Borsainside.com

Valore oro a 3.000 dollari entro il 2021? Le banche aumentano le loro previsioni

Valore oro a 3.000 dollari entro il 2021? Con queste previsioni conviene comprare
© Shutterstock

Dopo il rally della quotazione oro, molte banche d'affari hanno rivisto al rialzo le loro stime e c'è chi vede il gold a 3000 dollari!

Come leggerai in questo post, appena poche settimane fa, gli analisti di Bank of America avevano alzato le loro previsioni sull'oro aprendo la porta alla possibilità che il gold potesse arrivare in area 3000 dollari. A fine luglio gli esperti della banca d'affari americana hanno ribadito le loro stime trovando facile sponda alle proprie tesi nel recente rally che ha portato il metallo giallo ai massimi storici




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

A causa proprio del balzo del valore dell'oro, oggi non è solo Bank of America a vedere il prezzo del gold a 3000 dollari. Ci sono infatti molte banche che hanno rivisto al rialzo le loro stime sull'oro. 

Ecco alcune previsioni sul valore dell'oro aggiornate a luglio 2020:

  • Citibank: obiettivo a breve termine fissato a 2100 dollari. Target successivo a 2300 dollari nell'arco di 6-12 mesi.
  • UBS: partendo dalla consapevolezza che una quotazione oro a 2000 dollari possa diventare la nuova normalità, gli analisti stimano che il valore del gold possa arrivare a 2300 dollari entro la metà del 2021.
  • Goldman Sachs: ha alzato le sue stime sull'oro a 12 mesi a quota 2.300 dollari da 2.000 dollari. I cali dei tassi di interesse e le preoccupazioni per la leadership del dollaro Usa sono alla base del possibile rialzo del gold.
  • JP Morgan: ha una posizione più sfumata rispetto alle precedenti. Secondo la banca d'affari, il gold potrebbe difficoltà a sfuggire ai 2.000 dollari, tuttavia un rally sopra questa siglia sarebbe l'ultimo colpo di coda della tendenza rialzista che da mesi caratterizza il gold. 

Ti ricordo che puoi sfruttare tutte le previsioni citate per meglio definire la tua strategia trading sull'oro. Per investire sul gold puoi prendere in considerazione il CFD Trading. Ad esempio puoi valutare il broker eToro. 

>>>Investi sull'oro con i CFD: apri un conto demo eToro, è gratis>>>clicca qui

Prezzo oro a 2000 dollari entro fine anno: la previsione di UBS

L'ultimo report (in ordine temporale) contenente le previsioni sul prezzo dell'oro è quello di UBS. Pubblicato alla fine di agosto, nell'analisi gli esperti elvetici si afferma che la quotazione oro possa tornare a 2000 dollari l'oncia entro al fine dell'anno con picchi tra i 2200 e i 2300 dollari l'oncia.

Più nel dettaglio, gli esperti di UBS vedono un prezzo del gold in area 2000 dollari a dicembre, una quotazione a 1.900 a giugno 2021 e a 1.850 a settembre 2021. Secondo gli analisti, il leggero ritracciamento avviato dal gold a fine agosto (grafico in basso) è momentaneo.

Gli esperti si attendono un aumento del valore entro la fine dell'anno grazie alla flessione dei tassi reali e alla possibilità che questi ultimi possano restare negativi per un certo lasso di tempo. 

E' logico attendersi, affermano da UBS, che la Federal Reserve possa rivedere il quadro macroeconomico, apportando nel board del 15 e 16 settembre per apportare "modifiche significative, come l'aumento della durata degli acquisti di titoli si Stato con scadenza a cinque anni o superiore". In quella circostanza anche il target di inflazione media potrebbe essere modificato. 

In questo contesto, affermano da UBS, il metallo giallo continuerà ad essere un rifugio per gli investitori. Questo varrà fino alla fine del 2020 mentre, a partire del prossimo anno "le dinamiche di miglioramento della crescita globale e l'allentamento delle incertezze ridurranno probabilmente l'interesse per gli investimenti in oro il prossimo anno". 

Insomma il rally dell'oro proseguirà per l'anno in corso, pur con le naturali pause di riflessione, ma nel 2021 il prezzo del gold dovrebbe registrare una correzione. Non bisogna essere laureati in finanza, per capire che tutto dipenderà dall'andamento della pandemia. 

>>>Investi sull'oro con i CFD: apri un conto demo eToro, è gratis>>>clicca qui

Anche secondo Fawad Razaqzada (report esclusivo per Investing.com), l'oro si sta dirigendo verso quota 2000 dollari dopo essere rimasto intrappolato a lungo in un range di consolidamento che, a tratti, ha dato l'impressione di essere irreverisibile. Ovviamente nell'analisi tecnica di irreversibile non c'è assolutamente nulla e infatti, alla fine, questo range di consolidamento, è iniziato a scricchiolare.

Cosa è successo? In pratica con la vittoria di Biden alle elezioni Usa, gli asset che sono maggiormente legati al rischio sono volati alle stelle. A fare da driver è stata la convinzione degli investitori secondo cui la nuova amministrazione Usa potrebbe varare misure fiscali più forti in un contesto in cui gli sgravi fiscali v oluti da Trump per le aziende dovrebbero però restare al loro posto essendo il Senato controllato dai Repubblicani. 

In questo contesto, a seguito del calo del rendimento del bond Usa a 10 anni, il gold ha subito un breakout rimpendo la sua linea di trend ribassista. Il movimento messo a segno spinge ad ipotizzare che l'oro possa essere al centro di altri acquisti tecnici nei prossimi mesi che significherebbero veloce risalita verso i 2000 dollari l'oncia. 

In questo contesto, i prossimi obiettivi potrebbero essere davvero molto ambiziosi. La lunghezza del periodo che l'oro ha passato nella fase di consolidamento, infatti, suggerisce non solo un rialzo ma un vero e proprio rally profondo dei valori che potresti sfruttare per investire al rialzo attraverso il CFD Trading operando con un broker come IG.

CFD Trading sull'oro con IG>>>prendi qui la demo gratuita 

Secondo Fawad Razaqzada gli orsi hanno avuto le loro possibilità per abbassare il prezzo dell'oro ma la loro azione non ha portato a nulla. Sono i compratori che hanno mantenuto il controllo in questi mesi nonostante il consolidamento plurimensile.

Ora che i prezzi non sono più in overbought, ha concluso l'analista, e in considerazione dell'attuale fase innescata dalla vittoria di Biden, non è da escludere che possa esserci una nuova impennata. 

Prezzo oro a 3000 dollari: la previsione di BofA non è fantafinanza

L'oro è uno dei pochi asset decisamente in salute negli ultimi mesi. Il crollo dei mercati causato dall'emergenza coronavirus ha determinato una vera e propria fuga verso tutti i beni rifugio a partire proprio dall'oro le cui quotazioni hanno registrato un forte apprezzamento. Fino a pochi anni fa era quasi impensabile sperare di vedere il valore dell'oro ai livelli di oggi. Gli impavidi traders che allora avevano scommesso su un rally della quotazione oro, si sono ritrovati con un profitto decisamente consistente.

Ebbene, secondo le ultime previsioni sull'oro, il rally dei prezzi del metallo giallo potrebbe essere appena all'inizio. Non ci credete? Allora forse vi conviene leggere le stime sul gold che ha recentemente fornito Bank of America. Secondo gli analisti della banca d’affari americana il prezzo dell’oro potrebbe raggiungere addirittura i 3000 dollari l’oncia entro la fine del prossimo anno.

Il prezzo del gold oggi si muove sopra 1900 dollari dopo aver raggiunto un nuovo record storico. Non è necessario essere degli esperti di finanza per capire che un target a 3000 dollari, per quanto collocato a 18 mesi da oggi, sia comunque decisamente lontano.

Come si può vedere dal grafico storico, la quotazione oro raggiunse il suo precedente massimo storico a oltre 1921 dollari nel lontano 2011. A partire dal 2019, però, il valore dell’oro è sempre aumentato parallelamente alle politiche monetarie sempre più espansive che le banche centrali hanno ovunque varato per provare a sostenere le economie. Pur ammettendo tutto questo, un gold a 3000 dollari l’oncia sembra essere del tutto fuori da ogni normalità.

E se invece davvero l’oro dovesse arrivare a questo livello target? In fin dei conti la complessa situazione attuale potrebbe spingere gli investitori a puntare sempre di più sui beni rifugio e in tal caso le quotazioni dell’oro non potrebbero non salire.

Ti ricordo che sono gli scenari che a prima vista potrebbero sembrare poco normali quelli capaci di regalare le più importanti occasioni di guadagno. Proprio alla luce di questo discorso, se pensi che il prezzo del gold possa davvero arrivare ai livelli citati, ti consiglio di non perdere tempo ed iniziare già oggi da investire sull'oro. Per farlo puoi usare il CFD Trading.

I Contratti per Differenza ti permettono di speculare sull'andamento del gold senza comprare oro fisico. Soprattutto di questo tempi ti consiglio di usare solo broker sicuri e affidabili come ad esempio eToro (clicca qui per leggere la recensione).

Puoi prendere la demo eToro direttamente dal link sottostante. Avrai subito 100.000 euro da investire sull'oro. 

Trading CFD sul gold: demo gratis eToro da 100.000€ >>> clicca qui

Prezzo oro previsioni: le indicazioni degli ETP

Secondo Societe Generale, i driver più importanti per il prezzo dell'oro sono i flussi sugli ETP. In un recente report gli analisti hanno ricordato che l'oro ha la funzione di mantenere valore nel tempo proteggendo i propri risparmi dal rischio erosione del potere di acquisto. I flussi verso gli ETP sono sostenuti dal ruolo che l’oro ricopre tradizionalmente in situazioni di risk on o risk off.

All'inizio del 2020 gli Asset Under Management degli ETP con sottostante oro erano pari a circa 129 miliardi di dollari, nettamente al di sotto degli 187 miliardi attuali.

Analizzando le relazioni tra il prezzo degli ETF, da un lato, i flussi sugli ETF e i flussi degli hedge fund, dall'altro, si riescono ad individuare le relazioni di causalità che ci sono tra le varie variabili. 

Secondo Societe Generale si può concludere che tra flusso degli hedge fund e quotazione dell'oro non ci sia una relazione stabile. Inoltre è anche assente una diretta causalità tra le due serie storiche. Dall'analisi del flusso sugli ETF e andamento prezzo dell'oro, si evince invece una cointegrazione tra le due variabili. Concretamente gli andamenti dei due asset non divergono oltre un determinato livello. Non solo ma eventuali divergenze nei trend tendono ad essere oggetto di un riassorbimento. 

Usando la teoria nota come impulse-response analysis, gli analisti hanno verificato che un aumento dei flussi potrebbe spingere il valore dell'oro fino a 2200 dollari l’oncia nel 2021. Se poi l'aumento dei flussi dovesse raggiungere i livelli di maggio, non sarebbe improponibile vedere il prezzo del gold a 3000 dollari l'oncia.

Una previsione simile suggerisce di andare long sul prezzo del gold attraverso i CFD (qui il sito ufficiale eToro per scaricare la demo gratuita!)

Attenzione perchè previsioni così tanto ottimistiche non devono comunque far perdere di vista la realtà. Secondo i francesi di Societe Generale due sono i rischi connessi all'investimento in oro: l'andamento dei mercati azionari e obbligazionari (una forte volatilità potrebbe spingere gli investitori a un develeraging ossia a una liquidazione massiccia di tutti gli asset presenti in portafoglio) e uno scenario caratterizzato da un balzo dell'economia. Un forte recupero economico, infatti, potrebbe riportare l'appeal sui mercati azionari. I n questo contesto un successivo e conseguente cambio di rotta delle Banche centrali, creerebbe le condizioni per violento ribasso del valore del gold. 

Vuoi investire al ribasso sul prezzo dell'oro? Il broker eToro ti offre anche la possibilità di operare con lo short trading. Impare a fare trading con le posizioni corte partendo dal conto demo gratuito (qui il sito ufficiale eToro)

Prezzo oro previsioni: le indicazioni delle bullion banks

Secondo il sito Bullionstar ci sono due fenomeni che stanno andando di pari passo: la crescente scarsità di oro fisico nei forzieri delle banche e l'incremento delle richieste di conversione dei contratti futures in oro da parte di traders che per tantissimo tempo non avevano mai prestato attenzione a questo aspetto. 

Queste due tendenze, commentano da Bullionstar, non sono una novità ma nell'ultimo periodo c'è stato un peggioramento della situazione di cui va preso atto. Scarsità di oro e mancanza di fiducia nei confronti dei futures stanno mettendo a dura prova la capacità delle bullion bank di riuscire a trovare oro fisico sul mercato

Questo è un dato molto importante. Se si tiene anche in considerazione che la Federal Reserve a breve non  potrà far altro che rinunciare al controllo dell'inflazione, si deduce che il trend rialzista dell'oro è più solido che mai. Certo, come messo in evidenza da Bullionstar, ci potrebbero essere delle pause di riflessione, con fisiologiche prese di profitto, ma quello che conta è la tendenza di lungo termine e questa è positiva. 

La Federal Reserve in futuro potrà fare ben poco per riuscire a tenere sotto controllo il prezzo del gold. Non potendo ricorrere ai futures per manipolare la quotazione dell'oro e dovendo riunciare a modulare i tassi di interesse per provare a mettere un argine all'inflazione, l'incremento del valore del gold non  potrà che essere automatico.

Insomma: Bullionstar non fa previsioni numeriche ma di una cosa è certo: la quotazione oro salirà. Un'indicazione molto chiara che può essere sfruttata per fare trading di CFD sul gold usando, ad esempio, un broker autorizzato e affidabile come IC Markets (leggi qui la recensione).

VAI SU IC Markets e APRI GRATIS UN CONTO >>

L'oro è tra i migliori asset

Considerando quello che è l'attuale record, gli analisti di Bank of America hanno incrementato le loro previsioni di ben il 50% rispetto al valore attuale dell'oro. 

Bank of America ritiene che nell'anno in corso il valore medio dei lingotti sia pari a 1695 dollari. Per il prossimo anno, invece, gli analisti si attendono un prezzo medio di 2063 dollari.

A causa dell'emergenza coronavirus, quest'anno le quotazioni dell'oro hanno segnato un aumento dell'11 per cento. A registrare una performance migliore del gold sono stati solo i Treasury americani a 30 anni il cui valore ha registrato un aumento dell'11,8 per cento. 

Se è vero che la performance dell'oro non ha eguali (o quasi) è altrettanto vero che il gold potrebbe incontrare anche degli ostacoli lungo la sua marcia. Nel report di Bank of America si sono indicati i principali rischi che l'oro potrebbe incontrare ossia un dollaro forte ma anche una volatilità più bassa e unaminore richiesta di gioielli da parte di Cina e India.

Il peso di questi rischi? Esiguo visto e considerato che "al di là dei fondamentali tradizionali di domanda e offerta, la repressione finanziaria è tornata. Ed ha una dimensione straordinaria". 

Valore oro continuerà a salire ancora? 

Che valore dell'oro sia destinato a salire ne è convinta anche Peter Kinsella, Global Head of Forex Strategy di Union Bancaire Privée (UBP) secondo la quale i prezzi del gold offrono un'ottima protezione dei portafogli.

Secondo l'esperta, al termine dell'ultimo meeting della FED la quotazione del gold è scesa da circa 1.950 dollari ai livelli attuali attorno agli 1.870 dollari per oncia. La flessione riflette la decisione della FED di non  varare ulteriori misure di stimolo monetario. 

L'assenza di altri stimoli fiscali e monetari ha avuto due effetti. In primo luogo c'è stato un calo degli rischiosi come conseguenza di una prospettiva meno favorevole per quello che riguarda gli stmoli fiscali, mentre in secondo luogo si è verificato un calo del prezzo dell’oro. Questo trend si è instaurato poichè le misure di stimolo meno aggressive implicano un abbassamento delle probabilità che ci sia un aumento dell'inflazione. 

Il calo dell'oro avvenuto a settembre 2020 è stato molto marcato è è stato accentuato dall'andamento ribassista del cambio Euro Dollaro. Quanto avvenuto ha dimostrato che la correlazione storica negativa dell'oro con il dollaro resta sempre valida e attuale come si può evincere in questo articolo di analisi.

Cosa potrebbe succedere adesso? Secondo l'analista di UBP il ribasso attuale è frutto di un movimento per la riduzione del rischio. Questa situazione non è imputabile ad un cambio di uno dei driver fondamentali per il rialzo dell’oro a lungo termine come ad esempio i profili negativi dei tassi di interesse reali oppure i rischi geopolitici. 

Ipotizzando che il cambio Euro Dollaro possa scendere a quota 1,15, una ipotesi simile sarebbe coerente con un calo del rapporto XAU/USD in area 1.800 dollari l'oncia. E' ipotizzabile che il cambio oro/dollaro non riesca a scendere molto sotto questi livelli. I traders che da marzo non sono riusciti a trarre profitto dal rialzo del prezzo dell'oro, potrebbero cogliere questa nuova occasione per aprire posizioni lunghe sul gold.

Gli investitori che già puntano sul lungo termine dovrebbero mantenere le posizioni lunghe sull'oro. Il metallo giallo, infatti, continuerà a trarre beneficio dall'effetto combinato tra tassi d'interesse reali negativi a lungo termine e altre misure di stimolo non convenzionali. Dal punto di vista tecnico, UBP invita a mantenere gli stop sulle posizioni lunghe a livelli appena inferiori ai 1.800 dollari,

L'analista ricorda che l'ultima volta che sono state modificate le stime sulla quotazione oro era il mese di maggio. In  quella circostanza fu prospettato un aumento del prezzo del gold entro dicembre 2021 a quota 2.200 dollari per oncia. A distanza di mesi da quella decisione, l'analista ha confermato la validità della previsione, con  rischi al rialzo. Considerando però quanto avvenuto nel mese di settembre, le previsioni non  possono più essere a senso unico. In altre parole non è detto che la quotazione dell'oro crescerà costantemente ma sono invece probabili inversioni di trend più o meno ampie. 

Questa è un'occasione per investire sull'oro attraverso il CFD Trading. Per operare e quindi comprare o vendere CFD Oro si può prendere in considerazione il broker Plus500 (leggi qui la recensione).

Demo gratis Plus500 per comprare/vendere CFD oro>>>clicca qui

Secondo George Cheveley, Portfolio Manager della strategia Global Gold di Ninety One, i prezzi dell'oro potrebbero ancora crescere nei prossimi due anni. Per l'analista è evidente che l'economia globale stia attraversando una situazione di profonda incertezza che non ha precedenti. A trarre vantaggio da questo contesto è l'oro (ma anche l'argento come si può leggere in questo post sul rally della quotazione argento). 

Nel mese di giugno 2020, il prezzo dell'oro ha registrato un balzo del 2,9 per cento salendo a 1781 dollari l'oncia. Per il gold si è trattato del livello più alto degli ultimi 10 anni. Anche le azioni legate al prezzo dell'oro sono cresciute facendo addirittura meglio dello stesso gold (+6,3 per cento la progressione dei titoli dell'oro). 

Ti ricordo che per investire sulla quotazione oro e sulle azioni legate all'oro da una sola piattaforma, una valida alternativa è il CFD Trading. Ancora una volta ti raccomando di usare solo broker autorizzati come ad esempio IG (leggi qui la recensione completa). Ti ricordo che attivando la comoda demo gratuita IG, avrai 30.000 euro virtuali per imparare a fare trading. 

>>>Trading sui mercati di tutto il mondo in modalità demo: è gratis, inizia ora

Presente radioso per l'oro ma anche il futuro non è da meno. L'analista di Global Gold di Ninety One ritiene possibile che i prezzi del gold continuino a ricevere supporto da una serie di elementi a partire dal gigantesco quantitative easing che proseguirà per i prossimi due anni. In considerazione della durata del piano di intervento è ipotizzabile che le quotazioni dell'oro possano crescere nei prossimi due anni. 

Secondo l'esperto, inoltre, il settore aurifero oggi è nello stato migliore degli ultimi 20 anni se non addirittura oltre. Questo perchè tutto si sta concentrando su operazioni di allocazione del capitale molto efficaci che sono capaci di generare buoni flussi di cassa a tutto vantaggio degli azionisti che torneranno a vedere liquidità. 

Per Cheveley, inoltre, non va tralasciato che i titoli del gold presentano anche una bassa correlazione con i mercati. Da ciò ne consegue che le azioni aurifere siano un buon modo per diversificare il portafoglio. In linea di tendenza le zioni sono più volatili del gold ma, quando i prezzi della commodity aumentano, allora essi tendono a mettere in risalto una maggiore leva finanziaria e questo determina più volatilità. 

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS