Borsa Italiana Oggi 10 novembre 2021: Ftse Mib chiude a +0,44%, Stellantis e CNH in testa

Andando contro quelle che erano le previsioni, il Ftse Mib ha aperto gli scambi con un rialzo di circa mezzo punto percentuale. Grazie all’ottima intonazione di alcuni titoli, il paniere di riferimento di Piazza Affari si è portato sopra i 27500 punti. Il trend è rimasto positivo per tutta la mattinata mentre nel primo pomeriggio c’è stata una riduzione dell’intensità del verde. Nelle ultime ore di scambi, poi, il paniere di riferimento di Piazza Affari è tornato su un verde significativo. 

A spingere in avanti il listino di riferimento della borsa di Milano sono state quotate come Stellantis, Telecom Italia e CNH Industrial. I segni rossi comunque non sono mancati con le vendite che hanno interessato titoli come Tenaris, STM e Banca Generali.

Alle ore 17,30 la situazione che si può fotografare sul Ftse Mib era la seguente: rialzo dello 0,44 per cento a quota 27561 punti. Per seguire la performance del paniere di riferimento di Piazza Affari in tempo reale si può usare il grafico in basso che riproduce il derivato Italy40. 

La lista delle quotate migliori della seduta di oggi è stata la seguente: 

  • Stellantis: +2,53 per cento a 17,88 euro
  • CNH Industrial: +1,86 per cento a 15,31 euro
  • Telecom Italia: +1,67 per cento a 0,33 euro
  • Tenaris: -3,32 per cento a 10,47 euro
  • Banca Generali: -2,15 per cento a 42,27 euro
  • STM: -1,96 per cento a 43,42 euro

Per investire sulle quotate del Ftse Mib che oggi sono alle prese con le variazioni di prezzo più consistenti, si può usare il CFD Trading. Scegliendo un broker autorizzato come ad esempio Plus500 (qui la nostra recensione) è possibile fare pratica senza rischi. 

Plus500 Trading CTA

Borsa Italiana oggi 10 novembre 2021: previsioni

Apertura del tutto condizionata dalla prudenza. E’ questa la previsione in vista dell’avvio degli scambi su Borsa Italiana oggi 10 novembre 2021. A suggerire questa prospettiva sono i dati sull’andamento dei futures nel pre-market e il contesto di riferimento. I principali derivati sugli indici di Piazza Affari non riservano sorprese mentre, per quello che riguarda i tradizionali punti di riferimento, vale a dire la borsa di Tokyo e quella di Wall Street, si segnala un netto predominio delle vendite. 

Nel dettaglio, a Tokyo l’indice Nikkei ha archiviato le contrattazioni con un ribasso dello 0,61 per cento a quota 29.107 punti. Rossi anche a Wall Street con il Dow Jones che ha messo a segno una flessione dello 0,31 per cento a quota 36.320 punti; l’S&P 500 in ribasso dello 0,35 per cento a 4.685 punti e il Nasdaq che ha lasciato sul parterre lo 0,6 per cento a quota 15.887 punti.

Il fatto che le borse punto di riferimento tradizionale dei mercati europei siano calate, non significa che non sia possibile fare trading online sugli indici azionari. Ricordiamo che grazie al CFD Trading è possibile investire anche quando i mercati sono in calo (in questo caso si parla di short trading). Per speculare al ribaso è fondamentale scegliere un broker autorizzato come ad esempio eToro (leggi qui la recensione completa). La nota piattaforma di social trading offre sempre il conto demo gratuito da 100 mila euro per imparare a fare pratica senza rischi. La demo può essere attivata seguendo il link in basso. 

Scopri qui eToro>>> account gratis e 100.000 euro virtuali per imparare a fare CFD trading

etoro demo gratuito

Borsa Italiana Oggi 10 novembre 2021: titoli più interessanti 

Quali sono le quotate su cui conviene focalizzare la propria attenzione in vista dell’apertura degli scambi a Piazza Affari? Come ripetiamo sempre conoscere già prima dell’avvio i titoli potenzialmente più interessanti, significa avere la possibilità di posizionarsi per tempo. 

Oggi segnaliamo due quotate che hanno appena pubblicato i conti trimestrali. Si tratta di Salvatore Ferragamo e di Mediaset. La maison della moda ha chiuso i primi nove mesi 2021 con ricavi pari a 785,34 milioni di euro, in rialzo del 33,9 per cento rispetto ai 586,73 milioni di euro messi a segno nei primi tre trimestri del 2020. Scendendo nel conto economico, il risultato finale (con esclusione della quota di terzi) ha raggiunto un valore positivo per 37,54 milioni di euro, rispetto al rosso di 96,46 milioni che era stato contabilizzato al temine dei primi nove mesi del 2020.

Per quanto riguarda invece Mediaset, la quotata del Biscione ha mandato in archivio i primi nove mesi 2021 con ricavi netti per 1,99 miliardi di euro, in rialzo rispetto agli 1,72 miliardi che erano stati ottenuti nei primi nove mesi del 2020. In forte miglioramento anche il risultato operativo che, al 30 settembre 2021, evidenziava una progressione da 87,6 milioni a 275 milioni di euro grazie ai minori ammortamento e svalutazioni. Per finire, l’utile netto di Mediaset al termine dei primi 9 mesi 2021 è stato pari a 273,8 milioni di euro, un valore nettamente superiore rispetto ai 10,5 milioni che erano contabilizzati nei primi nove mesi del 2020.

Ricordiamo che per investire in azioni può essere molto vantaggioso usare il broker eToro poichè esso non prevede il pagamento di commissioni nel trading azionario. In più, come abbiamo già visto in precedenza, la demo con eToro è sempre gratis. 

Con eToro puoi fare trading sulle azioni senza commissioni>>>clicca qui per avere la demo gratis

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Italiana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.