Dividendi 2018 Borsa Italiana: stacchi e rendimenti di lunedì 23 aprile

Lunedì 23 aprile ci sarà il primo appuntamento con gli stacchi dei dividendi 2018 di Borsa Italiana. Lo stacco della cedole sarà un evento che terrà compagnia agli investitori dalla fine di aprile all’inizio del mese di giugno. Il Dividend Day, ossia il giorno a più alta concentrazione di stacchi, sarà il 21 maggio prossimo. Quel giorno ci saranno numerose società quotate sul Ftse Mib, il principale indice azionario di Borsa Italiana, che staccheranno la cedola stabilità dalla rispettiva assemblea degli azionisti.

In attesa del giorno più caldo per quello che riguarda i dividendi azionari, gli investitori non potranno non trovare spunti interessanti anche nel programma, più ridotto, di lunedì 23 aprile. All’inizio della prossima settimana, infatti, a procedere con lo stacco della cedola, saranno società quotate anche prestigiose come Unicredit e Ferrari. L’importante banca staccherà un dividendo pari a 0,32 euro mentre il dividendo Ferrari sarà pari a 0,71 euro per azione. Considerando i prezzi delle azioni di ieri, il rendimento della cedola di Unicredit sarà pari all’1,79% mentre quello di Ferrari sarà pari allo 0,71% (nel primo caso si considera un prezzo delle azioni Unicredit pari a 17,868 euro mentre nel secondo caso un prezzo delle azioni Ferrari pari a 100,1 euro). Tra le altre società del Ftse Mib che lunedi’ staccheranno il dividendo ci saranno poi anche CNH Industrial, Prysmian, Luxottica, FinecoBank e Recordati (saldo 2018). Lo stacco della cedola riguarderà poi anche società a minore capitalizzazione ossia non incluse nel Ftse Mib. Tra queste ci sarà De Longhi che staccherà un dividendo pari a 1 euro e corrispondente ad un rendimento del 3,91%.

Le società che lunedì 23 aprile staccheranno il dividendo sono indicate nell’elenco seguente. La prima cifra indica l’ammontare del dividendo mentre la seconda indica il dividend yield ossia il rendimento della cedola sulla base del prezzo della chiusura di Borsa Italiana del 19 aprile.

Dividendo CNH Industrial: 0,14 euro, rendimento dell’1,35%

Dividendo Ferrari: 0,71 euro, rendimento dello 0,71%

Dividendo FinecoBank: 0,85 euro, rendimento del 2,86%

Dividendo Luxottica: 1,01 euro, rendimento dell’1,94%

Dividendo Prysmian: 0,43 euro, rendimento dell’1,74%

Dividendo Recordati: 0,43 euro (saldo), rendimento dell’1,43%

Dividendo Unicredit: 0,32 euro, rendimento dell’1,79%

Dividendo Autostrade Meridionali: 1 euro, rendimento del 3%

Dividendo Banca IFIS: 1 euro, rendimento del 2,98%

Dividendo Banca Mediolanum: 0,2 euro (saldo), rendimento del 2,81%

Dividendo De Longhi: 1 euro, rendimento del 3,91%

Dividendo Piaggio: 0,055 euro, rendimento del 2,41%

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.