedente e questo nonostante il ribasso dei ricavi
  • Il margine netto è aumentato dal 5,18 per cento al 6,10 per cento
  • Il debito totale è di 9,60 miliardi di dollari, mentre la liquidità e gli investimenti a breve termine ammontano a 3,20 miliardi di dollari.

Alla luce dei conti dell’ultimo trimestre, il management di HP prevede prospettive positive per il 2024. In particolare l’utile netto GAAP per azione dovrebbe attestarsi tra i 2,68 e i 3,08 dollari, mentre il dato non GAAP è previsto tra 3,25 e 3,65 dollari. Di conseguenza l’EPS dovrebbe crescere del 5 per cento. Le prospettive di HP per il nuovo anno sono quindi positive anche dal punto di vista finanziario.

A questo punto non resta che vedere cosa pensano gli analisti sul titolo per avere così un quadro ancora più completo.

Azioni HP: il parere degli analisti

L’obiettivo di prezzo minimo fissato da Evercore ISI per le azioni HP è di 40 dollari mentre Wells Fargo stima un prezzo a 25 dollari per azione. Secondo la stima di consenso di Wall Street, il prezzo equo di mercato del titolo è di 33 dollari, un valore che implica un potenziale di rialzo del 7,2 per cento. Tuttavia se si tiene conto della media del settore EV/Sales, EV/EBITDA, FWD EV/EBITDA, P/CF, P/E e multipli P/E FWD, un prezzo equo per le azioni HP sarebbe di 41,4 dollari per azione, il che implica un potenziale di rialzo del 38,2 per cento!

Si tratta di una percentuale molo consistente che dovrebbe indurre tutti gli investitori a considerare la possibilità di inserire il titolo nel proprio portafoglio di investimento.

Investire in azioni HP con Fineco

Fineco logo piccolo

Nei precedenti paragrafi abbiamo suggerito Freedom24 come broker per investire in azioni HP tenendo conto della focalizzazione sul mercato Usa che questa piattaforma offre. Non è detto che a tutti gli investitori piaccia usare broker non italiani. E allora la domanda che ci andiamo a porre è semplicemente questa: ci sono soluzioni italiane per investire in azioni HP? La risposta è affermativa.

Grazie a Fineco (qui la recensione) è possibile fare trading su tantissime azioni come HP sia attraverso i CFD che con l’esclusivo strumento dei Super CFD oltre ovviamente alla possibilità di comprare azioni reali. Tra opzioni, diverse, quindi, per massimizzare la propria attività di trading. In particolare con i CFD è possibile investire direttamente in Euro e senza costi di informativa.

Per quello che riguarda il lato operativo, la piattaforma Fineco è la NR 1 in Italia con ben 5 vantaggi:

  • Presenza di grafici e di strumenti di analisi tecnica: in una sola videata il trader può trovare tutti strumenti essenziali per l’analisi tecnica e lo studio dei grafici interattivi.
  • Quotazioni in tempo reale: accesso costante a quotazioni gratuite, book in push e grafici dettagliati.
  • New sui mercati finanziari in continuo aggiornamento e con feed personalizzati (ad esempio su HP).
  • Invio ordini automatici: Stop Loss, Take Profit e Trailing Stop: massima protezione del trade
  • Leva e margini: Fineco permette di usare la leva per ottimizzare gli investimenti e migliorare i risultati.
  • Broker sostituto di imposta: avendo sede in Italia, Fineco è sostituto di imposta per i clienti con residenza in Italia

Per quello che riguarda i conti, due sono le opzioni di Fineco: il conto standard che comprende i servizi bancari e ha un canone mensile e il nuovo conto di solo trading senza banking e senza costi fissi.

–FAI TRADING A ZERO COSTI FISSI CON IL CONTO TRADING DI FINECO>>

*Il capitale è a rischio. I risultati di investimento passati non garantiscono rendimenti futuri. La possibilità di fornire accesso a uno strumento finanziario specifico è soggetta a un test di adeguatezza.

*Si prega di considerare il materiale presentato come comunicazione di marketing, non viene fornito né inteso come servizio di “Consulenza sugli investimenti” né come servizio di “Ricerca sugli investimenti”.

*Questa idea di investimento è stata pubblicata su Freedom24.com – ti viene fornita nell’ambito del servizio accessorio di “Ricerca sugli investimenti e analisi finanziarie” in conformità alla Licenza 275/15.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading