Borsa Italiana Oggi 4 febbraio 2022: Ftse Mib in forte rosso, a picco Poste Italiane e Stellantis

Attese smentite dai fatti a Piazza Affari oggi 4 febbraio 2022. Il Ftse Mib, come anticipato dai futures, ha infatti aperto la seduta con un leggero rialzo ma poi è stato travolto dalle vendite. La forte flessione che ha caratterizzato il paniere di riferimento oggi, è stata causata dalla presenza di numerosi tiitoli in rosso. Tra le quotate che hanno subito le vendite più consistenti ci sono state Poste Italiane e Stellantis. I segni verdi, comunque, non sono mancati ma la loro intensità, è stata molto esigua. Ad ogni modo a registrare i rialzi più ampi sono Tenaris e Eni. Quest’ultima è stata palesemente alle prese con un rimbalzo dopo i cali messi a segno nelle ultime sedute in scia alla crisi di Saipem. 

Ecco un pò di numeri per meglio inquadrare l’andamento della giornata: Ftse Mib in ribasso dell’1,8 per cento a 26603 punti. Il grafico in basso riproduce l’andamento del derivato Italty 40 e può esserre utilizzato per impostare strategie trading intraday sul paniere di riferimento di Piazza Affari. 

La lista delle quotate in maggiore evidenza ha compreso: 

  • Tenaris: +2 per cento a 11,42 euro
  • Eni: +1,44 per cento a 13,48 euro
  • FinecoBank: +0,34 per cento a 14,91 euro

Tra le quotate che invece registrano le performance più pesanti ci sono:

  • Poste Italiane: -6,24 per cento a 11,19 euro
  • Stellantis: -5,25 per cento a 16,46 euro
  • CNH Industrial: -3,48 per cento a 12,88 euro

Per investire sui titoli che oggi realizzano le variazioni di prezzo più significative (sia al rialzo che al ribasso) si può operare con il CFD Trading. Scegliendo un broker come ad esempio Plus500 (leggi qui la nostra recensione) è possibile avere subito la demo gratuita da 40mila euro virtuali per imparare a fare pratica senza correre il rischio di perdere soldi reali. 

Plus500 Trading CTA

Borsa Italiana Oggi 4 febbraio 2022: previsioni apertura

Come sarà l’apertura di scambi nell’ultima seduta settimanale di Piazza Affari? Ci sarà una prevalenza di segni positivi oppure a condizionare il trend saranno i rossi? Per rispondere a queste domande è necessario analizzare  l’andamento dei futures e il contesto di riferimento (Tokyo e Wall Street). Per quello che riguarda i futures sul Ftse Mib essi si muovono in rialzo e questo rappresenta un buon segnale. 

In merito, invece, alle chiusure delle borse di riferimento, la piazza nipponica ha mandato in archivio la seduta con il Nikkei in rialzo dello 0,73 per cento a 27.440 punti. Netta prevalenza di segni rossi, invece, a Wall Street dopo il crollo di Meta (ex Facebook) in scia alla presentazione dei conti del quarto trimestre (ne abbiamo parlato in questo articolo) ha determinato un violento sell-off sui vari indici. Nel dettaglio, il Dow Jones ha rimediato un ribasso dell’1,45 per cento a 35.111 punti; l’S&P 500 ha lasciato sul parterre il 2,44 per cento a 4.477 puntie il Nasdaq è letteralmente crollato del 3,74 per cento precipitando a 13.879 punti.

I forti ribassi messi a segno della borsa Usa possono essere sfruttati per investire attraverso lo short trading. Per operare al ribasso, però, è necessario una certa pratica ed è per questo che consigliamo di esercitarsi con un conto demo come quello che viene fornito gratuitamente da eToro. In più con eToro si può iniziare ad operare con un deposito minimo di soli 50 euro!

Scopri qui eToro>>> account gratis e 100.000 euro virtuali per imparare a fare CFD trading

etoro demo gratuito

Borsa Italiana Oggi 4 febbraio 2022: titoli più interessanti 

Sono due le quotate che oggi dovrebbero essere tenute d’occhio fin dall’avvio degli scambi: Enel e Intesa Sanpaolo. In entrambi i casi a fare da driver potrebbero essere i rispettivi conti preliminari 2021. 

Enel ha chiuso lo scorso esercizio con un aumento dei ricavi e del margine operativo lordo (MOL). In rialzo, però, è risultato anche l’indebitamento netto. Conti molto robusti per Intesa Sanpaolo. La banca guidata da Messina ha chiuso il 2021 con un boom a doppia cifra dell’utile netto e un forte calo dei crediti deteriorati. Nell’ambito dell’approvazione dei conti 2021, il CdA ha anche stabilito l’ammontare del saldo dividendo Intesa Sanpaolo 2022 fissando contestualmente la data di stacco e di pagamento della cedola. 

Ultima annotazione della giornata è per Saipem. Il titolo oil è oramai al centro di un sell-off che sta progressivamente riducendo la sua capitalizzazione. Con quella di ieri, sono ora ben 4 le sedute chiuse al ribasso. Scontata la domanda su cosa potrebbe avvenire oggi. 

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.