chart trading e scudo in primo piano
Come fanno i broker a proteggere i trader dal saldo negativo - Borsainside

Scorrendo le caratteristiche di un broker di trading ti sarai certamente imbattuto nell’espressione protezione dal saldo negativo. Solitamente i broker affidabili tendono a mettere in risalto questa caratteristica assieme a tutti gli altri punti di forza offerti come la leva, gli spread applicati e così via. Ma cosa si intende con protezione dal saldo negativo? Cosa è questo peculiarità che i migliori broker CFD tendono sempre a mettere in risalto?

Inutile dire che se i broker rivendicano con orgoglio il possesso di questa caratteristica è perchè essa è di fondamentale importanza per i trader i quali si sentono ovviamente tutelati dalla presenza di questo meccanismo. La domanda è consequenziale: come fanno i broker a tutelare il trader tramite il meccanismo della protezione dal saldo negativo? Anche questo sarà un interrogativo a cui daremo risposta nei prossimi paragrafi.

Tirando quindi le somme, ecco cosa potrai trovare in questa guida:

  • la spiegazione su cosa è la protezione dal saldo negativo
  • l’analisi su cui i broker proteggono i loro trader

In più troverai anche un riferimento ai top broker che offrono ai loro clienti la protezione dal saldo negativo. Ti anticipiamo già che, come vedremo in seguito, ve ne è uno, parliamo di Dukascopy Europe, che addirittura affianca alla protezione dal saldo negativo anche la sicurezza di un gruppo bancario svizzero. Meglio di così non si può.

>>SCOPRI TUTTI I VANTAGGI DI DUKASCOPY EUROPE>>

Cosa è la protezione dal saldo negativo

Fino a pochi anni fa, offrire ai clienti la protezione dal saldo negativo era solo un’opzione per i broker nel senso che alcuni broker la garantivano e altri invece no a loro discrezione. 2018 è l’anno delle nuove regole ESMA ed ecco che la protezione dal saldo negativo diventa imprescindibile. Un broker che ancora oggi non dovesse offrila (e ti possiamo garantire che ce ne sono) non rispetta la legge e quindi è da evitare (e segnalare alla Consob).

Detto questo, la protezione dal saldo negativo è fondamentalmente un meccanismo per impedire al conto del trader di andare in rosso e quindi di essere in debito con il broker. In altre parole attraverso questa funzionalità c’è la garanzia che il saldo del conto non possa mai scendere al di sotto dello zero.

Per capire meglio come funziona nella pratica, consideriamo un esempio concreto. Immaginiamo che un trader decida di aprire una posizione long sui CFD del cambio euro dollaro, ipotizzando che il valore dell’euro aumenterà rispetto al dollaro. Tuttavia, il mercato si muove in direzione opposta e il valore dell’euro inizia a diminuire. Se il prezzo del cambio euro dollaro dovesse raggiungere il 50 per cento del margine minimo consentito dalle regole ESMA, allora il broker interverrà in modo automatico per proteggere il saldo negativo del trader in perdita.

Quindi, proprio come prescritto dalla nuova normativa, anche se la situazione è in perdita, il broker chiuderà automaticamente la posizione per evitare che il saldo del conto del trader scenda al di sotto dello zero. Grazie a questo meccanismo il trader non accumulerà debiti con il broker e non sarà esposto ad altre perdite che vanno oltre il capitale investito.

Senza la protezione dal saldo negativo poteva succedere proprio l’opposto ossia che un trade in perdita potesse portare ad un rosso superiore al capitale investito. Oggi questa possibilità non c’è più ma, attenzione, perchè il meccanismo vale sono per i clienti retail e non per i trader professionisti. Questi ultimi non beneficiano dello strumento di tutela.

Come avviene la protezione dei trader da parte dei broker

schermata condizioni Dukascopy
Dukascopy offre la protezione dal saldo negativo – Borsainside

Chiarito cosa sia la protezione dal saldo negativo affrontiamo una questione strettamente correlata: come fanno i broker a proteggere i traders? (concretamente)

Il meccanismo è semplice ed immediato: appena viene raggiunto il margine minimo previsto dall’ESMA (varia ad asset ad asset e quindi non è possibile fare un discorso unitario) per impendere il rosso scatta automaticamente la chiusura del trader.

Arrivati a questo punto potresti pensare che la chiusura della posizione bloccherebbe ogni possibilità di tornare in attivo (usando fondi dal tuo conto personale). In realtà le cose stanno in modo diverso: non è infatti il broker che, chiudendo in automatico il trade, comporta la perdita finale e annulla il potenziale recupero, ma è tutto conseguenza di un errore di valutazione da parte dello stesso trader. Lo abbiamo ripetuto tante volte: prima di aprire un trade è necessario quantificare bene la disponibilità di capitale e la leva massima che si intende applicare. Inoltre è anche necessario valutare per bene il momento dell’entrata sul mercato perchè anche un timing errato si può tradurre in un trade perdente.

Insomma ci sono tante variabili di cui si dovrebbe tenere conto prima di procedere. Il broker protegge il tuo conto dal rosso ma il trader dovrebbe imparare a proteggersi dalle sue emozioni per cercare di evitare di chiudere il trade con una perdita.

Per farlo può essere utile fare pratica con un conto demo trading prima di iniziare ad investire con soldi veri. Ad esempio Dukascopy offre il conto simulato sia scegliendo la piattaforma proprietaria JForex4 che optando per la classica MetaTrader 4.

–REGISTRATI GRATIS SU DUKASCOPY EUROPE PER AVERE LA DEMO>>

La protezione dal saldo negativo serve davvero ai traders?

Inutile stare a fare tanti giri di parole: lo strumento di tutela è fondamentale e non solo perchè lo ha deciso l’ESMA (renderlo obbligatorio era il minimo) ma perchè senza protezione il trading sarebbe come il gioco d’azzardo dove è noto che la febbre da recupero dalle perdite porta ad aumentare sempre la posta ben oltre i soldi che, in principio, si era disposti a spendere.

La protezione dal saldo negativo è quindi utilissima ai traders retail e non va intesa come una costrizione di cui farebbero a meno. Per i professionisti il discorso è diverso ma in questa sede non siamo interessati a loro.

Protezione dal saldo negativo di Dukascopy Europe

logo dukascopy
logo di Dukascopy – Borsainside

Nei paragrafi precedenti della guida abbiamo spesso citato un broker in particolare parlando di protezione dal saldo negativo: Dukascopy Europe (qui la recensione completa).

Per chi non lo conoscesse ancora, si tratta di un broker 100% ECN che consente di fare trading sul forex con spread molto bassi (ad esempio per quello che riguarda il cambio Euro Dollaro si parte da 0.1 PIP). Per quello che riguarda la sicurezza, come tutti i broker affidabili che operano nel rispetto della legge, Dukascopy Europe presenta la protezione da saldo negativo. Inoltre il broker è registrato presso la Bank of Latvia e fa riferimento alla Dukascopy Bank, un istituto di credito svizzero.

In pratica non solo le condizioni di trading sono 100% trasparenti e scatta sempre la tutela dal saldo negativo (per i trader retail) ma c’è anche la sicurezza che solo un gruppo bancario svizzero può dare.

A proposito di protezione dal saldo negativo, Dukascopy, nel caso in cui il conto di un trader dovesse andare in rosso, interviene per coprire la differenza e in caso di deposito addizionale il trader può tornare ad usare il suo deposito per la sua attività di trading senza che Dukascopy trattenga nulla.

>>FAI TRADING CON DUKASCOPY EUROPE: LA DEMO E’ GRATIS>>

La protezione dal saldo negativo è solo uno dei punti di forza che hanno reso popolare Dukascopy anche in Italia. Ecco gli altri vantaggi:

  • trading su 8 asset class e oltre 1200 mercati specifici
  • Esecuzione istantanea degli ordini grazie a una soluzione tecnologica ECN come Swiss FX Marketplace (sviluppata da Dukascopy Bank)
  • leva finanziaria fino a 1:30
  • apertura conto online (qui il sito ufficiale)
  • supporto h24
  • deposito con Carta di Credito/Debit

+ sconto del 50% sulle commissioni cambiando broker.

Vuoi saperne di più? Ecco una serie di altre guide su Dukascopy Europe:

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.