Borsa Italiana oggi 10 novembre 2022: Ftse Mib a +2,57%. Nexi e STM le meglio comprate

apertura ftse mib

La borsa di Milano non si è lasciata coinvolgere più di tanto dalla seduta disastrosa con cui ha dovuto fare i conti ieri il mercato azionario Usa. Contrariamente a quelle che erano le premesse della vigilia, il paniere di riferimento di Piazza Affari ha si aperto gli scambi in ribasso ma, nel giro di pochi minuti, si è poi riportato sulla parità per poi passare in verde.

Nel pomeriggio, poi, in scia alla pubblicazione del dato sull’inflazione Usa migliore delle attese, il paniere di riferimento di Piazza Affari ha preso il largo chiudendo avanti del 2,6 per cento a quota 24394 punti.

I titoli che hanno chiuso con i verdi più forti grazie al rally di Wall Street sono stati Nexi, STM e Azimut. La prima ha addirittura messo a segno un balzo del 9,5 per cento.

In un contesto caratterizzato dal secco predominio dei verdi, non sono comunque mancate le quotate in difficoltà. A causa del ribasso del prezzo del petrolio, Tenaris e Saipem hanno chiuso con un rosso del 4,13 per cento e del 3,41 per cento.

Borsa Italiana oggi 10 novembre 2022: pre-market

Pessimismo alle stelle in vista dell’apertura delle contrattazioni su Borsa Italiana oggi 10 novembre 2022. Non sembrano esserci dubbio sul fatto che Piazza Affari sia destinata ad aprire gli scambi in ribasso a seguito dell’intenso sell-off che ieri ha interessato il mercato azionario americano. Per effetto del sentiment negativo che si è imposto a New York, i futures sul Ftse Mib oggi sono orientati al ribasso e questo è un segno tangibile circo lo scenario che attende la borsa di Milano.

Dicevamo della borsa Usa. Ieri il mercato azionario americano ha chiuso le contrattazioni con il Dow Jones in ribasso dell’1,95 per cento a 32.514 punti, l’S&P 500 in calo del 2,08 per cento a 3.749 punti e il Nasdaq che ha lasciato sul parterre il 2,48 per cento a 10.353 punti evidenziando, ancora una volta, la performance peggiore tra i vari indici Usa.

Il violento ribasso che ha affossato New York ha avuto la sua prima vittima nella borsa di Tokyo. Il mercato azionario nipponico ha infatti chiuso la penultima seduta della settimana con il Nikkei 225 in calo dello 0,98 per cento a quota 27.446 punti.

Visto che stiamo parlando di ribassi di borsa, ricordiamo ai nostri lettori che grazie ai CFD oggi è possibile investire anche quando i mercati sono in calo. Per imparare a fare short trading suggeriamo di fare pratica con un conto demo gratuito come quello che viene offerto dal broker eToro (100 mila euro virtuali + l’accesso a tanti strumenti avanzati di analisi).

Impara a fare CFD Trading sugli indici di borsa con la demo eToro>>>clicca qui per aprire un account

demo etoro

Borsa Italiana oggi 10 novembre 2022: titoli più interessanti

Vediamo adesso quali sono le quotate che, dal nostro punto di vista, oggi potrebbero registrare le variazioni di prezzo più consistenti. Come già avvenuto ultimamente a tenere banco sui listini del Ftse Mib sono le trimestrali.

Ben 4 quotate di primissimo piano hanno pubblicato i conti tra ieri sera dopo la chiusura degli scambi e oggi (pre-market). I titoli in questione sono: Telecom Italia, Generali Assicurazioni, Poste Italiane e Snam. Le ultime due hanno anche annunciato lo stacco di un acconto sul dividendo 2023 (esercizio 2022).

Tra le quattro quotate, molto alta era l’attesa per i conti trimestrali dell’ex monopolista. Telecom Italia ha chiuso il periodo luglio-settembre con ricavi ed Ebitda pari a migliori del consensus degli analisti. Nota negativa è stata la crescita dell’indebitamento. Il management di Telecom Italia ha anche confermato le stime finanziarie sull’intero esercizio 2022. Oltre ad approvare i conti del trimestre, il consiglio di amministrazione di TIM ha anche approvato l’avvio del processo di societarizzazione di TIM Enterprise.

Grande attesa anche per i risultati di Generali Assicurazioni. La quotata friulana ha mandato in archivio i primi 9 mesi dell’esercizio 2022 con un risultato operativo e dei premi lordi che sono stati superiori al consensus degli analisti. Cattive notizie, invece, dall’utile netto che è stato più basso delle stime della vigilia avendo risentito della svalutazione degli investimenti russi. Ad ogni modo, e questa è una buona notizia, il management di Generali ha comunque confermato gli obiettivi strategici e finanziari per il 2022 e anche la politica dei dividendi per il triennio 2022-2024.

Visto che stiamo parlando di titoli azionari, ricordiamo ai nostri lettori che grazie al broker eToro si possono acquistare azioni senza commissioni. In più il deposito minimo per operare con questo fornitore è pari a soli 50 dollari.

Con eToro puoi comprare azioni a zero commissioni>>>clicca qui per aprire il tuo conto

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Le ultime news su Borsa Italiana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.