Borsa Italiana Oggi (29/07/2020): seduta disastrosa per Saipem, male anche Tenaris

Leggero predominio delle vendite su Borsa Italiana oggi 29 luglio. Il Ftse Mib si attesta sopra i 19700 punti pur senza eccessivi strappi verso il basso.

Ad impattare in modo negativo sull’andamento del principale indice azionario di Borsa Italiana sono titoli come Saipem e Tenaris che segnano ribassi molto forti. 

Il grafico seguente riporta l’andamento in tempo reale del Ftse Mib. Come si può vedere dalla curva, a Milano sembra prevalere la prudenza in vista delle decisioni di politica monetaria della FED attese per questa sera (in questo articolo ci sono le anticipazioni sulla forward guidance). 

Tra i titoli che oggi registrano i rialzi più consistenti ci sono:

  • Amplifon: +2,76 per cento a 27,31 euro
  • Nexi: +2,5 per cento a 14,97 euro
  • Interpump: +2,13 per cento a 27,85 euro

Tra le quotate che invece segnano i ribassi in assoluto più marcati ci sono: 

Ricordo che puoi investire su tutti i titoli citati (sia quelli in rialzo che quelli in ribasso) non solo in modo diretto, vale a dire comprando a vendendo azioni, ma anche attraverso il CFD Trading. Per imparare ad investire in azioni attraverso i Contratti per Differenza, parti sempre dal conto demo gratuito. Ad esempio il broker IG (leggi qui la recensione completa) ti offre 30.000 euro virtuali per fare pratica con la demo. 

Prova la Demo di IG

€30.000 virtuali per testare la piattaforma

Borsa Italiana oggi 29 luglio 2020 previsioni pre-market

In vista delle decisioni di politica monetaria della FED, le borse europee dovrebbero aprire la seduta di metà settimana con gli indici in leggero ribasso. Borsa Italiana non dovrebbe fare eccezione a questa tendenza. Gli stessi futures sui principali indici di Piazza Affari pre-annunciano un avvio di scambi in flessione per la seduta di oggi 29 luglio 2020. 

Il contesto di riferimento non è dei migliori: sia la borsa di Wall Street che quella di Tokyo hanno registrato una variazione negativa. Nel dettaglio, la borsa del Giappone ha chiuso la seduta di metà settimana con il Nikkei in ribasso dell’1,15 per cento a quota 22397 punti mentre Wall Street ha chiuso la sessione con il Don Jones in calo dello 0,77 per cento a 26.379 punti, S&P 500 in ribasso dello 0,65 per cento a 3.218 punti e il Nasdaq che ha rimediato un calo dell’1,27 per cento a 10.402 punti.

Borsa Italiana Oggi 29 luglio 2020: azioni più calde

Inutile dire che il titolo destinato ad essere l’assoluto protagonista della seduta di oggi sarà Intesa Sanpaolo. L’OPS lanciata dalla banca guidata da Messina su UBI Banca è perfettamente riuscita. L’ufficializzazione è arrivata ieri sera, in anticipo di due giorni rispetto alla scadenza dell’operazione fissata per il 30 agosto. Borsa Italiana ha reso noto che nell’ambito dell’OPSV totalitaria promossa da Intesa Sanpaolo e riguardante massime 1.144.285.146 azioni ordinarie di Ubi Banca, sono state portate in adesione 822.627.479 azioni, pari al 71,908 per cento del capitale della banca bergamasca.

Poichè il target del 66 per cento è stato superato,  sarà quindi fusione tra Intesa Sanpaolo e UBI Banca.

La riuscita dell’operazione potrebbe tradursi in grande visibilità per il titolo della banca guidata da Messina. Ricordo che per investire in borsa ci sono due strade a disposizione. La prima, quella tradizionale, consiste nell’acquisto diretto di azioni mentre la seconda consiste nell’acquisto (o vendita) di uno strumento derivato, i CFD, che riproduce l’andamento del sottostante (azioni in questo caso). Per imparare ad investire in azioni attraverso i CFD può risultare molto comodo usare il conto demo trading. Ad esempio puoi scegliere la demo eToro (clicca qui per leggere la recensione del broker) e avrai subito 100.000 per imparare a fare trading sulle azioni senza correre il rischio di perdere soldi veri. 

Trading CFD sulle azioni: demo gratis eToro da 100.000€ >>> clicca qui

eToro pratica

Oltre ad Intesa Sanpaolo ci sono altri titoli che oggi potrebbero registrare variazioni di prezzo significative? La risposta è affermativa. Nel mirino degli investitori, infatti, potrebbero finire Saipem e Salvatore Ferragamo. Le due quotata hanno entrambe pubblicato i conti del secondo trimestre e questo potrebbe significare discreta visibilità in borsa.

Per finire anche le azioni Unicredit potrebbero offrire spunti interessanti. La banca guidata da Mustier, a seguito della raccomandazione della BCE del 28 luglio 2020, ha confermato che non pagherà dividendi e non effettuerà riacquisti di azioni proprie per tutto il 2020. La banca ha anche specificato che nel caso in cui la BCE dovesse decidere di non estendere la raccomandazione per il 2021, la politica di distribuzione del capitale verrebbe ripristinata in linea con quanto previsto dal piano Team 23. 

Ricordo che anche sulle citate azioni è possibile investire attraverso il CFD Trading. Per operare è sempre consigliabile partire dal conto demo gratuito. Ribadisco il consiglio di scegliere solo broker autorizzati come ad esempio il citato eToro. Per prendere la demo eToro gratuita senza lasciare il sito è sufficiente cliccare sul link in basso. 

>>>Investi in azioni con i CFD: apri un conto demo eToro, è gratis>>>clicca qui

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.