Dividendi Borsa Italiana in stacco oggi 22 novembre 2021: ecco chi ha staccato la cedola

Aggiornamento del

L’attenzione degli investitori nella seduta odierna di Piazza Affari è focalizzata sulle azioni Telecom Italia. In realtà, però, c’è un secondo tema caldo nella prima di Ottava: lo stacco dei dividendi di ben 9 società quotate sul Ftse Mib.

Si tratta di un appuntamento fissato da tempo ma non per questo motivo meno importante. Infatti come sempre avviene quando un titolo è impegnato con lo stacco della cedola, il suo valore in borsa registra una flessione. Non è quindi un caso se le peggiori quotate del Ftse Mib oggi siano tutte impegnate con la remunerazione degli azionisti.

Solitamente quando è in programma il pagamento delle cedole si parla di dividend day. Oggi, però, considerando il numero delle quotate coinvolte, è più opportuno parlare di mini dividend day.

Quali sono le società che oggi 22 novembre 2021 sono impegnate con lo stacco della relativa cedola? Prima di rispondere a questa domanda, ricordiamo che per fare trading online sulle quotate interessate allo stacco del dividendo si può usare il broker eToro (leggi qui la recensione completa).

Scopri qui eToro>>> account gratis e 100.000 euro virtuali per imparare a fare CFD trading

etoro demo gratuito

Stacchi dividendi oggi 22 novembre 2021: le quotate interessate

Tra le nove società del Ftse Mib impegnate con lo stacco del dividendo nella seduta di oggi, la più illustre è Intesa Sanpaolo. La banca guidata da Messina, ha staccato la sua seconda cedola del 2021. Specificatamente si tratta dell’acconto sul dividendo 2022 che è pari 0,072 euro per azione. Complessivamente l’ammontare dei dividendi Intesa SP in stacco oggi è pari a 1,4 miliardi. Considerando anche la precedente cedola, Intesa Sanpaolo ha staccato nel 2021 qualcosa come 4 miliardi di cedole complessive, ammontare che corrisponde ad un pay-out di oltre il 75 per cento.

Oltre ad Intesa Sanpaolo, anche Banca Generali ha staccato oggi la sua cedola. Si è trattato del primo dividendo sugli utili 2019/2020. L’ammontare della remunerazione è di 2,7 euro ad azione per un valore complessivo di 315 milioni di euro. Ricordiamo che a febbraio Banca Generali procederà con lo stacco di una seconda cedola che sarà pari a 0,6 euro. In questo caso la remunerazione fa riferimento agli utili portati a nuovo degli esercizi precedenti.

Sempre restando nell’ambito del risparmio gestito, a staccare il dividendo oggi è stata anche Banca Mediolanum. La quotata ha scaccato una cedola pari a 0,23 euro a valere come acconto sul dividendo 2022 (relativo all’esercizio 2021).

Appuntamento con il dividendo anche per FinecoBank che ha staccato una cedola pari a 0,53 centesimi sugli utili 2019/2020.

A completare il quadro degli stacchi del settore finanziario sono Poste Italiane (acconto dividendo 2022 pari a 0,185 euro) e Mediobanca (dividendo di 0,66 euro su intero esercizio).

Oltre al settore bancario, a staccare la cedola nella giornata di oggi sono stati anche alcuni titoli industriali: Terna, Tenaris e Recordati.

Più nel dettaglio Terna ha staccato un acconto sul dividendo 2022 pari a 9,82 centesimi per azione. Per gli azionisti Recordati, invece, acconto di 0,53 euro per azione. A chiudere Tenaris con un acconto di 0,13 euro per azione.

Per maggiori informazioni:

>>>Investi in azioni con il broker eToro>>>clicca qui per aprire un conto demo, è gratis>>>clicca qui

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading