Borsa Italiana e crollo azioni Ferrari, Moncler e Fineco nella scorsa Ottava: oggi conviene comprare?

Borsa Italiana e crollo azioni Ferrari, Moncler e Fineco nella scorsa Ottava: oggi conviene comprare?
© Shutterstock

Il bilancio del Ftse Mib nella scorsa Ottava è pesante: -5,36% per il principale indice azionario di Borsa Italiana

CONDIVIDI

Borsa Italiana oggi proverà certamente a recuperare non fosse altro per il disastro che è emerso sull'azionariato italiano al termine della scorsa Ottava. Il principale indice azionario di Piazza Affari ha infatti archiviato la scorsa Ottava con un ribasso del 5,36 per cento. Il crollo di Borsa Italiana è stato causato dall'allargamento dello spread BTP BUND e dal più generale sentiment negativo che si è instaurato a seguito del braccio di ferro tra Italia ed Europa sul DEF 2018. Poichè da Roma non sono arrivati passi indietro sul controverso punto, è probabile che anche nell'Ottava che prende il via oggi, l'argomento centrale continuerà ad essere rappresentato proprio dalla questione DEF. Tra l'altro proprio durante questa settimana la Commissione UE esaminerà gli obiettivi sul deficit PIL del governo italiano e contraccolpi sui mercati saranno inevitabili. 

Nel breve termine, però, ossia limitatamente alla seduta di oggi, è pensibile un recupero degli indici con acquisti concentrati su quei titoli che nella scorsa Ottava hanno registrato i ribassi più accentuati. 

La scorsa settimana il Ftse Mib è stato il peggior indice europeo a dimostrazione di come la pressione sul mercato italiano stia diventando via via sempre più accentuata. Gli investitori internazionali non si fidano delle mosse del governo italiano (peraltro confuse e contraddittorie) e preferiscono alleggerire la loro esposizione. E' stato appunto per questo motivo che lo spread BTP BUND ha registrato un aumento fino a 309,8 punti, contro i 284,5 di una settimana fa mentre il rendimento dei titoli decennali italiani è aumentato al 3,598 pèr cento, contro il 3,409 per cento del 5 ottobre e il 2,099 per cento di fine 2017

E così mentre Borsa Italiana ha perso il 5,36 per cento in cinque sedute, il CAC 40 di Parigi ha perso il 4,91 per cento, Madrid ha perso il 3,8 per cento, il DAX di Francoforte il 4,86 per cento e la borsa di Londra il 4,41 per cento. Tra i settori azionari non c'è stato un solo comparto che ha registrato una tenuta a livello Euro: -5,3 per cento nell'ottava per lo Stoxx Europe 600 Automobiles; -6,95 per cento per il comparto chimico; -6,27 per cento per le costruzioni e addirittura -7,19 per cento per i serviizi finanziari. Su Borsa Italiana il Ftse Italia All Share Banks ha perso il 4,76%. Tra le singole azioni, le peggiori nella scorsa Ottava sono state Finecobank (-13,33 per cento), di Moncler (-15,61 per cento) e Ferrari (-12,91 per cento). Non sono state quindi le azioni delle banche quelle ad essere più vendute su Borsa Italiana ma bensì quelle del settore lusso. Il sell-off che ha interessato il comparto del lusso è stato causato dal downgrade lanciato dagli analisti di Morgan Stanley e supportato dal sospetto che la Cina possa riddure nei prossimi mesi gli acquisti di beni di lusso. Per le società italiane del settore una eventualità simile sarebbe un disastro. In considerazione dei forti cali registrati nella scorsa Ottava, le azioni Ferrari, Moncler e Finecobank potrebbero risalire sul Ftse Mib oggi. 

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro