Borsa Italiana aperta o chiusa a Santo Stefano (26 dicembre 2023? Cosa succede al trading afterhours a Natale

Il punto sul calendario di Natale di Piazza Affari - BorsaInside

Si avvina il periodo di Natale e come sempre accade in questa occasione, l’attenzione degli investitori è rivolta a quello che accadrà nei giorni festivi. Se la chiusura di Borsa Italiana in occasione del 25 dicembre 2023 è scontata (è la data del Natale), incertezze potrebbero esservi in merito a ciò che potrebbe accadere il successivo 26 dicembre quando nel Paese si festeggia Santo Stefano. Il calendario civile cerchia di rosso sia il Natale (e fin qui ci siamo) che il 26 dicembre. Il fatto è che, molto spesso, non c’è una convergenza tra il calendario di Borsa Italiana e quello civile visto che sono presenti tutta una serie di circostanza in cui la borsa è aperta nonostante il giorno festivo o, all’opposto, Piazza Affari è chiusa nonostante il giorno non festivo.

Ecco perchè è scontato che in tanti si chiedano se il 26 dicembre 2023, giorno di Santo Stefano, Borsa Italiana è aperta o chiusa.

Diciamo subito che per quello che riguarda il periodo di Natale, la borsa di Milano segue un calendario ben preciso che ha poco a che fare con quello civile. Infatti, in occasione delle festività natalizie, Piazza Affari è già chiusa giorno 24 dicembre ossia la Vigilia di Natale. Questo avviene da sempre ma, quest’anno, il 24 è un sabato e quindi la chiusura per festività coincide con un giorno in cui già non sono previste negoziazioni. La data successiva, Natale, la borsa è ovviamente chiusa (quest’anno il 25 dicembre è un lunedì). Ed eccoci arrivati al 26 dicembre, ricorrenza di Santo Stefano. Cosa accadrà in questa data?

Borsa Italiana chiusa il 26 dicembre 2023 per Santo Stefano

Come sempre anche quest’anno il 26 dicembre 2023, giorno di Santo Stefano, la borsa di Milano è chiusa per festività. In pratica, calendario alla mano, per Piazza Affari si profila un ponte abbastanza lungo. I mercati azionari saranno chiusi domani 23 dicembre (sabato), la successiva domenica e poi il 25 dicembre e il giorno di Santo Stefano. Essendo chiusi non sarà possibile investire in borsa (quindi non è possibile fare trading con i CFD sugli indici azionari) ma non è neppure possibile comprare azioni.

Borsa Italiana, dopo la chiusura di Natale-Santo Stefano, tornerà normalmente alle contrattazioni giorno 27 dicembre (mercoledì) in vista poi delle altre chiusure previste in occasione della festività di Capodanno di cui però ci occuperemo successivamente.

Sessioni trading afterhours nel periodo di Natale: cosa prevede il calendario

La sessione di trading afterhours è un segmento specifico di Borsa Italiana S.p.A. in cui si negoziano, in orari diversi da quelli stabiliti per Euronext Milan, strumenti finanziari come ad esempio azioni, ricevute di deposito azionarie e altri titoli di capitale di rischio equivalente liberamente trasferibili e idonei alla liquidazione e quotati su mercati Ocse.

Gli orari della sessione afterhours vanno oltre quelli tradizionali di Borsa Italiana quindi oltre le 17,30 orario di chiusura degli scambi sul mercato regolare. Regola vuole che nei giorni in cui Piazza Affari è chiusa per festività (quindi a Natale e Santo Stefano nel caso specifico che stiamo affrontando nell’articolo), anche la sessione afterhours resta chiusa. Diverso è invece il discorso opposto perchè non sempre quando la borsa è aperta anche la sessione afterhours lo è.

In realtà nei lunghi periodi festivi avviene proprio l’opposto con la borsa aperta ma priva dell’afterhours. Proprio questo sarà quello che accadrà nel periodo compreso tra Natale Capodanno. Non sono infatti previste contrattazioni dopo la chiusura ufficiale di Borsa Italiana in questi tre giorni:

  • mercoledì 27
  • giovedì 28
  • venerdì 29

In queste tre date la borsa di Milano sarà normalmente aperta ma il mercato after-hours sarà chiusa per festività e quindi non sarà possibile effettuare contrattazioni dopo le ore 17,30.

Attenzione perchè non c’è alcuna eccezionalità nelle 3 chiusure della sessione di trading afterhours di Borsa Italiana a cavallo tra Natale e Capodanno. Chi ha una certa dimestichezza con il mercato azionario italiano sa perfettamente che ogni anno nel periodo successivo al 26 dicembre e precedente al 31, la sessione afterhours di Borsa Italiana è chiusa per festività.

Dove fare trading online nel periodo di Natale

Con la borsa di Milano operativa a metà nel corso del periodo natalizio, molti traders potrebbero avere la necessità di trovare mercati alternativi su cui operare. A differenza di tante altre occasioni diciamo già che le opzioni a disposizione sono pochissime. Dagli Usa all’Europa, infatti, la stragrande maggioranza delle borse è sempre chiusa durante il periodo di Natale.

Per quello che riguarda il mercato azionario, quindi, è palese che sia quasi impossibile trovare delle soluzioni alternative. Ci sono però delle altre strade a partire dal Forex (cambio Euro Dollaro in primis) fino al settore delle materie prime e al mercato delle criptovalute. Ecco alcune analisi su queste asset class che potrebbero essere molto utili ai lettori:

Detto questo, c’è un modo per fare trading su questi mercati così diversi dall’azionario classico usando sempre la stessa piattaforma? La risposta è affermativa. Grazie ai CFD è possibile speculare al rialzo e al ribasso su tantissimi mercati usando sempre lo stesso account. Due tra i migliori broker CFD presenti sul mercato sono:

eToro logo piccolo2
  • eToro: broker che consente di speculare attraverso i CFD sia al rialzo (long trading) che al ribasso (short trading) su tantissimi mercati usando la leva finanziaria (sale la portata dell’investimento ma aumentano anche i rischi). Il deposito minimo per iniziare ad operare con eToro è di soli 50 dollari, tra i più bassi del settore. Tra gli strumenti di punta di eToro è il copy trading grazie al quale è possibile replicare le strategie dei traders più bravi.

Inizia ad incrementare le tue competenze di trading con il conto demo eToro da 100.000 euro virtuali >più informazioni sul sito eToro<

azioni FinecoBank
  • FinecoBank: la banca italiana con la migliore piattaforma trading del Paese consente di fare CFD trading su tantissimi mercati senza commissioni e solo con spread (sempre molto chiari). Due le tipologie di conto offerte da Fineco: quello standard che comprende i servizi bancari e quello di solo trading che non ha servizi bancari ma non presenta neppure costi fissi. Il conto di solo trading può essere una soluzione interessante per chi non è interessato ai servizi bancari ed è un principiante.

Fai trading con la piattaforma NR 1 in ItaliaMaggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading