Migliori e peggiori azioni Ftse Mib nel 2018: la classifica di Borsa Italiana

Migliori e peggiori azioni Ftse Mib nel 2018: la classifica di Borsa Italiana
© Shutterstock

Nel 2018 Juventus è stata la migliore società sul Ftse Mib mentre la peggiore è stata Azimut: tutti i top e i flop

CONDIVIDI

Il 2018 è stato un anno non facile per Borsa Italiana e, in modo particolare, per il Ftse Mib. A causa di una serie di fattori sia interni che internazionali, il principale indice azionario di Borsa Italiana ha registrato una performance molto pesante che sembra durare anche ad inizio 2019 come emerge dal post sull'andamento del Ftse Mib oggi 2 gennaio. Il più importante indice della borsa di Milano ha perso in un anno il 16,15 per cento, tornando su livelli che erano da tempo assenti. Le principali cause del forte calo del Ftse Mib nel 2018 sono state l'arretramento della borsa di Wall Street (fattori generali) e le tensioni tra Italia ed Europa sulla legge di Bilancio 2019 del governo Lega-5 Stelle (fattori domestici). 

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

A causa della concatenazione si più fattori esterni, la maggior parte delle azioni quotate sul Ftse Mib ha subito un pesante ribasso nel 2018. Su 40 società che hanno accesso alle negoziazioni, solo 9 hanno chiuso l'anno in rialzo mentre tutte le altre hanno rimediato perdite da poco a molto forti. Per alcune azioni del Ftse Mib il 2019 è stato un anno drammatico! C'è quindi chi ha riso e chi ha pianto su Borsa Italiana nell'anno che si è da poco concluso. 

Conoscere quali sono state le migliori e le peggiori azioni del Ftse Mib nel 2018 non ha solo valore documentale. La tradizione dimostra che le azioni che hanno registrato significativi apprezzamenti difficilmente possono riuscire a ripetere la buona performance. Ovviamente questo "difficilmente" non significa che tali azioni non possano replicare l'andamento positivo nel nuovo anno. Se ci sono le condizioni, infatti, anche azioni molto apprezzate possono salire ancora con le loro quotazioni nel nuovo anno.

Fatta questa premessa quali sono state le migliori e le peggiori azioni del Ftse Mib nel 2019? E' bene anzitutto precisare che l'indice più rappresentantivo del mercato italiano ha cambiato nel 2018 la sua composizione. A partire dalla seduta del 27 dicembre, infatti, ha fatto il suo ingresso Juventus. Poichè le azioni JUVE avevano già registrato un forte apprezzamento prima dell'arrivo tra le big, è proprio la società bianconera la migliore dell'anno appena chiuso. La quotazione JUVE ha infatti registrato un apprezzamento di oltre il 38 per cento. Scorrendo la classifica delle big, è impossibile non notare come la Juventus abbia fatto il vuoto dietro di se. Il secondo miglior titolo del Ftse Mib nel 2018 è stato Campari con un rialzo del 14,58 per cento. La medaglia di bronzo è andata a Poste Italiane che si è apprezzata dell'11,3 per cento. 

Classifica migliori azioni Ftse Mib 2018

Juventus +38,91%

Campari +14,58%

Poste Italiane +11,30%

Moncler +10,93%

Amplifon +9,42%

Fineco +2,85%

Terna +2,25%

A2A +1,98%

UnipolSai +1,52%

Classifica peggiori azioni Ftse Mib 2018

La classifica delle peggiori azioni del Ftse Mib nel 2018 è molto più lunga rispetto a quella dei top. I flop nel 2018 sono stati davvero tanti! A causa dell'innalzamento dello spread BTP BUND, infatti, tutte le azioni del settore bancario sono state vendute in modo massiccio. A fine anno il peggior titolo del 2018 è risultato essere Azimut Holding che ha perso il 40,3 per cento. Il 2018 è stato anno un anno terribile anche per Unicredit che si è deprezzata del 36,5 per cento e per Prysmian che ha perso il 35,82 per cento. Di seguito la classifica delel peggiori azioni del Ftse Mib nel 2018 partendo dalla meno peggio:

ENI -0,38%

Ferrari -0,77%

Enel -1,68%

Italgas -1,85%

Diasorin -2,03%

Generali Assicurazioni -3,95%

Snam -6,40%

Exor -7,51%

Unipol -10,03%

Saipem -14,21%

Fiat Chrysler Automobiles -14,94%

Recordati -18,27%

BPER -20,10%

Ferragamo -20,29%

Mediobanca -22,03%

Leonardo -22,60%

Pirelli -22,62%

Banco BPM -24,89%

Tenaris -28,27%

CNH Industrial -29,74%

Brembo -29,79%

Intesa Sanpaolo -29,97%

UBI Banca -30,53%

Atlantia -31,34%

STMicroelectronics -32,80%

Telecom Italia -32,92%

Buzzi Unicem -33,22%

Banca Generali -34,64%

Prysmian -35,82%

Unicredit -36,50%

Azimut -40,30%

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro