Dividendi Unicredit 2025: ci sarà l’acconto, ecco tutti i cambiamenti dall’esercizio 2024

Arriva anche l'acconto sul dividendo Unicredit - BorsaInside

Unicredit si è presa la scena a Piazza Affari dopo la presentazione dei conti 2023. In particolare sono state le decisioni sull’ammontare del dividendo 2024, migliori delle stime della vigilia, ad aver infiammato gli investitori. In realtà traders più lungimiranti stanno già guardando al futuro perchè, proprio nell’ambito dell’ufficializzazione dei risultati al 31 dicembre 2023, Piazza Gae Aulenti ha annunciato profonde trasformazioni nella politica di remunerazione degli azionisti a partire proprio dall’esercizio in corso.

In poche parole i dividendi Unicredit 2025 seguiranno “regole” diverse rispetto a quelli degli ultimi esercizio compreso il 2023. Cambierà un pò tutto a partire dall’ammontare del payout fino alla divisione in due tranche della cedola (acconto e saldo). Inutile dire che anche i cambiamenti introdotti alla politica dei dividendi Unicredit sono una delle ragioni alla base del rally del titolo su Borsa Italiana. Non capita tutti i giorni di vedere una big che, grazie ai conti migliori delle attese e alle modifiche in materia di dividendi, arrivi a mettere a segno un balzo a doppia cifra.

Per fare ordine su quelle che sono state le decisioni del management di Unicredit in materia di cedole future, abbiamo pensato ad un articolo incentrato proprio su questa questione.

Due le domande a cui daremo una risposta nei prossimi paragrafi: come saranno i dividendi Unicredit dei prossimi anni e quali sono state le novità in materia di divisione tra acconto e saldo.

Dividendi Unicredit 2025: ecco come cambierà la politica della banca

Quando si parla di politica dei dividendi di una qualsiasi società quotata non si può non fare riferimento al payout previsto. La novità decisa dal consiglio di amministrazione di Piazza Gae Aulenti sta nell’introduzione a partire dal 2024 di un payuot complessivo di almeno il 90 per cento sull’utile netto. Per quello che riguarda la dotazione delle cedole, è previsto un aumento dell’accantonamento per il dividendo al 40 per cento dell’utile netto contro il 35 per cento dell’esercizio 2023. La quota residuadel payout totale, ossia il 60 per cento, sarà nella forma di riacquisti di azioni proprie.

Il management ha precisato che la ripartizione finale tra i dividendi Unicredit e il riacquisto di azioni proprie sarà legata alle condizioni del mercato e comunque verrà decisa una volta noti i risultati dell’esercizio 2024 appena iniziato.

Ci sarà un acconto sul dividendo Unicredit 2025?

Come sempre avvenuto, Unicredit anche sull’esercizio 2023, ha stabilito lo stacco del dividendo in una sola soluzione. A partire dal 2024 dovrebbe esserci la ripartizione tra acconto e saldo al pari di ciò che avviene per molte altre quotate anche di primo piano.

Proprio in merito alla questione acconto, i vertici di Piazza Gae Aulenti hanno specificato che esso dovrebbe essere pari a circa il 40 per cento del totale in distribuzione a valere sull’esercizio (il discorso vale per la cedola e anche per il piano di acquisto di azioni proprie).

Grazie all’introduzione di un acconto sul dividendo Unicredit 2025, relativo all’esercizio 2024, sarà possibile avere una distribuzione nell’anno solare in corso pari a circa 10 miliardi di euro. Di questi circa 7,2 miliardi di euro sono relativi alla parte residua della distribuzione a valere sull’esercizio 2023 mentre 3 miliardi di euro sono relativi all’acconto della distribuzione a valere sull’esercizio 2024.

Dividendo Unicredit 2024: a quanto ammonta e quanto rende

Nei precedenti paragrafi abbiamo fatto riferimento ai dividendi Unicredit 2025 (esercizio 2024) parlando, più in generale, del futuro della cedole della banca. E per quello che riguarda il presente (esercizio 2023). Come abbiamo già accennato in precedenza, l’ammontare del dividendo Unicredit 2024 è stato migliore delle attese della vigilia. Il management ha infatti proposto la distribuzione di una cedola pari a 1,78 euro per azione che significa ammontare complessivo pari a 3 miliardi di euro.

Tenendo conto di quello che è stato il prezzo di chiusura delle azioni Unicredit nella seduta di borsa del 2 febbraio scorso (pari a 26,665 euro) il rendimento da dividendo (dividend yield) ammonta al 6,7 per cento. Quello garantito da Unicredit è quindi un ottimo rendimento. Tra l’altro gli analisti puntavano su un dividendo Unicredit 2024 pari a 1,53 euro e quindi il dato reale è stato addirittura migliore delle già ottime stime.

Forse ti può anche interessare — Dividendo Unicredit 2024 e conti 2023: ecco le nuove previsioni. Long o short trading?

Comprare azioni Unicredit: il consiglio degli analisti dopo i conti 2023

Fin qui i dati ma come posizionarsi sulle azioni Unicredit? Come si può vedere dal grafico in alto, sulla quotata sono in corso fin da questa mattinata acquisti molto forti segno che i conti (dividendo compreso) e le novità sulla politica dei dividendi (payout e acconto) stanno piacendo agli investitori. Ma ad essere positivo è anche il giudizio degli analisti come ben tre rating buy ribaditi proprio in queste ore.

Tanto per iniziare c’è la presa di posizione degli analisti di Equita che hanno parlato di conti 2023 migliore delle attese evidenziando l’aumento delle ambizioni della banca per quello che riguarda la remunerazione agli azionisti. Secondo Equita le novità sui dividendi Unicredit sono destinate ad essere un grande catalizzatore e qui il target price a 31 euro.

Anche per gli analisti di Jefferies le azioni Unicredit sono buy con target price a 39,9 euro. Per Jefferies la guidance implica un margine di rialzo di ben il 12 per cento rispetto al consensus.

E infine c’è il report di Citi che, ribadendo il buy, ha posto l’accento sull’utile netto maggiore del previsto, su una distribuzione di capitale molto soddisfacente e su una ottima guidance per il 2024.

Chi volesse comprare azioni Unicredit per seguire i consigli degli analisti in scia alla pubblicazione dei conti 2023 e ai cambiamenti sulla politica dei dividendi, può operare con questi broker:

  • eToro: consente di comprare azioni Unicredit reali anche frazionate e sempre dallo stesso account di speculare al rialzo e al ribasso attraverso i CFD azionari usando la leva finanziaria. Con eToro è anche possibile usare lo strumento del copy trading grazie al quale si possono replicare le strategie dei traders più bravi.
Unisciti alla community di eToro Etoro
Prova Demo Gratuita Sul sito di Etoro
  • Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading
  • ETF - CRYPTO - CFD
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Avviso di rischio: il tuo capitale è a rischio

  • Fineco: è la banca con la migliore piattaforma di trading in Italia. Novità recente è il conto di solo trading senza costi fissi e senza servizi bancari. Inoltre, avendo la sede in Italia, Fineco può essere sostituito di imposta per i clienti con la residenza in Italia.
La qualità del trading N.1 Fineco
SCOPRI DI PIÙ Sul sito di Fineco
  • 100% trading, senza compromessi
  • N.1 in Italia
  • Regime Fiscale Amministrato
  • 0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
Avviso di rischio: il tuo capitale è a rischio

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading