Borsa Italiana oggi crolla ma tra le macerie alcune azioni sono da comprare

Borsa Italiana oggi crolla ma tra le macerie alcune azioni sono da comprare
© Shutterstock

Nuovo pesante ribasso per il Ftse Mib ma le azioni Saipem vanno in controtendenza grazie al petrolio

CONDIVIDI

Il sell-off sull'azionariato italiano è proseguito anche oggi. Il rialzo dello spread Btp Bund, con il differenziale che si è spinto fino ai 330 punti base prima di ritracciare fino a 270 punti base, ha determinato forti vendite sulle azioni delle banche. Fin dall'apertura di Borsa Italiana oggi i titolo del settore bancario sono finiti sulla graticola. Numerose banche sono state addirittura sospese per eccesso di ribasso. In particolare le vendite hanno riguardato le azioni UBI Banca, le Unicredit, le Intesa Sanpaolo ma anche le azioni Poste Italiane. La corsa a vendere azioni del settore bancario ha peggiorato ulteriormente la performance del sotto indice FTSE Italia All-Share Banks.

L'allargamento dello spread Btp Bund è stato sostenuto da due diversi fattori strettamente collegato l'uno con l'altro. Da un lato c'è il clima di totale confusione della politica italiana mentre dall'altro c'è l'esito dell'asta di BOT semestrali di oggi dalla quale è emersa una bassa domanda a fronte di rendimenti che hanno segnato una forte crescita. Al di là delle logiche ripercussioni sull'obbligazionario, e quindi sulle aste, è l'incertezza politica la responsabile numero uno del crollo di Borsa Italiana. Tutti sanno, infatti, che Carlo Cottarelli, oggi la Quirinale per consegnare al Presidente della Repubblica la lista dei ministri del suo governo a tempo, non avrà la fiducia necessaria per arrivare alla Legge di Bilancio e quindi indire nuove elezioni ad inizio 2019. Questo, ovviamente, farà scattare le clausole di salvaguardia con l'aumento dell'Iva. Nel più breve termine l'assenza di fiducia al governo Cottarelli, i numeri non ci sono visto che sia il 5 Stelle che la Lega e Forza Italia voteranno no, porterà a nuove elezioni già dopo agosto. Stando agli ultimi sondaggi la Lega sarebbe il primo partito e una eventuale alleanza tra Salvini e il 5 Stelle potrebbe addirittura attivare a percentuali bulgare comprese tra l'80% e il 90%.

Questo quadro poco incoraggiante è alla base del crollo di Borsa Italiana oggi. Nonostante i ribassi molto sostenuti di alcuni titoli, ve ne sono altri che registrano performance molto forti. E' questo il caso di Saipem che segna una variazione positiva del 4,17% a quota 3,65 euro che stride con il -5% di Unicredit, una delle più importanti banche italiane. 

Il prezzo delle azioni Saipem è in forte aumento grazie all'andamento delle quotazioni del Brent che scambia in rialzo dello 0,7% a quota 75,8 dollari al barile, mentre il petrolio WTI registra un calo dell'1,4% a 67 dollari al barile. L'andamento della quotazione petrolio permette alle azioni Saipem, molto penalizzate nelle ultime sedute a causa del mix letale tra ribasso del prezzo del petrolio e caos politico in Italia, di tornare a salire. Tra l'altro a dare supporto all'andamento del titolo Saipem possono essere anche le numerose raccomandazioni di acquisto (ben 9) segnalate da Bloomberg. 

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro