Pagamenti Inps per Naspi, Reddito di Cittadinanza, Reddito di Emergenza e bonus. Ecco le date di dicembre

Pagamenti Inps per Naspi, Reddito di Cittadinanza, Reddito di Emergenza e bonus. Ecco le date di dicembre

Via libera dall'Inps ai pagamenti per disoccupazione, reddito di cittadinanza, e per i vari bonus introdotti nell'ambito dell'emergenza dal bonus Bebé al Cashback

Con l'arrivo del mese di dicembre arrivano anche i pagamenti dall'Inps destinati ai beneficiari di misure quali il Reddito di Cittadinanza, la disoccupazione Naspi, il Reddito di Emergenza, ma anche per coloro che hanno diritto ad alcuni dei bonus introdotti recentemente nell'ambito dell'emergenza Coronavirus, come il bonus Bebè ed il bonus Cashback.

I vari pagamenti in programma sono però distribuiti su date diverse, da cui la necessità di conoscere il calendario cui farà riferimento l'Inps nell'erogazione dei fondi stanziati per le varie misure di sostegno destinate a lavoratori e famiglie in diversa misura.

A determinare tempistiche diverse per i vari pagamenti dell'Inps in programma non sarà solo la tipologia di sussidio di cui il cittadino beneficia, ma anche la modalità di accredito che ha scelto per ricevere i pagamenti cui ha diritto, nonché, in alcuni casi, la data in cui è stata presentata per la prima volta la richiesta per ottenere il beneficio in oggetto.

Per quel che riguarda le pensioni di vecchiaia e le pensioni di invalidità, corre l'obbligo di specificare che l'Istituto, in collaborazione con Poste Italiane, ha previsto per il mese di dicembre il pagamento anticipato delle pensioni al fine di scongiurare il rischio di possibili assembramenti davanti agli uffici postali.

Vediamo quindi quali sono le date dei vari pagamenti in programma definite nel calendario dell'Inps, a cominciare dal Redito di emergenza.

Pagamenti Inps dicembre: reddito di emergenza

Il reddito di Emergenza è destinato a tutti quei nuclei familiari che non vengono raggiunti da altre misure a sostegno del reddito introdotte coi vari decreti emanati nell'ambito dell'emergenza Coronavirus e della crisi economica provocata dalle misure di contenimento imposte dall'esecutivo attraverso i Dpcm Conte.

Le famiglie che si trovano in una condizione economica difficile possono, a seconda dei casi, accedere alla misura del Rem, recentemente prorogato con il decreto legge 28 ottobre 2020, n. 137, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, noto anche come decreto Ristori.

Con il decreto Ristori infatti tutti quei nuclei familiari che hanno già beneficiato delle altre tre rate del Reddito di Emergenza previste per i mesi scorsi, possono ricevere delle mensilità aggiuntive per i mesi di novembre e dicembre 2020.

Nel caso di soggetti che hanno già ricevuto in passato il reddito di Emergenza, per ricevere anche le mensilità di novembre e dicembre non devono neppure presentare domanda, perché l'importo verrà accreditato in maniera automatica.

Quei soggetti che invece non hanno mai ricevuto il Rem dovranno presentare regolare domanda, così come dovranno presentare domanda coloro la cui istanza era stata precedentemente respinta. La richiesta per il Reddito di Emergenza però doveva essere fatta entro il 30 novembre 2020.

Quanto all'accredito del beneficio, se per il mese di novembre la data era fissata al giorno 27, per il mese di dicembre, in considerazione del periodo di festività, la rata dovrebbe essere accreditata già prima del Natale.

Per i nuovi beneficiari, vale a dire coloro che ricevono per la prima volta il Reddito di Emergenza a novembre, il primo accredito dovrà attendere delle tempistiche un po' più lunghe per l'elaborazione della domanda, e dovrebbe avvenire entro la fine del mese di dicembre, mentre verso i primi di gennaio dovrebbe essere accreditata la seconda mensilità, quella relativa al mese di dicembre 2020.

Pagamenti Inps: il pagamento di dicembre del reddito di cittadinanza arriverà prima di Natale

Potremmo dire che l'introduzione del Reddito di Cittadinanza oltre un anno e mezzo fa è stata provvidenziale, essendosi dimostrata una misura quanto mai utile specie all'indomani dell'emergenza Coronavirus, ed in particolare all'indomani del lockdown imposto nei mesi di marzo e aprile 2020.

Il pagamento del Reddito di Cittadinanza da parte dell'Inps, per quel che riguarda la mensilità di dicembre 2020, avviene secondo il calendario classico degli accrediti, senza alcuna variazione rispetto alle date di un anno fa.

La data dell'accredito del Rdc dovrebbe essere, come per gli altri mesi, quella del giorno 27, ma per il mese di dicembre, considerate le festività natalizie, l'accredito avverrà prima del 25 dicembre, vale a dire tra i giorni 21 e 24 del mese. 

I beneficiari che invece non hanno ancora mai ricevuto il pagamento del Reddito di Cittadinanza e coloro che aspettano la prima rata successiva al rinnovo richiesto dopo i primi 18 mesi di erogazione del sussidio, riceveranno il pagamento dell'Inps relativo al Rdc intorno alla metà di dicembre.

E restando nel tema del pagamento del Reddito di Cittadinanza, ricordiamo che le modalità di accredito non cambiano e prevedono esclusivamente la ricarica sull'apposita carta elettronica, la Card del Rdc, che il beneficiario del sussidio riceve a casa o va a ritirare presso gli uffici postali.

Pagamenti Inps: quando arriva la pensione

Da quando è esplosa l'emergenza Coronavirus sono stati introdotti diversi cambiamenti riguardanti il ritiro delle pensioni e l'accredito delle spettanze sul conto corrente da parte dell'Inps, con nuove date per i pagamenti.

Con l'approvazione dell'ordinanza numero 708 del 22 ottobre 2020, approvata da parte della Protezione Civile, l'Inps ha provveduto ad emettere un nuovo calendario per il ritiro delle pensioni, ed è a questo calendario che si fa riferimento per la pensione di dicembre.

Grazie al nuovo calendario molti pensionati potranno ricevere in anticipo la propria pensione. È previsto il ritiro scaglionato presso gli uffici postali, con date diverse in base alle iniziali del proprio nominativo. Per quanto riguarda il mese di dicembre, questo è il calendario per ritare la pensione presso l'ufficio postale.

  • Cognomi con iniziali A-B: mercoledì 25 novembre
  • Cognomi con iniziali C-D: giovedì 26 novembre
  • Cognomi con iniziali E-K: venerdì 27 novembre
  • Cognomi con iniziali L-O: sabato 28 novembre
  • Cognomi con iniziali P-R: lunedì 30 novembre
  • Cognomi con iniziali S-Z: martedì 1° dicembre

I pensionati che invece riceveranno la pensione tramite accredito diretto su conto corrente bancario o postale, riceveranno il pagamento Inps sulla base delle normali modalità e tempistiche, con l'accredito nel primo giorno bancabile del mese, che per questo mese cade il 1° dicembre 2020.

Pagamenti INPS: il bonus Bebè

A dicembre l'Inps paga anche il bonus Bebè, vale a dire quell'assegno destinato alle famiglie con figli, nati o adottati, di età inferiore a un anno. Per quel che riguarda la data del pagamento del bonus Bebè o assegno di maternità, non vi è ancora un giorno preciso.

Solitamente però il pagamento avviene intorno al dodicesimo giorno del mese, ma è bene ricordare che per quanto riguarda gli ultimi mesi, l'Inps ha provveduto al pagamento solo verso gli ultimi giorni, e pertanto si presume che il pagamento di dicembre non faccia eccezione.

Pagamenti INPS: l'indennità Covid

Per il mese di dicembre dovrebbero inoltre arrivare i pagamenti dell'Inps riguardanti i vari bonus una tantum previsti dai vari decreti a sostegno del reddito per quelle famiglie economicamente più colpite dalla crisi economica prodotta dalle misure restrittive imposte dai vari Dpcm.

Si prevede che per la prima metà del mese di dicembre saranno effettuati quei pagamenti previsti per i bonus onnicomprensivi del valore di 1.000 euro e di 800 euro, in base alla categoria di lavoratori cui sono destinati. Questi bonus sono destinati anche ai lavoratori stagionali, ai collaboratori sportivi, ai lavoratori dello spettacolo e così via.

Per coloro che hanno già beneficiato in precedenza di questi bonus, l'accredito del mese di dicembre avverrà in maniera automatica. I nuovi beneficiari invece dovranno presentare domanda entro il 18 dicembre, ed il pagamento dovrebbe poi avvenire entro la fine del mese.

Pagamenti INPS: quando viene accreditata la disoccupazione Naspi

Per quel che riguarda la disoccupazione Naspi, non vi è un giorno preciso per il pagamento da parte dell'Inps, ma generalmente l'accredito avviene entro il quindicesimo giorno di ogni mese, e dicembre non dovrebbe fare eccezione.

A dicembre vengono poi pagati gli importi della tredicesima per quel che riguarda gli stipendi del settore pubblico, con l'accredito che dovrebbe essere tra i giorni 14, 15 e 16 dicembre.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato